jump to navigation

[ESCLUSIVO – ANTEPRIMA] DAL SALVAGENTE IN EDICOLA DA DOMANI 31 GENNAIO AL 6 FEBBRAIO gennaio 30, 2008

Posted by Andrea in ambiente, area marina protetta, cancerogeno, enel, golfo di napoli, il salvagente, ischia, isola d'ischia, lacco ameno, lorenzo misuraca, mare, pcb, regno di nettuno, tirreno.
Tags:
1 comment so far

In esclusiva anteprima dal settimanale Il Salvagente in edicola da domani giovedì 31 Gennaio fino a mercoledì 6 Febbraio.

Ottimo e documentatissimo servizio di Lorenzo MISURACA – Lacco Ameno d’Ischia e la sfida del Pcb

(JPG: PAG1PAG2PAG3) (PDF: servizio completo)

LACCO AMENO D’ISCHIA E LA SFIDA DEL PCB

Sostanze nocive in mare: una stazione Enel sotto accusa

Lorenzo Misuraca

Tonnellate di liquido cancerogeno finite in mare, proprio davanti alla splendida isola di Ischia, in un’area marina protetta appena istituita. L’allarme lanciato dal comitato “Vivere a Lacco Ameno”, nell’omonimo comune dell’isola
(altro…)

Annunci

PCB NEL MARE DI ISCHIA – INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DELL’ON ACERBO gennaio 28, 2008

Posted by Andrea in ambiente, enel, interrogazione parlamentare, ischia, mare, maurizio acerbo, pcb, politiche agricole, regno di nettuno, salute.
Tags:
2 comments
L'immagine “https://i2.wp.com/fr.camera.it/_dati/leg15/SchedeDeputatiPrototipo/foto/d302077.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Allegato B – Seduta n. 270 del 21/1/2008

AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

Interrogazione a risposta scritta:

ACERBO. – Al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro della salute, al Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali. – Per sapere – premesso che:
a seguito della rottura di 1 dei 4 cavi Enel di una nuova linea sottomarina ad alta tensione non in possesso delle necessarie autorizzazioni presso lo stabilimento balneare «Bagno Vito», località Lacco Ameno, è stato riscontrato dall’Agenzia regionale di protezione ambientale della regione Campania (ARPAC) (prelievo del 19 luglio 2007 rapporto di prova n. 200704583-001) la presenza di inquinanti PCB totali rilevata è pari a 0,112 mg/L, 186 (centoottantasei) volte superiori al valore di 0,0006 mg/L previsto come standard di qualità ambientale per le acque superficiali dal decreto ministeriale 367/03, Tab 1-10;
all’interno del cavo c’era un canale riempito di olio in pressione, con una sezione di 18 millimetri. La rottura del cavo ha causato la dispersione in mare nell’area marina protetta «Regno di Nettuno» (A.M.P.) di almeno 52 tonnellate di olio fluido contenente policlorobifenili (di seguito PCB);
l’Arpac ha certificato con nota n. 1074 del 19 ottobre 2007 che essendo trascorso del tempo dall’incidente, i PCB hanno ridotto il loro carico inquinante in acqua a seguito delle mareggiate;
i PCB sono inquinanti inseriti anche nella tabella 1/B del decreto legislativo 156/06 al punto 11 con obbligo di segnalazione al Ministero dell’ambiente;
(altro…)

Liste Civiche, si parte (Anche a Forio) gennaio 24, 2008

Posted by Andrea in elezioni amministrative, forio, lista civica grillo, per un nuovo rinascimento.
Tags:
2 comments

 liste_civiche.jpg

Vai su www.beppegrillo.it/listeciviche

Ve ne sarete accorti. Ogni giorno esce una notizia di distrazione di massa. Contrada, la legge sull’aborto, il Papa alla Sapienza. Le prime pagine dei giornali sono solo per loro. I giornalisti servi discutono solo di aria fritta.
Sono titoli di copertura, nascondono la realtà. Servono per lavorare nell’ombra. Per evitare ogni cambiamento. Come è avvenuto dopo l’omicidio Moro nel 1978, dopo le stragi di Capaci e di via D’Amelio nel 1992 con le morti di Falcone e Borsellino. In seguito sono diventati presidenti del Consiglio i prescritti Andreotti e Berlusconi.
La politica è un’attività di copertura del potere.
La legge elettorale e il conflitto di interessi sono le vere partite su cui si gioca il destino del Paese. Di queste si deve discutere in diretta in Parlamento di fronte agli italiani.
Da oggi il blog fa politica attiva con un sito dedicato alle liste civiche, al cittadino che prende in mano il proprio destino, il proprio Comune, la propria Regione.

