jump to navigation

La RAI e i discorsi dei presidenti dicembre 31, 2007

Posted by Andrea in 1983, ciampi, cossiga, discorso del presidente della repubblica, europa, giovani, guerra, napolitano, pace, pertini, presidente, rai, savona, stella san giovanni.
Tags:
2 comments
L'immagine “https://i0.wp.com/festadaprile.ilcannocchiale.it/blogs/bloggerarchimg/festadaprile/Pertini%20Sandro%201.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

La Rai ha messo on-line sul proprio portale i discorsi dei vari Presidenti della Repubblica Italiana che si sono susseguiti da diversi anni a questa parte. Mi ha particolarmente colpito, (ma sembra non sia l’unico visto il voto dato al video dai visitatori), quello di Sandro Pertini del 31 Dicembre 1983.

Di tutti quelli che ricordo (Cossiga, Scalfaro, Ciampi non ce n’è uno che neanche lontanamente si avvicini all’essenza di Pertini (e stasera ne avremo la ri-conferma da Napolitano). Mi dispiace non aver avuto modo di “conoscere” questo Signor Presidente (essendo io nato nell’anno in cui faceva questo discorso), che tanto manca al nostro paese. Anche se anni fa ho avuto la fortuna di poter abitare nel suo comune di nascita, Stella San Giovanni, in provincia di Savona proprio di fronte la sua casa natale.

Buon 2008 a tutti e… viva Pertini! 

Annunci

LISTA CIVICA “GRILLO” ELEZIONI AMMINISTRATIVE FORIO 2008 dicembre 28, 2007

Posted by Andrea in colella, elezioni amministrative 2008, forio, ischia, lista civica grillo, meetup, regine.
Tags:
14 comments
L'immagine “https://i0.wp.com/photos4.meetupstatic.com/photos/event/8/3/e/0/highres_1833760.jpeg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Anche sulla nostra Isola, così come sta avvenendo un po’ in tutta Italia, si comincia a discutere dell’eventualità di presentare una lista civica per le prossime elezioni amministrative; in particolare, la prossima primavera si svolgeranno nel Comune di Forio.
Abbiamo bisogno di persone capaci, oneste, pulite, trasparenti e nuove, che concordino su un progetto comune, che poi è quello che dovrebbero condividere tutti gli iscritti al gruppo “Meetup Amici di Beppe Grillo dell’Isola d’Ischia“, perché viene per la gran parte da quello di cui Grillo scrive quotidianamente sul suo blog.

“I cittadini devono entrare in politica direttamente. Per la loro tutela e per quella dei loro figli.
I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi.
Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l’acqua o mantenerla sotto il loro controllo. Dai Comuni si deve ripartire a fare politica con le liste civiche.”

La lista aderisce ai requisiti per avere la certificazione di trasparenza beppegrillo.it. Tra i requisiti c’è, ad esempio, il non essere iscritti a partiti ed essere incensurati.
La lista certificata sara’ pubblicizzata dal blog beppegrillo.it e messa in condizione di scambiarsi informazioni e esperienze attraverso una piattaforma comune on-line che sarà messa a disposizione, sempre attraverso il blog.

Requisiti:
1. All’atto della loro candidatura e nel corso dell’intero mandato elettorale, i candidati non dovranno essere iscritti ad alcun partito o movimento politico
2. Il candidato non dovrà avere riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive, né avere procedimenti penali in corso al momento della propria candidatura
3. Il candidato non dovrà avere assolto in precedenza più di un mandato elettorale, a livello centrale o locale, a prescindere dalla circoscrizione nella quale presenta la propria candidatura
4.Ogni candidato dovrà risiedere nella circoscrizione del Comune o della Regione (a seconda che si tratti di elezioni comunali o regionali) per il quale intende avanzare la propria candidatura.
(Questo punto è oggetto di discussione a livello nazionale ed è molto probabile che i residenti nei comuni limitrofi, nel nostro caso quelli di tutta l’isola d’Ischia, possano candidarsi)

