jump to navigation

VERGOGNA!!! settembre 19, 2008

Posted by Andrea in antonio d'alessio, aragona servizi ecologia, avvisi di garanzia, carabinieri, concetta cristiano, forio, franco regine, giovan giuseppe iacono, giuseppe cioffi, giustizia, indagini, ischia, loredana de girolamo, maria aleia, mario ioele, mario russo, michele regine, noe, percolato, rifiuti, sequestro, sito di stoccaggio, torre saracena.
Tags:
add a comment

https://i1.wp.com/www.rotaryischia.it/foto/francesco_regine.jpg

Il Sindaco di Forio Dott. Franco Regine

FORIO/ AREA RIFIUTI CAVALLARO SEQUESTRATA, 7 AVVISI DI GARANZIA
giovedì 18 settembre 2008
C’é anche il sindaco del Comune di Forio d’Ischia Franco Regine tra le sette persone a cui oggi i carabinieri del Noe di Napoli e della compagnia di Ischia hanno consegnato avvisi di garanzia per l’utilizzazione da parte del Comune del terreno in località ‘Cavallaro’ per la raccolta dei rifiuti solidi urbani in assenza delle previste autorizzazioni, la gestione illecita dei rifiuti e la distruzione o deturpamento di bellezze naturali. I carabinieri hanno eseguito il decreto di sequestro preventivo sottoscritto dal PM Antonio D’Alessio, della Procura di Napoli, ed accolto dai GIP Maria Aleia, Concetta Cristiano e Loredana De Girolamo, sequestrando anche il sito di stoccaggio. Avvisi di garanzia sono stati consegnati anche all’assessore alla nettezza urbana del Comune di Forio, Mario Russo; al dirigente del settore programmazione, progettazione, verifiche e controlli sulle attività appaltate per la nettezza urbana Iacono Giovan Giuseppe; ai dirigenti del consorzio della ‘Torre Saracena pubblici servizi spa’, che gestisce la raccolta e lo stoccaggio dei rifiuti a Forio, Michele Regine, Mario Ioele e Giuseppe Cioffi; a L. P., dirigente della ‘Aragona Servizi ecologia’, che gestisce il trasporto dei rifiuti a Napoli.

Da Teleischia

SEQUESTRATA A FORIO AREA RIFIUTI
giovedì 18 settembre 2008

I carabinieri del Noe (Nucleo Operativo Ecologico) di Napoli stamattina stanno sequestrando un sito di stoccaggio di rifiuti a Forio in cui veniva scaricato ogni tipo di rifiuto, da quello solido urbano a quello speciale e non veniva in alcun modo raccolto il percolato di scarto.
I militari hanno anche notificato sette avvisi di garanzia. I carabinieri stanno infatti eseguendo anche numerose perquisizioni di società operanti nel campo ambientale sull’isola e notificando gli avvisi di garanzia ad alcuni amministratori locali e rappresentanti legali delle due società chiamate alla gestione della raccolta dei rifiuti solidi urbani. Gli indagati sono ritenuti responsabili di gestione illecita di rifiuti e deturpazione di bellezze naturali. (ANSA).

Da Teleischia

Napoli, 18:07
RIFIUTI: SEQUESTRO SITO A ISCHIA, SINDACO FORIO INDAGATO

Sette persone, tra cui il sindaco di Forio Franco Regine, sono destinatarie di avvisi di garanzia per l’utilizzo da parte dell’amministrazione comunale, una delle nove dell’isola di Ischia, di un terreno in localita’ Cavallaro per lo stoccaggio di rifiuti solidi urbani in assenza di autorizzazioni. Il sito e’ stato sequestrato in forma preventiva dalle forze dell’ordine su mandato del gip di Napoli. L’inchiesta del pm Antonio D’Alessio coinvolge anche l’assessore alla Nettezza urbana Mario Russo, tecnici comunali e i vertici del consorzio che gestisce la raccolta nel territorio comunale e quelli per il trasporto dei rifiuti a Napoli. Oltre alla gestione illecita della raccolta dei rifiuti solidi urbani, ai sette indagati viene contestata anche la deturpazione di bellezze naturali.