Riporto i requisiti e gli impegni per creare una lista civica certificata e pubblicata sul blog:
Requisiti:
1. All’atto della loro candidatura e nel corso dell’intero mandato elettorale, i candidati non dovranno essere iscritti ad alcun partito o movimento politico
2. Il candidato non dovrà avere riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive, né avere procedimenti penali in corso al momento della propria candidatura
3. Il candidato non dovrà avere assolto in precedenza più di un mandato elettorale, a livello centrale o locale, a prescindere dalla circoscrizione nella quale presenta la propria candidatura
4.Ogni candidato dovrà risiedere nella circoscrizione del Comune o della Regione (a seconda che si tratti di elezioni comunali o regionali) per il quale intende avanzare la propria candidatura
Impegni:
1. Ogni candidato si impegna a rimettere il mandato elettorale ricevuto, nel caso in cui, nel corso del suo svolgimento perda o si dimostri non abbia posseduto fin dall’origine uno o più dei requisiti minimi sopra descritti. In mancanza, l’intera lista perderà il diritto di qualificare la propria attività con la certificazione del blog
2. All’atto della propria candidatura, la lista provvederà a pubblicare in Rete, in un apposito ed adeguato spazio web, l’elenco dei componenti ed il loro curriculum vitae secondo uno standard che andremo a definire, con il proprio programma di governo ed istituirà contemporaneamente un blog aperto a tutti i cittadini che consenta il libero scambio di opinioni e critiche con i componenti della lista civica
3. La lista non potrà associarsi ad altri partiti o liste, se non certificate dal blog, per governare il Comune o la Regione (la Provincia non è contemplata perché va abolita)
Per un Nuovo Rinascimento

Da Beppegrillo.it 

Anche a Forio ! Visita il sito degli Amici di Beppe Grillo dell’Isola d’Ischia qui

RIFIUTI – BARROSO (UE): ”SENZA SOLUZIONE PRONTO RICORSO A CORTE GIUSTIZIA” gennaio 23, 2008

Posted by Andrea in ambiente, barroso, catastrofe, class action, commissariamento, contribuenti, corte di giustizia, dimas, diritto comunitario, generazione attiva, igiene, messa in mora, rifiuti, salute, sussidiarietà, trattato ce, turismo, ue.
Tags:
2 comments

https://i1.wp.com/www.europa-kommissionen.dk/presse/koebenhavn/topmoede-barroso/barroso_r_dt_slips.jpg

Intanto l’associazione presieduta da Andrea D’Ambra chiede il “commissariamento” della gestione rifiuti ad opera dell’Unione Europea e annuncia una Class Action
Napoli – 23 Gennaio 2007 – Il Presidente della Commissione Europea Barroso e il Commissario per l’Ambiente Dimas rispondono all’interrogazione posta dall’Associazione in difesa dei Cittadini-Consumatori Generazione Attiva che lo scorso 5 Gennaio aveva scritto loro e con la quale quest’ultima chiedeva un intervento deciso sulla situazione dei rifiuti a Napoli ed in Campania.
I problemi nella gestione dei rifiuti a Napoli e in Campania, e le minacce per la salute e l’ambiente naturale che rappresentano sono per la Commissione degli argomenti di profonda preoccupazione.” si legge nella lettera da Bruxelles che continua: “La situazione rappresenta un’infrazione al diritto comunitario che esige che gli Stati membri dispongano di sistemi di raccolta e di eliminazione dei rifiuti che siano soddisfacenti, la Commissione ha intrapreso fin da giugno 2007 una procedura di infrazione al diritto comunitario contro l’Italia. Abbiamo avuto contatti frequenti con le autorità italiane ed abbiamo proceduto all’invio di una lettera di messa in mora in giugno 2007 completata nell’ottobre 2007La Commissione è decisa ad agire vigorosamente, considerando anche la possibilità di adire la Corte di Giustizia su questo dossier se a breve la situazione non sarà regolata sia per il corto che per il lungo termine.”
La decisione della Commissione, che si dice pronta ad adire la Corte di Giustizia Europea, ci rassicura sulla fermezza di Bruxelles che non si ferma davanti a semplici promesse ma vuole vedere i i risultati concreti. Ciò nonostante la situazione è arrivata ad una gravità tale, sia dal punto di vista igienico-sanitario che sotto quello economico da necessitare di un ulteriore e ben più radicale intervento. Questo non può che essere il Commissariamento ad opera dell’Unione Europea, che Generazione Attiva ha chiesto, conformemente con il principio di sussidiarietà sancito dall’Articolo 5 del Trattato CE.”

