jump to navigation

GENERAZIONE ATTIVA: “ANTITRUST, MULTE PIU’ SEVERE: IL PARLAMENTO ACCOLGA LA RICHIESTA DEL PRES. ANTITRUST CATRICALA’” ottobre 28, 2008

Posted by Andrea D'Ambra in antitrust, authority, catricalà, concorrenza, consumatori, ddl atto senato n. 1733, finanziaria, governo, mercato, multe, parlamento, pubblicità, sanzioni.
Tags:
add a comment

http://gestcredit.files.wordpress.com/2008/08/catricala01.jpg

Antonio Catricalà – Presidente dell’Antitrust

L’Associazione in difesa dei cittadini-consumatori Generazione Attiva chiede al Parlamento di accogliere la richiesta di Catricalà, Presidente dell’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato che, ancora ieri, per l’ennesima volta ha manifestato la necessità per l’Autorità di poter erogare multe più severe, rispetto al limite massimo odierno di 500 mila euro, nei confronti delle aziende che operano in modo scorretto.

I vantaggi che le aziende traggono dalla pubblicazione del messaggio ingannevole sono, infatti, maggiori rispetto al rischio di un’eventuale sanzione il cui importo è sempre irrisorio rispetto al fatturato della grande azienda. Cosa sono 500.000 euro per un’azienda che ha un ritorno di diversi milioni o miliardi di euro da una specifica campagna pubblicitaria e un fatturato a più di sei zeri?

Quel limite va tolto a favore di sanzioni che siano proporzionate al fatturato dell’azienda o al costo della campagna pubblicitaria, così come avviene in altri paesi europei. Un modo c’è per i nostri parlamentari: riproporre e approvare il Disegno Di Legge Atto Senato n. 1733 della scorsa legislatura (XV) proposto dall’ex Senatrice Franca Rame (IDV) e cofirmato dal Senatore Peterlini (Autonomie) che proponeva una modifica al codice del consumo che andava proprio nella direzione auspicata dal Presidente Catricalà.

L’Antitrust è una delle poche Authority in Italia che ha dimostrato efficacemente di saper/voler svolgere il proprio ruolo a favore della libera concorrenza e dei cittadini-consumatori, i suoi poteri vanno rafforzati, non indeboliti (cosa che invece accadrà se non verrà revocato il taglio di 8 milioni di euro operato dal Governo attraverso la finanziaria di quest’anno).

GENERAZIONE ATTIVA
ASS. NAZ. INDIPENDENTE IN DIFESA DEI CITTADINI-CONSUMATORI
www.generazioneattiva.it

Ombre giugno 11, 2008

Posted by Andrea D'Ambra in berlusconi, corriere della sera, di pietro, giannelli, governo, ombre, opposizione, veltroni, vignetta.
Tags:
add a comment

//italiadeivalori.antoniodipietro.com/immagini/opposizionevera_img_articolo.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Referendum gennaio 23, 2008

Posted by Andrea D'Ambra in crisi, elezioni, fiducia, governo, mastella, referendum.
Tags:
add a comment
L'immagine “http://www.ilcannocchiale.it/blogs/templates/referendum_elettorale/images/sticker-bianco2.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Non ci vogliono far votare il Referendum

ITALIA.IT – Chiude il portale costato oltre 45 Milioni di Euro gennaio 20, 2008

Posted by Andrea D'Ambra in amministrazione, atti pubblici, generazione attiva, governo, innovazione, italia.it, soldi, sprechi, trasparenza, turismo.
Tags:
add a comment
http://www.onyrix.com/wp-uploads/2007/03/italia_it.jpg

Il Governo ha chiuso definitivamente Italia.it il portale del turismo costato oltre 45 milioni di Euro.

Post Precedenti:

23 Novembre 2007 – ITALIA.IT – Il Governo a Generazione Attiva: “non avete diritto d’accesso agli atti pubblici del portale costato 45 milioni di Euro

19 Agosto 2007 – ITALIA.IT – Dopo soli 50 giorni il Governo risponde a Generazione Attiva (e che risposta!)

4 Giugno 2007 – ITALIA.IT – GENERAZIONE ATTIVA CHIEDE ACCESSO AGLI ATTI DEL PORTALE COSTATO 45 MILIONI DI EURO

ITALIA.IT – Il Governo a Generazione Attiva: “non avete diritto d’accesso agli atti pubblici del portale costato 45 milioni di Euro” novembre 23, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in diritto di accesso agli atti, generazione attiva, governo, italia.it, scandalo italiano, soldi pubblici, sprechi, svezia, trasparenza.
Tags:
38 comments

Chi segue la vicenda che va avanti ormai da molto tempo ricorderà che Generazione Attiva, lo scorso Giugno, fu l’unica associazione in difesa dei consumatori a far proprio l’appello lanciato di scandalo italiano che chiedeva l’accesso agli atti pubblici relativi al portale ITALIA.IT costato 45 milioni di euro o più. (Qui la richiesta)

Dopo appena 5 mesi e tantidi rinvii arriva rapida la risposta del Governo, Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie, a firma del capo dipartimento Ing Ciro Esposito, che in pratica ci scrive che Generazione Attiva, associazione nazionale indipendente in difesa dei consumatori, nata dalla vittoriosa battaglia per l’abolizione dei costi di ricarica dei telefonini, non è legittimata all’accesso degli atti pubblici del portale ITALIA.IT. (Qui la risposta)

Generazione Attiva ringrazia il Governo per la trasparenza con cui opera e per la pronta e rapida risposta fornita.