Da Repubblica.it

(altro…)

Annunci

Il Tribunale ordina l’iscrizione anagrafica della studentessa francese al Comune di Forio agosto 1, 2008

Posted by Andrea in 2004/38/ce, anagrafe, autocertificazione, cittadini europei, comunitari, d'ambrosio, Decreto Legislativo 6 febbraio 2007 n. 30, europa, forio, francia, ischia, iscrizione anagrafica, libera circolazione, tribunale di napoli, ue.
Tags:
3 comments
//www.poliziamunicipaleforio.it/fotopm/comune.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.
Municipio di Forio (NA)

Chi legge questo blog è già a conoscenza del caso della studentessa francese alle prese con l’iscrizione anagrafica negata (e con questa anche il diritto di voto) da parte del Comune di Forio (NA) (in deroga alle previsioni comunitarie sulla libera circolazione dei cittadini europei). L’ultima notizia era di qualche giorno fa e arrivava da Bruxelles.

Ora, finalmente, dopo quasi un anno dai primi avvenimenti, un Giudice del Tribunale di Napoli, sezione distaccata di Ischia, ha ordinato al Comune di Forio l’iscrizione anagrafica della cittadina francese.

La sentenza del Tribunale di Napoli – sezione distaccata di Ischia (formato .doc)

Dal quotidiano “Il Golfo” di oggi Venerdì 1 Agosto 2008 Pagine 7-12

GIUSTIZIA | E’ dovuto intervenire il giudice Corrado D’Ambrosio della sezione distaccata di Ischia
GIUSTIZIA È FATTA PER LA FRANCESE
Accogliendo il ricorso presentato dall’avv. Gino Di Meglio, ha ordinato all’ufficio anagrafe del comune di Forio di iscrivere nel proprio registro il nome della cittadina dell’Unione europea C. L. R. Per lei si erano mossi la Presidenza della Repubblica, il console generale presso l’ambasciata francese a Roma e finanche il ministro degli esteri Franco Frattini. Ma dal palazzo comunale di Forio c’è stato sempre il silenzio e il diniego. Ora sono costretti a iscriverla, pena un provvedimento penale nei loro confronti
(altro…)

Studenti Comunitari – Bruxelles: “Per l’iscrizione all’anagrafe va accettata la tessera europea di assicurazione malattia perché vale come assicurazione malattia che copre tutti i rischi” luglio 24, 2008

Posted by Andrea in 2004/38, anagrafe, assicurazione sanitaria, cittadini comunitari, cittadini dell'unione, DECRETO LEGISLATIVO 6 febbraio 2007, europa, forio, forio d'ischia, immigrazione, isola d'ischia, jacques barrot, libera circolazione, n.30, regolamento 1408/71, risorse sufficienti, roberta angelilli, team, tessera europea di assicurazione malattia.
Tags:
4 comments

https://i2.wp.com/www.europarl.europa.eu/mepphoto/1941.jpg

L’On. Europarlamentare Roberta Angelilli (Alleanza Nazionale / UEN)

24 Luglio 2008 – Così La Commissione Europea a pochi giorni dalla risposta all’interrogazione dell’On. Europarlamentare Francese Jean-Luc Bennahmias torna sul caso della studentessa francese alle prese con la iscrizione all’anagrafe negata da parte del Comune di Forio (NA).

Il Commissario Barrot, che risponde a nome della Commissione, lo fa in modo chiaro e determinato approfittando dell’occasione fornitagli dall’On. Europarlamentare Roberta Angelilli (Alleanza Nazionale / Unione per l’Europa delle nazioni) e dalla sua interrogazione E-2909/08 per affermare, tra l’altro, che:

Conformemente all’articolo 34bis del regolamento 1408/71 , la tessera europea di assicurazione malattia deve essere accettata come prova del rispetto, da parte degli studenti, della condizione che prevede l’obbligo di disporre di un’assicurazione malattia che copre tutti i rischi, stabilita dall’articolo 7, paragrafo 1, lettera c), della direttiva 2004/38/CE . La tessera copre tutti gli interventi medici eventualmente necessari durante l’intera durata del periodo di soggiorno dello studente. “

Per l’iscrizione anagrafica agli studenti comunitari in possesso della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) non deve quindi essere richiesto alcun modello E *** come ad esempio l’E106 (in questo caso inutile ma peraltro impossibile da ottenere per molti studenti comunitari) né questi, possono essere costretti a dover stipulare un’assicurazione privata (che si manifesterebbe inoltre come una palese discriminazione, contraria allo spirito del diritto comunitario).