 

Saranno altrimenti solo i cittadini-contribuenti a dover pagare sulla loro pelle le conseguenze di questa catastrofe, sia a livello economico che sanitario.

Proprio per opporsi a ciò l’associazione annuncia inoltre che è al vaglio dei propri legali una Class Action a cui è già possibile aderire in forma preventiva con l’iscrizione sul sito www.generazioneattiva.it

 

Generazione Attiva
Associazione in Difesa dei Cittadini e dei Consumatori
www.generazioneattiva.it

Referendum gennaio 23, 2008

Posted by Andrea in crisi, elezioni, fiducia, governo, mastella, referendum.
Tags:
add a comment
L'immagine “https://i1.wp.com/www.ilcannocchiale.it/blogs/templates/referendum_elettorale/images/sticker-bianco2.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Non ci vogliono far votare il Referendum

ITALIA.IT: Generazione Attiva a Neapolis gennaio 22, 2008

Posted by Andrea in generazione attiva, innovazione, italia.it, neapolis, nicolais, raitre, rutelli, soldi pubblici, sprechi, stanca, turismo.
Tags:
add a comment
L'immagine “https://i1.wp.com/www.rai.tv/MediaPortale/pub/static/2007/10/t_neapolis.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.L'immagine “https://i0.wp.com/neapolis.blog.rai.it/files/2008/01/italia1.thumbnail.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

ITALIA.IT: il servizio (Videotrascrizione) andato in onda nella trasmissione di ieri di Neapolis che cita anche Generazione Attiva

Grazie a Massimo per la segnalazione

La censura di Mimun gennaio 21, 2008

Posted by Andrea in berlusconi, canale5, capuozzo, censura, craxi, mediaset, migotto, mimun, terra, tg5, travaglio.
Tags:
2 comments
https://i1.wp.com/static.blogo.it/tvblog/clemente_mimun_01.jpg

Dal Blog di Chiarelettere Travaglio scrive:

Contrariamente a quanto annunciato, con tanto di comunicato ufficiale, dal programma Terra di Canale5, nella puntata di questa sera dedicata a Bettino Craxi, la mia intervista sulle condanne e i soldi rubati dall’ex leader socialista non andrà in onda: richiestami espressamente dalla redazione, girata e registrata venerdì pomeriggio sul ponte di Castel Sant’Angelo dalla brava collega Anna Migotto, è stata bloccata stamane dal democraticissimo direttore del Tg5 Clemente J.Mimun, che non l’aveva nemmeno vista. Un veto ad personam, insomma, come mi ha raccontato al telefono Tony Capuozzo. Lo ringrazio comunque per aver pensato a me, ma per il futuro lo esorto a tener sempre presente per chi lavora. Così, onde evitare di perdere tempo con me e di far perdere tempo a me: tutti dovrebbero sapere che esistono degli appestati che è meglio non avvicinare, nè tantomeno intervistare, per non prendere il contagio. E io sono fra questi. Non ho mai fatto ammazzare commissari di polizia, non ho mai rubato, non ho mai avuto amici mafiosi, non ho parenti agli arresti domiciliari: insomma, sono incensurato, dunque è naturale che in casa Mediaset io debba essere censurato.