Impegni:
1. Ogni candidato si impegna a rimettere il mandato elettorale ricevuto, nel caso in cui, nel corso del suo svolgimento perda o si dimostri non abbia posseduto fin dall’origine uno o più dei requisiti minimi sopra descritti. In mancanza, l’intera lista perderà il diritto di qualificare la propria attività con la certificazione del blog
2. All’atto della propria candidatura, la lista provvederà a pubblicare in Rete, in un apposito ed adeguato spazio web, l’elenco dei componenti ed il loro curriculum vitae secondo uno standard che andremo a definire, con il proprio programma di governo ed istituirà contemporaneamente un blog aperto a tutti i cittadini che consenta il libero scambio di opinioni e critiche con i componenti della lista civica
3. La lista non potrà associarsi ad altri partiti o liste, se non certificate dal blog, per governare il Comune o la Regione

La discussione è all’indirizzo beppegrillo.meetup.com/160/

Amici di Beppe Grillo Isola d’Ischia
Web: beppegrillo.meetup.com/160

Uccisa Benazir Bhutto, prima donna leader di un paese islamico dicembre 28, 2007

Posted by Andrea in benazir bhutto, islam, musharraf, pakistan.
Tags:
add a comment
https://i1.wp.com/www.harrywalker.com/photos/Bhutto_Benazir.jpg

Ora che la Bhutto è stata fatta fuori Musharraf non ha più ostacoli…

Nessuna grazia a Bruno Contrada dicembre 26, 2007

Posted by Andrea in andreotti, borsellino, bruno contrada, cassazione, castello utveggio, cossiga, grazia, grillo, mastella, napolitano, paolo borsellino, salvatore borsellino, stato.
Tags:
10 comments
Aggiornamento 06/01/08
Le conclusioni della sentenza di I grado (1996)

La sentenza d’appello (2006)

https://i0.wp.com/www.rainews24.it/ran24/immagini/contrada_bruno.jpg

Lettera di Salvatore Borsellino a Beppe Grillo

Caro Beppe,
Mi sento in dovere di aggiungere queste mie considerazioni personali alle dichiarazioni di mia sorella Rita, che ho sottoscritto insieme a tutta la famiglia Borsellino, sulla incredibile vicenda della possibile concessione della grazia ad un traditore dello Stato che finora ha scontato solo 7 mesi sui 10 anni di detenzione a cui e stato condannato in via definitiva dallo corte di Cassazione.
Personaggio sul quale pesano peraltro gravissimi sospetti, oggetto di indagini purtroppo ancora in corso dopo ben quindici anni, in merito alle telefonate intercorse, 80 secondi dopo la strage, tra il castello Utveggio, dal quale e probabilmente stato azionato il telecomando per l’esplosione dell’ autobomba, da una utenza clonata intestata a Paolo Borsellino e l’ utenza dello stesso Contrada.
Come risulta da carte processali “si segnala l’esigenza di approfondire ipotesi ed elementi sin qui trascurati, nella prospettiva di individuare complici e mandanti esterni all’associazione mafiosa. Si individua un cospicuo raggio di attività investigative aventi oggetto organismi e persone che potevano contare sulla disponibilità dei locali di Castello di Utveggio, sede del Sisde, controllato a Palermo dal dottor Contrada”. Quella sede del Sisde smantellata pochi giorni dopo la strage perché evidentemente aveva esaurito il suo compito.
Basterebbero questi sospetti e l’esistenza di queste indagini per rendere inopportuna anche solo l’ipotesi della concessione della grazia ad un individuo sul quale pesano sospetti di questo genere ma per di piu anche dal punto di vista tecnico mi risulta che per reati di mafia (compresi nell’elenco di cui all’art 4 bis ord.pen.) non è possibile nè la sospensione della pena nè le misure alternative tra cui la detenzione domiciliare, salvo non collaborino con la giustizia.
Per sapere quello che mio fratello Paolo pensava di Bruno Contrada basta ricordare l’episodio, riportato in atti processuali, nel quale avendo Paolo sentito fare quel nome a tavola da un funzionario di polizia amico della figlia, era sobbalzato dicendo “chi ti ha fatto quel nome? puo bastare pronunciarlo a sproposito per morire”.
In quanto al cosiddetto ministro di grazia e giustizia non poteva che essere affidata ad un uomo come lui, che ha cosi bene portato a compimento i compiti di sottrarre inchieste scottanti ai loro giudici naturali, conditi da sottrazioni di incartamenti dalle casseforti del tribunale di incartamenti relativi a processi prima che al giudice che l’aveva in carico ne fosse comunicata l’avocazione, di portare a termine questo compito.
Risulta cosi chiara la missione storica che lo stesso Mastella dichiara essergli stata affidata da Giulio Andreotti nel momento in cui, prima riluttante, fu convinto dallo stesso Andreotti, oltre che da Cossiga, ad accettare questo incarico.