L’ennesima tegola si abbatte sul Comune di Forio, sull’Isola d’Ischia, a causa di alcuni personaggi che pensano di poter interpretare le norme in modo molto fantasioso e che scambiano la funzione pubblica per privata.

Il testo dell’Interrogazione

23 maggio 2008
E-2909/08
INTERROGAZIONE SCRITTA di Roberta Angelilli (UEN) alla Commissione

Oggetto: Ulteriori informazioni circa l’attuazione pratica della direttiva n. 38/2004/CE nel Comune di Forio in provincia di Napoli

Con la risposta del 29 febbraio 2008 all’interrogazione E-6276/07 la Commissione riferiva testualmente che nel caso specifico in oggetto i cittadini dell’Unione non dovrebbero essere tenuti a produrre il loro certificato di nascita quale prova di identità, giacché ai fini della loro registrazione è sufficiente che presentino la propria carta d’identità o il proprio passaporto. Inoltre, la Commissione stessa aggiungeva, in merito alla disponibilità di risorse sufficienti che devono essere dimostrate, che gli studenti, come la persona cui si riferisce l’interrogazione precedente, possono dichiarare di disporre di risorse sufficienti senza che gli Stati membri abbiano la facoltà di esigere che tale dichiarazione citi un ammontare specifico di risorse.

Tuttavia, nonostante la chiarezza della risposta data dalla Commissione, a tutt’oggi il Comune di Forio, in provincia di Napoli, non ha ancora provveduto a concedere il visto per motivi di studio alla studentessa francese interessata. Infatti, il Comune di Forio ha comunicato ufficialmente alla studentessa di non riconoscerle il diritto di soggiorno, giacché non riconosce come valida l’autocertificazione di disporre di risorse sufficienti né ritiene valida ai fini dell’iscrizione anagrafica la tessera europea di assicurazione malattia rilasciata dalla Francia.

Tutto ciò premesso, s’interroga la Commissione per chiederle:
1.     come intende affrontare la questione in sede formale con le Autorità italiane;
2.     se la Tessera europea di assicurazione malattia é valida, ai sensi della direttiva n. 38/2004, per l’iscrizione all’anagrafe dei cittadini comunitari;
3.     un quadro generale della situazione.

La risposta della Commissione

E-2909/08IT
Risposta di Jacques Barrot
a nome della Commissione
(23.7.2008)

1. Come affermato nella risposta della Commissione all’interrogazione scritta E-2938/08 di Jean-Luc Bennahmias [1], il 14 maggio 2008 la Commissione ha inviato una lettera alle autorità italiane in merito al fatto che il Comune di Forio ha richiesto la presentazione del certificato di nascita e la dimostrazione della disponibilità di risorse sufficienti per la registrazione della studentessa francese in questione.

A seguito della lettera della Commissione del 14 maggio 2008, la ricorrente ha trasmesso ulteriori informazioni riguardo al presunto rifiuto dell’Italia di accettare la sua tessera europea di assicurazione malattia. La Commissione esamina attualmente tale questione aggiuntiva e intende contattare le autorità italiane in proposito.

2. Conformemente all’articolo 34bis del regolamento 1408/71 [2], la tessera europea di assicurazione malattia deve essere accettata come prova del rispetto, da parte degli studenti, della condizione che prevede l’obbligo di disporre di un’assicurazione malattia che copre tutti i rischi, stabilita dall’articolo 7, paragrafo 1, lettera c), della direttiva 2004/38/CE [3]. La tessera copre tutti gli interventi medici eventualmente necessari durante l’intera durata del periodo di soggiorno dello studente.