ITALIA.IT – Chiude il portale costato oltre 45 Milioni di Euro gennaio 20, 2008

Posted by Andrea in amministrazione, atti pubblici, generazione attiva, governo, innovazione, italia.it, soldi, sprechi, trasparenza, turismo.
Tags:
add a comment
https://i1.wp.com/www.onyrix.com/wp-uploads/2007/03/italia_it.jpg

Il Governo ha chiuso definitivamente Italia.it il portale del turismo costato oltre 45 milioni di Euro.

Post Precedenti:

23 Novembre 2007 – ITALIA.IT – Il Governo a Generazione Attiva: “non avete diritto d’accesso agli atti pubblici del portale costato 45 milioni di Euro

19 Agosto 2007 – ITALIA.IT – Dopo soli 50 giorni il Governo risponde a Generazione Attiva (e che risposta!)

4 Giugno 2007 – ITALIA.IT – GENERAZIONE ATTIVA CHIEDE ACCESSO AGLI ATTI DEL PORTALE COSTATO 45 MILIONI DI EURO

Luigi De Magistris trasferito: ingiustizia è fatta. gennaio 20, 2008

Posted by Andrea in Calabria, catanzaro, csm, de magistris, fondi europei, giustizia, italia, mezzogiorno.
Tags:
add a comment
L'immagine “https://i0.wp.com/www.rainews24.it/ran24/immagini/catanzaro_demagistris.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.
Luigi De Magistris trasferito: ingiustizia è fatta.

GENERAZIONE ATTIVA FA CONDANNARE TRE PER PUBBLICITA’ INGANNEVOLE gennaio 18, 2008

Posted by Andrea in antitrust, generazione attiva, h3g, ingannevole, littizzetto, pubblicità, spot, super5, tre.
Tags:
add a comment
Lo spot “SUPER5” che aveva come testimonial Luciana Littizzetto oggetto di un provvedimento sanzionatorio dell’Antitrust

http://www.newsmobile.it/n/liti3

18 Gennaio 2007 – Nella sua adunanza del 20 Dicembre 2007 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha ritenuto ingannevole il messaggio pubblicitario “SUPER 5 – Parli con tutti a 5cent di Euro al Minuto e senza scatto alla risposta” che aveva come testimonial Luciana Littizzetto, condannando H3G ad una multa di 23.600 €

Nella pubblicità televisiva in questione si affermava che la tariffa permettesse di parlare a 5 centesimi di Euro al minuto. Veniva però nascosto, con scritte fisse di difficile lettura che altresì rettificavano smentendolo sostanzialmente il contenuti persuasivo del messaggio oggetto delle scenette principali. La tariffazione infatti era a scatti anticipati di tre minuti il che rendeva il riferimento al costo al minuto di cinque centesimi e alla scritta a tutto schermo che accompagnava la voce fuori campo scorretta perché non era l’effettiva unità di misura applicata al consumatore.

Accolta la tesi dell’Associazione in difesa dei Consumatori Generazione Attiva che già in data 8 Giugno aveva provveduto a denunciare lo spot all’Antitrust e a chiederne l’immediata sospensione in quanto abusava della credulità e/o mancanza di esperienza degli spettatori ed in particolare dei ragazzi/adolescenti, target principale dello spot, inviando un messaggio ingannevole che induceva lo spettatore a credere alla tariffa di 5 centesimi di Euro al minuto magari anche cambiando operatore proprio in seguito alla pubblicità, per poi rendersi conto della beffa.

“Il comportamento di H3G non fa che confermare il trend negativo degli operatori telefonici che si confermano in testa alla classifica nella lista nera dei “recidivi” in materia di pubblicità ingannevole” così commenta Andrea D’Ambra, Presidente di Generazione Attiva che afferma anche “stupisce poi che una persona come Luciana Littizzetto, che ha la fiducia di molti telespettatori, partecipi come testimonial ad operazioni del genere e ci auguriamo che dopo questa sanzione non voglia più prestare la sua immagine per spot simili“.

Generazione Attiva

Ass. Naz. Indipendente in difesa dei Cittadini-Consumatori

www.generazioneattiva.it