Auguri dicembre 24, 2007

Posted by Andrea in 2008, auguri, capodanno, feste, natale.
Tags:
add a comment
https://i1.wp.com/www.e-wallpapers.info/wp-content/uploads/2006/12/merry_christmas_by_dimant.jpg
A tutti un sincero augurio di Buon Natale e Felice 2008!
Andrea 

Intercettazione originale Agostino Saccà con Berlusconi dicembre 20, 2007

Posted by Andrea in berlusconi, fiction, giustizia, intercettazioni, manna, politica italiana, raccomandazioni, rai, saccà, senatori, televisione, urbani.
Tags:
15 comments

AGGIORNAMENTO 24 DICEMBRE 2007 ORE 10.00

Youtube ha rimosso il video per “contenuti non appropriati” su richiesta di qualcuno…. complimenti! Difficilmente riusciranno a rimuovere il file mp3 dalla rete…

Il file è ora qui  e qui

VERBALE: di trascrizione di conversazioni telefoniche in arrivo ed in partenza sull’utenza avente il numero XXX XXXXXXX in uso a Saccà Agostino, come da decreto del 05.06.2007 emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli a firma del Dott. Dr. Vincenzo PISCITELLI
Data: 21/06/2007
Ora: 18:40:09 Durata: 0:07:17

S.S. = Segretaria Saccà
S. = Saccà
S.P. = Segretaria Presidente
P. = Presidente
S: Pronto.
S.S.: Direttore, glielo passano.
S: Si,.. pronto.
S.P.: Si Direttore, le passo il Presidente.
S: Si, grazie.
P: Agostino!
S: Presidente! Buonasera ..come sta … Presidente…
P: Si sopravvive…
S: Eh .. vabbè, ma alla grande, voglio dire, anche se tra difficoltà, cioè io … lei è sempre più amato nel paese …
P: Politicamente sul piano zero …
S: Si.
P: … Socialmente, mi scambiano … mi hanno scambiato per il papa..
S: Appunto dico, lei è amato proprio nel paese, guardi glielo dico senza nessuna piangeria …
P: Sono fatto… oggetto di attenzione di cui sono indegno …
S: Eh .. ma è stupendo, perchè c’era un bisogno … c’è un vuoto … che .. che lei copre anche emotivamente … cioè vuol dire … per cui la gente .. proprio … è cosi … lo registriamo…
P: E’ una cosa imbarazzante ..
S: Ma è bellissima, però
P: Vabbè .. allora?
S: Presidente io la disturbo per questo, per una cosa fondamentale, volevo dirle alcune cose della Rai importanti in questo momento, perchè abbiamo faticato tanto per conservare la maggioranza .. eh, la maggioranza cinque è importante anche in questo passaggio, riusciamo a conservarla per un anno dopo la … ma è strategica questa cosa, ma se la stanno giocando in una maniera .. stupida … proprio, cioè … quindi, volevo.. lei già lo sa … perchè le avevo… volevo darle questo allarme, perchè, allora, se abbiamo la maggioranza in consiglio, e quindi abbiamo una forte importanza, questa maggioranza non la smonta più nessuno ormai dopo la decisione…
P: si, … non capisco Urbani che fa lo stronzo, no?!
(altro…)

Moratoria ONU contro la pena di morte: NON E’ VINCOLANTE (purtroppo)! dicembre 19, 2007

Posted by Andrea in abolizione, assemblea generale, moratoria, onu, pena di morte, risoluzione.
Tags:
2 comments
https://i2.wp.com/www.solidarityinternational.org/workimg/pena%20di%20morte%203.jpg

Vedo molta confusione in giro, anche su tg e stampa in merito alla moratoria ONU sulla pena di morte. Forse non è chiaro a molti che:

1) Moratoria non significa abolizione;

2) La risoluzione approvata dall’assemblea generale dell’Onu NON E’ vincolante per gli Stati!