3. Nella seconda metà del 2008 la Commissione presenterà una relazione sull’attuazione della direttiva 2004/38/EC da parte di tutti gli Stati membri.

[1] GU C

[2] Regolamento (CEE) n. 1408/71 del Consiglio, del 14 giugno 1971, relativo all’applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati e ai loro familiari che si spostano all’interno della Comunità, GU L 149 del 5.7.1971, modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 1992/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, GU L 392 del 30.12.2006.

[3] Direttiva 2004/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, relativa al diritto dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri, GU L 158 del 30.4.2004.

Trasporti marittimi nel golfo di Napoli – Alilauro: I residenti? Non possono prenotare in anticipo giugno 22, 2008

Posted by Andrea in abusi, alilauro, aliscafo, beverello, biglietto, consumatori, estate, forio, imbarco, passeggeri, prenotazione, residenti, trasporti, utenti, vessazioni, viaggio.
Tags:
add a comment

//www.lauroweb.com/images/alilauro.gif” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Domenica 22 Giugno, ore 11 circa del mattino, porto di Forio mi reco alla biglietteria Alilauro. Chiedo un biglietto “residente”, per la corsa delle 18.30 Forio-Beverello.

Il dipendente Alilauro dietro lo sportello mi mostra l’avviso affisso che non avevo visto che informa che la corsa delle 18.30 è già piena. Con stupore chiedo se anche per i residenti non ci sia più posto e il gentile addetto Alilauro mi risponde positivamente. Alla mia richiesta sulla presenza o meno di una quota di posti riservata ai residenti la risposta dell’altra parte è incomprensibile.

Domando a questo punto, se è possibile, per evitare che ciò mi riaccada di nuovo di trovare l’aliscafo già al completo, di prenotare i due posti residenti per la corsa delle 18.30 Forio-Beverello di Domenica prossima (29 Giugno). Ma purtroppo anche questa possibilità mi viene negata non potendo i residenti prenotare in anticipo, perché tale “diritto” sembra riservato soltanto ai passeggeri non residenti che comprano il biglietto “ordinario” il cui prezzo (15 Euro ca.) è il triplo di quello “ridotto” (5 Euro).

Secondo lo sportellista quella corsa potrei prenotarla “Solo il giorno della partenza”. Ma, faccio notare, che in questo modo può accadere di nuovo, come oggi, che già alle 11 del mattino questa sia completa e il residente non possa usufruirne. Alla società conviene così? Una corsa solo per i non residenti quindi?

Dopo aver consultato gli orari delle corse chiedo quindi un biglietto per quella precedente, delle 16.30 da Forio per il Beverello ma al momento di pagare invece dei 5 Euro normalmente previsti me ne vengono chiesti 6. “E’ aumentato ancora il biglietto?” chiedo “No, in prenotazione costa di più

Come dovrei fare per pagare il prezzo “ridotto” senza maggiorazioni? “Farlo prima della partenza” mi si dice.

Ok, ho capito, il residente non ha proprio alcuna chance di imbarcarsi, tutto sembra fatto in modo da evitare che un isolano possa munirsi di biglietto “ridotto” (10mila delle vecchie lire) in estate, soprattutto nei giorni in cui l’affluenza turistica è notevole, come durante il fine settimana.


V2 DAY 2008 LA RACCOLTA delle FIRME PER INDIRE TRE REFERENDUM CONTINUA NEL MESE DI MAGGIO ANCHE SULL’ISOLA D’ISCHIA maggio 7, 2008

Posted by Andrea in comune, finanziamenti editoria, firmare, forio, gasparri, grillo, informazione, ischia, lista civica, meetup, ordine giornalisti, referendum, televisione, v2day.
Tags:
1 comment so far

https://i0.wp.com/photos4.meetupstatic.com/photos/event/8/3/e/0/highres_1833760.jpeg

“Gli Amici di Beppe Grillo dell’Isola d’Ischia” e la Lista Civica “Amici di Grillo per Forio” invitano a firmare per l’indizione di tre referendum