Mi viene da dire… Proprio come in Svezia!

L'immagine “http://i105.photobucket.com/albums/m227/philotto/Spigolature/logoscandaloita.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie
Ufficio per l’ordinamento giuridico della società dell’informazione

Oggetto: Richiesta di parere sul diritto di accesso ai documenti amministrativi

Il dipartimento per il coordinamento amministrativo ha trasmesso a questo Ufficio la lettera del 25 Luglio 2007 diretta anche a codesta Associazione, con la quale è stata trasmessa la richiesta volta ad ottenere il rilascio della documentazione attinente la realizzazione del progetto portale turismo italia.it
Questo dipartimento ha ritenuto di richiedere il parere della Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi sul procedimento amministrativo, come previsto dalle leggi n 241/90 e n. 15=05, al fine di verificare la sussistenza o meno della legittimità, per codesta Associazione, di esercitare l’accesso alla documentazione suddetta.
A seguito dell’esame della domanda, la commissione ha concluso, con un motivato parere, che la domanda di accesso, come formulata da codesta Associazione, “…non rientra tra i diritti specifici dei consumatori…in quanto finalizzata genericamente a conoscere i costi della pubblica amministrazione, in funzione di un generico ed indistinto interesse al contenimento della spesa pubblica”.
Pertanto, conformemente alla pronuncia della Commissioni, si porta a conoscenza che la prodotta richiesta di accesso non può essere accolta.

Il Capo Dipartimento
Ing Ciro Esposito

CLASS ACTION novembre 16, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in azione collettiva, bordon, class action, consumatori, finanziaria, generazione attiva, governo, manzione, senato.
Tags:
2 comments

L'immagine “http://www.intomobile.com/wp-content/uploads/2007/04/gavel.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Quella inserita in finanziaria è “fasulla”

Aderisci a Generazione Attiva! ottobre 7, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in agcom, antitrust, associazioni, beppe grillo, bersani, codice del consumo, consumatori, costi di ricarica, governo, istat, maria fida moro.
Tags: , , , , , , , , , ,
1 comment so far

Aderisci a Generazione Attiva  per continuare la nostra azione a difesa dei consumatori!

Generazione Attiva è un’associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivo prioritario la tutela dei consumatori. La nostra Associazione, a differenza delle altre, è indipendente, ed opera i in piena autonomia dalle imprese, dai partiti, dal governo e dai sindacati.

A differenza delle altre associazioni di consumatori, che arrivano a chiedere cifre esorbitanti oltre ai finanziamenti pubblici che già ricevono (e che a noi basterebbero per evitare di chiedere quote d’adesione ai nostri iscritti) Generazione Attiva può vantarsi di aver portato a casa un grande risultato: l’abolizione dei costi di ricarica che fruttava agli operatori di telefonia mobile circa 1,7 Miliardi di Euro l’anno (Fonte Antitrust-Agcom). Soldi questi, che risparmieranno i consumatori, grazie al nostro intervento che ha fatto sì inoltre che nel mese di Marzo ‘07 l’inflazione scendesse (Fonte Istat).

 

In conformità con il D LGS 206/2005 (ora Codice del consumo) dobbiamo raggiungere un numero di soci pari allo 0,5 per mille della popolazione italiana. In pratica circa 30.000 soci.

 

Allora non esitare: il tuo aiuto è vitale per Generazione Attiva, ti chiedo di far passaparola, far iscrivere a Generazione Attiva i tuoi familiari, amici, colleghi di lavoro. Insieme potremo fare grandi cose!

 

Generazione Attiva conta già migliaia di tessere, tra cui quella di Beppe Grillo, che ha dato un impulso fondamentale nella lotta contro i costi di ricarica e a cui abbiamo dedicato la N. 1 dell’Associazione e Maria Fida Moro, primogenita di Aldo Moro.

 

La nostra azione spazia in tutti i campi laddove vengono calpestati i diritti dei cittadini-consumatori.

 

Ti ricordiamo di iscriverti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti ed i nostri comunicati semplicemente nella tua casella di posta elettronica.

Siamo riusciti a portare a casa una grande vittoria contro i costi di ricarica: in prospettiva ci sono tante altre battaglie che, con il tuo sostegno, potremo vincere contro le tante altre anomalie tutte italiane!

Grazie del tuo sostegno!