Questo solo per far chiarezza vista l’informazione che ci ritroviamo

CITTADINI COMUNITARI – COMMISSIONE EUROPEA: “RICHIEDERE UN AMMONTARE MINIMO DI REDDITO IN CONTRASTO CON IL DIRITTO COMUNITARIO” dicembre 18, 2007

Posted by Andrea in anagrafe, bruxelles, burocrazia, cittadella, cittadini comunitari, comunitari, decreto legislativo 30/2007, dg giustizia libertà e sicurezza, direttiva 2004/38 ce, forio, francese, francia, frattini, ignoranza, iscrizione anagrafica, italia, razzismo, residenza, risorse economiche, ue.
Tags:
1 comment so far

https://i1.wp.com/www.panoramio.com/photos/original/11196.jpg

La Direzione Generale Giustizia Libertà e Sicurezza presieduta dal Commissario Frattini conferma lo spirito della Direttiva 2004/38

Bruxelles – 18 Dicembre 2007 —Per l’iscrizione nel registro dell’Anagrafe del Comune da parte di cittadini comunitari basta la dichiarazione di avere risorse economiche sufficienti per loro stessi e per le loro famiglie per non diventare un onere a carico dell’assistenza sociale dello stato membro ospitante. Gli stati membri non possono esigere che venga indicato un ammontare minimo per la disponibilità di risorse economiche. Il certificato di iscrizione, inoltre, con indicazione del nome della persona, dell’indirizzo e della data di iscrizione deve essere rilasciato senza ritardo. Ai cittadini comunitari che studiano in Italia, non può essere richiesto un certificato di nascita o un estratto conto bancario. Tali condizioni, che non sono previste nella direttiva 2004/38 sono in contrasto con il diritto comunitario.”

Così la Commissione Europea risponde al caso della cittadina francese che qualche settimana fa aveva denunciato quanto vissuto al Comune di Forio (NA) dove gli era stata negata (e ad oggi gli si continua a negare) la possibilità di iscriversi al registro dei residenti in quanto gli si richiedevano documenti non previsti come l’atto di nascita o ancora l’estratto del conto corrente, rifiutando peraltro la possibilità di auto-certificarsi, nonostante quanto stabilito dalla direttiva comunitaria 38 del 2004 che in Italia è recepita dal decreto legislativo 30 del 2007.

Bruxelles non poteva essere più chiara di così’, speriamo che ciò basti al Comune di Forio per procedere immediatamente, senza ulteriori ritardi, all’iscrizione della studentessa francese all’Anagrafe, quantomeno con le scuse ufficiali da parte di chi ha interpretato in modo così arbitrario la legge” questo il commento di Andrea D’Ambra, Presidente dell’Associazione in difesa dei cittadini e consumatori Generazione Attiva.

Generazione Attiva

Associazione Nazionale Indipendente in difesa dei Cittadini e dei Consumatori

www.generazioneattiva.it

Ischia: muoiono 3 ragazzi, arrestato 20enne. Guidava ubriaco dicembre 16, 2007

Posted by Andrea in alcol, droga, forio, giovani, guida, incidenti stradali, ischia, strada.
Tags:
add a comment

L'immagine “https://i2.wp.com/www.vacasflacas.it/Library/incidente.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