“..Il Cittadino informato può decidere, il cittadino disinformato “crede” di decidere. Disinformare è il miglior modo per dare ordini. Si raccoglieranno le firme per tre referendum abrogativi: l’abolizione dell’ordine dei giornalisti di Mussolini, presente solo in Italia, la cancellazione dei contributi pubblici all’editoria, che la rende dipendente dalla politica e l’eliminazione della legge Gasparri sulla radiotelevisione, per un’informazione libera dal duopolio partiti-Mediaset.” Beppe Grillo

Sono queste le parole che definiscono i motivi della raccolta delle firme nel V2Day del 25 aprile 2008.
I tre referendum che verranno proposti sono:

1) ABOLIZIONE DELL’ORDINE DEI GIORNALISTI
L’ordine dei giornalisti di Mussolini ha creato una casta auto-referenziale. Informare è un diritto di tutti.

2) ABOLIZIONE DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO ALL’EDITORIA
Il finanziamento pubblico all’editoria costa un miliardo di euro all’anno. I politici pagano gli editori per poterli usare e controllare.

3) ABOLIZIONE DELLA LEGGE GASPARRI
In nessuna democrazia del mondo una legge vergognosa come la Gasparri consegna le televisioni a un gruppo privato come Mediaset e ai partiti. L’informazione va restituita ai cittadini.


E’ possibile firmare, presentandosi muniti di un documento di identità valido:
– all’Ufficio Anagrafe del Comune di Ischia dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle 13:00 e dalle ore 17:00 alle 18:30
– all’Ufficio Anagrafe del Comune di Forio dal lunedì al venerdì dalle ore 09:30 alle 13:30 e il giovedi anche dalle ore 17:00 alle 19:00.

L’ultimo giorno della raccolta firme sarà VENERDI 30 MAGGIO 2008.

Amici di Beppe Grillo dell’Isola d’Ischia

25 APRILE 2008 A ISCHIA UN AFFOLLATO V2DAY aprile 26, 2008

Posted by Andrea in 25 aprile 2008, amici di grillo, beppe grillo, costituzione, d'ambra, finanziamenti editoria, forio, iniziativa popolare, ischia, legge 352/70, legge gasparri, meetup, ordine giornalisti, referendum, regine, v2day, vidimazione.
Tags:
1 comment so far

A ISCHIA GRANDE SUCCESSO DELLA RACCOLTA FIRME PER I REFERENDUM PROPOSTI DA
BEPPE GRILLO PER UNA LIBERA INFORMAZIONE IN ITALIA, NONOSTANTE L’OSTRUZIONISMO DELL’AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE DI FORIO CHE HA, PER ORA, IMPEDITO IL REGOLARE SVOLGIMENTO DI UN DIRITTO AI SUOI CITTADINI

Soddisfazione del Meetup di Ischia e della Lista Civica Amici di Beppe Grillo per Forio, tra i quali Andrea D’Ambra, definito da Beppe Grillo uno dei più grandi rompiscatole d’Italia, avendo raccolto 850.000 firme per l’abolizione dei costi di ricarica dei cellulari, per l’andamento più che lusinghiero della raccolta firme per i Referendum proposti da Beppe Grillo per una libera informazione:
1) abolizione dell’ordine dei giornalisti,
2) Abolizione dei finanziamenti pubblici di un miliardo di euro all’anno all’editoria,
3) abolizione della legge Gasparri e del duopolio Partiti-Mediaset.