Andrea D’Ambra

ITALIA.IT – Dopo soli 50 giorni il Governo risponde a Generazione Attiva (e che risposta!) agosto 19, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in consumatori, contribuenti, generazione attiva, governo, innovazione, italia.it, presidenza del consiglio dei ministri, pubblica amministrazione, scandalo italiano, sprechi, turismo.
13 comments

L'immagine “http://i105.photobucket.com/albums/m227/philotto/Spigolature/logoscandaloita.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Dopo soli 50 giorni la Presidenza del Consiglio ha finalmente risposto alla richiesta di Generazione Attiva, inviata il 4 giugno 2007 e con la quale l’associazione, facendo propria la petizione di scandaloitaliano, ha chiesto accesso ai documenti di gara e di progetto del portale italia.it (costato circa 45 Milioni di Euro, ricordiamolo).

Con una lettera datata 25 Luglio 2007, inviata per conoscenza anche al dipartimento per l’innovazione e le tecnologie, il Governo informa che “in riferimento all’istanza di accesso indicata in oggetto (generazione attiva – richiesta di accesso a documenti amministrativi ex legge n241/1990 portale italia.it), ad ogni buon fine allegata in copia, si comunica che l’ufficio competente è il Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie di questa Presidenza del Consiglio dei Ministri“.

Come fa notare frap1964 sul suo blog:

“La Commissione Europea (da Bruxelles) ad una analoga lettera spedita il 16 luglio 2007 ha risposto in soli 15 giorni e spedito in uno. Cosa deduciamo da tutto ciò?

Che si tratta di una nuova e vergognosa manovra dilatoria (è la seconda).”

Di ritorno da Roma… giugno 26, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in antitrust, catricalà, class action, consumatori, generazione attiva, governo, montecitorio, pubblicità ingannevole, sala della lupa, sanzioni.
2 comments

Mentre gli altri si limitano a parlare… Noi ci muoviamo e grazie all’intervento di Generazione Attiva siamo riusciti a far inserire nella relazione annuale dell’Antitrust del Presidente Catricalà la richiesta di modificare la normativa riguardante le sanzioni per le aziende che si “macchiano” di pubblicità ingannevole.

PUBBLICITA’ INGANNEVOLE

[...]Nei mercati più ricchi la sanzione pecuniaria non si dimostra efficace. Potrebbero essere utili rimedi come la rettifica pubblica del messaggio volta ad amplificare la risonanza delle pronunce dell’Autorità, con maggiore deterrenza nei confronti delle imprese attente all’effetto reputazionale. Chiederemo anche al Parlamento di poter intervenire d’ufficio e di commisurare le sanzioni al fatturato aziendale o, come accade in Francia, in proporzione al costo della campagna pubblicitaria.

Presentazione del Presidente Antonio Catricalà (PDF)

Testi della Relazione (Dal sito dell’Antitrust)

L'immagine “http://www.asfor.it/sitonuovo/GIORNATAFORMAZMANAGASFOR/2005/CVRelatori/foto_catricala.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

ANTITRUST GENERAZIONE ATTIVA:“OTTIME LE INDICAZIONI DI CATRICALA, IL GOVERNO LE ASCOLTI, SI FACCIA LA CLASS ACTION”

ROMA, 26 GIU – “L’Antitrust fa proprie le segnalazioni di Generazione Attiva, in particolare per quanto concerne la pubblicità ingannevole, chiedendo a Governo e Parlamento di rapportare le sanzioni al fatturato delle aziende o alla spesa delle campagne pubblicitarie, così come avviene in Francia” così commenta Andrea D’Ambra, presidente dell’associazione dei consumatori Generazione Attiva, al termine della relazione annuale del presidente dell’Antitrust, Catricalà, che si è tenuta questa mattina nella sala della “lupa” di Montecitorio.

“Il Governo ed il Parlamento – conclude D’Ambra – prendano nota di tutte le indicazioni poste dall’antitrust allo scopo di garantire la concorrenza ed il consumatore, con particolare riguardo verso la Class Action, da istituire al più presto anche in Italia, quella vera però, che già esiste negli Stati Uniti da molto tempo e non un pasticcio all’Italiana che interponga intermediari tra i consumatori e le aziende”

GENERAZIONE ATTIVA
ASSOCIAZIONE NAZIONALE INDIPENDENTE IN DIFESA DEI CONSUMATORI
www.generazioneattiva.it

TFR: Che fare? Generazione Attiva intervista il Prof. Beppe Scienza giugno 19, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in assicurazioni, azioni, banche, beppe scienza, fondi pensione, governo, la pensione tradita, obbligazioni, pensione integrativa, risparmio, soldi, tfr, trattamento fine rapporto.
add a comment

TFR: COSA FARE? GENERAZIONE ATTIVA LO CHIEDE AL PROF. BEPPE SCIENZA, AUTORE DE “LA PENSIONE TRADITA”

 

Generazione Attiva ha posto oggi alcune domande a Beppe Scienza, Professore di Matematica all’Università di Torino, autore tra l’altro de La pensione tradita, libro andato in classifica la settimana scorsa su la Repubblica e il Corriere della Sera, che invita a rifiutare i fondi pensione e a tenere il TFR in azienda.

 

Leggi l’intervista

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.