ISCHIA – A Ischia, dove non esistono strade a scorrimento veloce, non si aveva memoria di una strage del sabato sera: oggi, prima dell’alba, sono morti tre ragazzi, in uno scontro fra due auto. Altri tre giovanissimi sono rimasti gravemente feriti, c’e anche un minore, che in queste ore combatte per vivere. Chi guidava in modo spericolato ha 20 anni, ed è stato arrestato per omicidio plurimo colposo: aveva nel sangue tracce di alcol e droga. Probabilmente, si apprende in serata, quei ragazzi, di ritorno da una discoteca, avevano bevuto tutti. Antonio Fiore, 20 anni, guidava un’Alfa 147 Turbo Diesel (1900 di cilindrata) alle 4.30 di stamattina, in direzione Forio D’Ischia, verso casa. Si è schiantato contro un’auto proveniente dalla direzione opposta, una Citroen C1, che, secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, è stata letteralmente investita dall’Alfa, lanciata a forte velocità. Fiore è stato arrestato dai carabinieri – coordinati dal capitano Luigi Mauro, e dal comandante del nucleo radiomobile Pierangelo Iannicca – che indagano per ricostruire la dinamica dell’incidente. Ora è piantonato dai militari in ospedale: ritenuto responsabile di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose plurime, dopo che test alcolemico e quello ai cannabinoidi sono risultati positivi. Secondo indiscrezioni, tutti gli altri protagonisti di questa strage avevano analisi del sangue alterate dall’alcol. Un inizio di serata in discoteca: ad Ischia, anche in inverno, non si entra prima dell’una, l’una e trenta, in piena notte. Poi un salto in un pub, dove i giovani avrebbero consumato delle bevande alcoliche e via in macchina. Dopo alcuni chilometri l’impatto violentissimo. Muoiono praticamente sul colpo Giovanni Barretta, 18 anni, Aniello Impagliazzo, 22 anni e Giuseppe Ballirano, 19 anni, tutti del posto. Si trovava con loro, su quella stessa Alfa 147, anche un minore, che combatte fra la vita e la morte: A.P, 16 anni, attualmente in Rianimazione al Rizzoli di Lacco Ameno. Il 16enne, secondo le informazioni rese dai sanitari, ha subito una grave contusione polmonare. L’ultima TAC, cui è stato sottoposto nel tardo pomeriggio, dà condizioni stazionarie. Alle prime luci del giorno le tre salme sono state imbarcate per Napoli e portate all’ospedale civile di Napoli ‘Umberto I’, per l’esame autoptico. Gli occupanti della Citroen C1 che marciava nella direzione opposta a quella dell’Alfa e quindi da Forio ad Ischia, Antonio Ballirano, 20 anni, e Giovanni Mennella, 28 anni, entrambi di Lacco Ameno, sono stati operati al Rizzoli per emorragie interne allo stomaco e ricoverati con prognosi riservata. A Ischia c’é grande sgomento per l’incidente più grave che l’isola ricordi.Fonte: Ansa 

INQUINAMENTO ENEL DA PCB NEL MARE DELL’ISOLA D’ISCHIA: GENERAZIONE ATTIVA CHIEDE L’INTERVENTO EUROPEO dicembre 12, 2007

Posted by Andrea in agenzia regionale protezione ambientale, arpac, cancerogeno, enel, generazione attiva, inquinamento, lacco ameno, mare, pcb, policlorobifenili, tossico.
Tags:
2 comments

https://i0.wp.com/www.abandonedbutnotforgotten.com/Hunters%20Point/CautionPCB.jpg

Dopo le rilevazioni dell’Arpac che confermano un inquinamento 186 volte superiore alla norma

Ischia (NA) – 12 Dicembre 2007 — L’Associazione Nazionale Indipendente in difesa dei Cittadini e Consumatori Generazione Attiva ha inviato quest’oggi un’interrogazione alla Commissione Europea nella quale si espongono tutti i fatti accaduti con relazione all’inquinamento da policlorobifenili (PCB) in seguito alla rottura di cavi Enel a Lacco Ameno (NA) nel mare antistante le coste dell’Isola d’Ischia, e con la quale ha richiesto l’intervento di Bruxelles per porre fine al rischio ambientale tuttora esistente.

L’azione mutagena e cancerogena del policlorobifenile e’ fin troppo nota. I PCB sono tossici per il pesce e per la fauna acquatica in generale, persistono a lungo nell’ambiente e si accumulano nella catena dell’alimentazione (bio-accumulo). Hanno effetti tossici sull’uomo e su tutti gli esseri viventi afferma Andrea D’Ambra, Presidente di Generazione Attiva.

Il silenzio delle Autorità preposte al controllo e alla tutela del nostro territorio è assordante“. Le rilevazioni dell’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania (ARPAC) che confermano un inquinamento da Policlorobifenile 186 volte superiore alla norma avrebbero dovuto far scattare immediatamente l’intervento delle suddette autorità che invece latitano!! Tutto a danno della salute dell’ecosistema e della popolazione in quella che dovrebbe essere l’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno” conclude D’Ambra.

GENERAZIONE ATTIVA

Associazione Nazionale Indipendente in difesa dei Consumatori

www.generazioneattiva.it

 https://i0.wp.com/www.aboliamoli.eu/29.10.Giul%20Ver12.JPG  https://i0.wp.com/www.aboliamoli.eu/fusti%20a%20bordo%20alfa%20napoli%2015.11-9.JPG   https://i2.wp.com/www.aboliamoli.eu/uscita%20fusti%2029.10.5.JPG