Una storia … italiana, a Forio d’Ischia.
La giornata ha avuto premesse e preparazione difficili e contrastate.
Lunedì scorso, 21 Aprile 2008, uno dei ragazzi candidati a Forio, Corrado Visone è andato al Comune di Forio per far protocollare le richieste per suolo pubblico e autenticatori, in modo che anche a Forio, oltre che nel comune di Ischia si potesse preparare un banchetto per la raccolta le firme a sostegno dei referendum.
L’impiegata dell’Ufficio Protocollo gli ha detto di passare il successivo giovedì 24, per l’autorizzazione e di recarsi dalla signora Petrone, dirigente dell’Ufficio Anagrafe/Elettorale del Comune di Forio, alla quale avrebbe passato la pratica; quest’ultima avrebbe provveduto a far vidimare i moduli e a comunicare chi fossero gli autenticatori.
Come convenuto nella mattina del 24 Aprile, Corrado si è recato al Comune dove la signora Petrone gli ha detto che:
1) la vidimazione non poteva farla;
2) la richiesta non andava bene;
3) “Domani venerdì è l’unico giorno libero dopo che hanno fatto gli straordinari e non si può pretendere che loro si mettono a fare gli autenticatori”;
4) “Al massimo se li riuscissimo ad ottenere, questi devono rimanere tra le mura del Comune perché i funzionari comunali non possono uscire”;
5) che non avevamo le autorizzazioni etc etc…

In conclusione ha invitato Corrado ad andare dalla Segretaria Generale dott.ssa Bisogno, al piano superiore. La funzionaria pubblica ha chiesto a Corrado chi lo avesse fatto entrare, ha redarguito il signor Gerardo all’ingresso, ha detto che la signora Petrone aveva già spiegato tutto, che nemmeno lei, Segretaria Generale poteva vidimare i moduli, perché:
“questi moduli devono arrivare per posta dal comitato promotore” e ancora aggiunto
“voi non volete seguire le regole”
“adesso non puoi fare niente, queste cose devono arrivare per posta”
“ma io non te li do gli autenticatori, domani è giorno libero…”

Quando Corrado lunedì 21 aprile aveva protocollato tutte le richieste, ha anche domandato se servivano altre cose e l’impiegata dell’Ufficio Protocollo aveva detto che ci pensava lei a passare la richiesta a chi di dovere.
La segretaria generale dott.ssa Bisogno ha anche detto che non capiva perché fossimo andati da lei e che: “ l’altra volta ho dovuto aspettare due mesi e mezzo per la richiesta del comitato promotore” nonostante noi in passato a Forio non avessimo mai fatto alcuna raccolta firme per referendum.
Tutto questo con toni e modi, non da pubblico ufficiale al servizio dei cittadini, ma alterati e maleducati che hanno convinto il nostro Corrado ad alzarsi, salutare e andarsene. Alla faccia del Bisogno. Siamo stati accusati di non aver seguito la procedura, prima ci hanno mandato dal Segretario Generale poi questa ha negato anch’ella la vidimazione.
(Art. 71 e 75 Costituzionali nonché Legge 352/70)
Verso le ore 14.00 abbiamo contattato telefonicamente il Sindaco Dott. Regine che ci ha chiesto di passare nel pomeriggio garantendoci la vidimazione dei moduli e lo spazio pubblico.
Nel pomeriggio, certi che tutto potesse risolversi, alcuni di noi (Vincenzo, Davide, Marco) si sono recati di nuovo al Municipio. Abbiamo avuto l’autorizzazione del suolo pubblico e siamo andati a chiedere per gli autenticatori. Siamo saliti ai piani alti per far vidimare i moduli, erano le 18.15 ma la Segretaria Generale non c’era già più.
Abbiamo quindi incontrato il Sindaco che alzando le mani al cielo ha detto che non poteva fare nulla. Il Vice Segretario Generale ha detto che non poteva prendersi questa responsabilità.
La signora Petrone, tanto per ribadire un regolamento di protocollo attuato solo a Forio e non negli altri 475 Comuni italiani dove oggi è cominciata la raccolta firme, ha ribadito che ci doveva essere richiesta ufficiale dal comitato promotore, se veniva poi di persona da Roma un delegato dello staff di Beppe Grillo, sarebbe stato perfetto.
A questo punto non è inutile dire che in tutta Italia si sono seguite le stesse procedure, dettate dalla legge, per l’organizzazione dei banchetti per la raccolta delle firme a sostegno dei referendum.
Diritti Costituzionali che nessuno può prendersi la responsabilità di negare, tranne che a Forio d’Ischia, dove, ripetiamo, è stato negato l’esercizio di questo diritto costituzionale.

Per il primo VDay tenutosi l’8 Settembre 2007, per una proposta di legge di iniziativa popolare che ha detto no ai parlamentari condannati, massimo due legislature per i parlamentari e per il ritorno alla preferenza del candidato in lista, bastò una telefonata al Segretario Generale del Comune di Ischia per informarlo che andavamo a far vidimare i moduli. Giunti in Comune, la casa dei cittadini, ci vollero solo alcuni minuti per apporre le firme d’obbligo, i timbri e la vidimazione fu fatta.
Perché solo a Forio ciò non è stato possibile???

Non è la prima volta purtroppo che accadono cose discutibili negli uffici del Comune di Forio, tante sono le testimonianze quotidiane che ci arrivano. Ultima solo in ordine di tempo, quella dei risultati elettorali inesatti della nostra Lista Civica Amici di Beppe Grillo per Forio che furono comunicati come definitivi a Prefettura e Ministero dell’Interno dal Comune di Forio, dati che sono stati poi ripresi dalla stampa ignara dell’errore.
Ci auguriamo che la lista appena eletta con il sindaco dott. Franco Regine, riuscirà anche a risolvere i problemi burocratici che hanno dato vita a questa straordinaria storia italiana di ordinaria amministrazione.

311 VOLTE GRAZIE ! aprile 16, 2008

Posted by Andrea in forio.
Tags:
add a comment

https://i0.wp.com/photos3.meetupstatic.com/photos/event/2/2/2/d/highres_3668749.jpeg

Grande soddisfazione della Lista Civica Amici di Grillo per Forio con il Candidato Sindaco Andrea D’Ambra, per il 3% delle preferenze con 311 voti, risultato ottenuto alle Elezioni Amministrative nel Comune di Forio, Ischia.

“Non è stato semplice votarci, molti ci hanno manifestato il loro sostegno e il loro interesse pur confidandoci di aver dovuto votare una delle due liste principali, in una logica di voto “contro” l’avversario e non “per” qualcuno o qualcosa. Ciò nonostante centinaia di Foriani e Panzesi ci hanno espresso la loro fiducia”.

E’ la prima dichiarazione post-voto di Andrea D’Ambra dopo che, alle ore 21 del 15.04.08 il sito del Ministero degli Interni aveva messo on line dati secondo i quali la Lista Civica Amici di Grillo per Forio si era attestata quinta su cinque liste con 298 voti, dopo quella del PCIML con 414 voti. Tale informazione è risultata sbagliata a una ulteriore verifica del Ministero degli Interni ed è stata corretta sul sito dei risultati.

Questo il confortante risultato ottenuto, partendo da zero, da un gruppo di giovani senza tessere di partito né precedenti penali, senza alcun legame con la classe politica locale. senza voti di scambio, senza confondere i diritti per favori, autofinanziatosi per tutte le spese sostenute e pubblicandone il resoconto in modo trasparente su Internet, senza sponsor o gruppi di potere/lobby dietro di loro, senza spot a pagamento sui mezzi di informazione…


Un gruppo di Cittadini che in maniera limpida, semplice e autentica ha affrontato una competizione elettorale e ottenuto tutti questi voti è un fenomeno senza precedenti nel panorama politico-amministrativo di Ischia, che non può che dare base consistente alla crescita di una nuova coscienza civile e sociale.

“Teniamo a ringraziare uno ad uno, in prima persona, le 311 persone, elettrici ed elettori ischitani che ci hanno manifestato la loro fiducia attraverso il voto, un voto prezioso, che non andrà perso perché, seppur non eletti, continueremo con le nostre battaglie in difesa della collettività. Questo come abbiamo già dimostrato di saper fare in passato (abolizione dei costi di ricarica dei telefonini) e tuttora (camera iperbarica per l’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno).

Saremo sempre presenti per far pressione consapevole sull’attuale amministrazione eletta (Sindaco Regine) nonché sull’opposizione (G.Colella) affinché facciano entrambe il loro dovere al servizio dei Cittadini di Forio”.

Ai mezzi di informazione aprile 16, 2008

Posted by Andrea in forio, ischia.
Tags:
add a comment

Rettifica ai sensi dell’art. 8 legge sulla stampa 8 febbraio 1948, n. 47

Con la presente si prega di rettificare, con la stessa evidenza e lo stesso rilievo, la notizia diffusa dal Vs organo di informazione secondo cui la Lista Civica Amici di Grillo per Forio si sarebbe attestata quinta su cinque con 298 voti dopo quella del PCIML con 414 voti. Tale informazione è falsa.

Come è possibile infatti leggere dal sito del Ministero degli Interni all’indirizzo http://amministrative.interno.it/amministrative/amm080413/G0510310.htm i risultati corretti sono i seguenti:
1) LISTA CIVICA – INSIEME PER CRESCERE 5.344 VOTI 51,959 %
2) LISTA CIVICA – FORZA FORIO 4.013 VOTI 39,017 %
3) LISTA CIVICA – FURIJAMME VITO IACONO SINDACO – 516 VOTI 5,017 %
4) LISTA CIVICA – AMICI DI GRILLO PER FORIO 311 VOTI 3,023 %
5) P.C.I.M-L – 101 VOTI 0,982 %
Da quanto sopra riportato si evince che la Lista Civica Amici di Grillo per Forio è in quarta posizione con 311 voti (3,023%) subito dopo Furijamme e prima del PCIML, ultimo con appena 101 voti (0,98%) e non 414 come erroneamente indicato.
Si ringrazia
Distintamente
Andrea D’Ambra
Amici di Grillo per Forio

D’AMBRA (AMICI DI GRILLO PER FORIO): “DISPONIBILI AD UN PUBBLICO CONTRADDITTORIO CON LE ALTRE LISTE” aprile 10, 2008

Posted by Andrea in amici di grillo per forio, clientelismo, colella, elezioni, forio, iacono, ischia, politica, regine, savio, trasparenza, voto.
Tags:
add a comment

https://i1.wp.com/www.ischiainpillole.it/images/forio1.jpg

FORIO, 9 Aprile 2008 – “La Lista Civica Amici di Grillo per Forio è più che disponibile ad un pubblico contraddittorio in piazza con le altre liste” Così Andrea D’Ambra, Candidato a Sindaco di Forio per la lista civica Amici di Grillo per Forio. “Un confronto pubblico tra i candidati sindaci delle varie liste può dar modo all’elettore di confrontare in modo diretto ed immediato quella che è l’offerta politica che si trova davanti affinché possa effettuare una scelta, quella sul chi votare, che possa essere la più giusta ed oculata possibile” dichiara D’Ambra.
“Il voto non è qualcosa che può né deve essere oggetto di scambio politico-clientelare, (anche se purtroppo oggi questa è ancora una triste realtà). Il voto è un diritto sacrosanto che va dato a chi davvero lo merita, a chi ha ottenuto la fiducia dell’elettore per ciò che ha fatto e alla luce di ciò merita di riaverlo o di vederselo negato” continua il candidato sindaco della lista Amici di Grillo per Forio.
Speriamo che Regine, Colella e Savio, dopo che Iacono ha già manifestato il suo assenso, non si tirino indietro alla possibilità di un pubblico confronto perché altrimenti questa scelta non potrebbe che interpretarsi in modo negativo dagli elettori del Comune di Forio, che hanno bisogno di trasparenza, un concetto sconosciuto alle varie amministrazioni che si sono succedute negli anni a Forio.

Incontri elettorali Lista Civica Amici di Grillo per Forio aprile 9, 2008

Posted by Andrea in amici di grillo per forio, amministrative, comunali, elezioni, forio, ischia, lista civica, panza.
Tags:
add a comment

https://i1.wp.com/photos2.meetupstatic.com/photos/event/e/3/a/highres_3423642.jpeg

Le date degli incontri elettorali della Lista Civica Amici di Grillo per Forio con Candidato a Sindaco Andrea D’Ambra

Martedi’ 8 Aprile:

Panza 20-21

Mercoledì 9 Aprile:

Forio, Piazza Maltese 19-20

Venerdi 11 Aprile:

Forio, Monterone 20-21

Forio, Piazza San Gaetano 22-23

Panza, 23-24