jump to navigation

Ischia: PCB nel mare – DIODATO (AN):”Disastro ambientale senza precedenti” Mag 14, 2008

Posted by Andrea in ambiente, cancerogeno, capitaneria di porto, casamicciola, diodato, enel, iarc, inquinamento, ischia, lacco ameno, mare, olio fluido, pcb, procura della repubblica, salute, turismo.
Tags:
2 comments

https://i2.wp.com/www.consiglio.regione.campania.it/crc/jsp/foto/DIODATO_Pietro.jpg

Quanto denunciato dal Comitato Vivere a Lacco Ameno a proposito dell’inquinamento dell’Area Marina Protetta Regno di Nettuno causato dall’Enel ha dell’incredibile – ha affermato Pietro Diodato. Tonnellate e tonnellate di Policlorobifenili, Idrocarburi Policlici Aromatici ed Alchil benzene-lineare hanno prodotto un disastro ambientale senza precedenti , se si esclude il terremoto di Casamicciola, e pari soltanto a quello dell’Arenile ed al tratto di mare di Coroglio, i cui effetti difficilmente potranno essere cancellati in tempi brevi.
I PCB sono per tossicità, nei confronti dell’uomo e dell’ambiente, tra gli inquinanti più pericolosi in quanto producono all’uomo gravissimi danni alle vie respiratorie ed al sistema cardiovascolare – ha continuato Diodato – al punto che l Agenzia Internazionale per le Ricerche sul Cancro (IARC) di Lione li ha classificati come agenti cancerogeni per l’uomo.
Lascia sconcertato il comportamento della Capitaneria di Porto Circolare Ischia, istituzionalmente preposta alla protezione ed alla tutela dell’ambiente marino, che anziché bloccare immediatamente il rilascio degli inquinanti in mare, ha consentito che l’Enel per oltre 180 giorni inondasse la riserva marina, le spiagge e le praterie di Posidonia di un incredibile quantità di olio fluido. La stagione balneare è oramai alle porte. E’ impensabile che anche quest’anno migliaia e migliaia d’ignari cittadini possano continuare – così come è avvenuto lo scorso anno – ad immergersi in un mare di pericolosi composti chimici ed agenti cancerogeni – ha concluso Pietro Diodato. Su questi temi ho richiesto la convocazione immediata della VII Commissione e coinvolto gli assessori all’Ambiente, al Turismo, alla Sanità, alle Attività Produttive con la speranza di avere immediate risposte, altrimenti non mi resterà altro da fare che trasmettere l’intero fascicolo alla Procura della Repubblica.

Comunicato Stampa Pietro Diodato

(altro…)

Annunci

[ESCLUSIVO – ANTEPRIMA] DAL SALVAGENTE IN EDICOLA DA DOMANI 31 GENNAIO AL 6 FEBBRAIO gennaio 30, 2008

Posted by Andrea in ambiente, area marina protetta, cancerogeno, enel, golfo di napoli, il salvagente, ischia, isola d'ischia, lacco ameno, lorenzo misuraca, mare, pcb, regno di nettuno, tirreno.
Tags:
1 comment so far

In esclusiva anteprima dal settimanale Il Salvagente in edicola da domani giovedì 31 Gennaio fino a mercoledì 6 Febbraio.

Ottimo e documentatissimo servizio di Lorenzo MISURACA – Lacco Ameno d’Ischia e la sfida del Pcb

(JPG: PAG1PAG2PAG3) (PDF: servizio completo)

LACCO AMENO D’ISCHIA E LA SFIDA DEL PCB

Sostanze nocive in mare: una stazione Enel sotto accusa

Lorenzo Misuraca

Tonnellate di liquido cancerogeno finite in mare, proprio davanti alla splendida isola di Ischia, in un’area marina protetta appena istituita. L’allarme lanciato dal comitato “Vivere a Lacco Ameno”, nell’omonimo comune dell’isola
(altro…)

INQUINAMENTO ENEL DA PCB NEL MARE DELL’ISOLA D’ISCHIA: GENERAZIONE ATTIVA CHIEDE L’INTERVENTO EUROPEO dicembre 12, 2007

Posted by Andrea in agenzia regionale protezione ambientale, arpac, cancerogeno, enel, generazione attiva, inquinamento, lacco ameno, mare, pcb, policlorobifenili, tossico.
Tags:
2 comments

https://i0.wp.com/www.abandonedbutnotforgotten.com/Hunters%20Point/CautionPCB.jpg

Dopo le rilevazioni dell’Arpac che confermano un inquinamento 186 volte superiore alla norma

Ischia (NA) – 12 Dicembre 2007 — L’Associazione Nazionale Indipendente in difesa dei Cittadini e Consumatori Generazione Attiva ha inviato quest’oggi un’interrogazione alla Commissione Europea nella quale si espongono tutti i fatti accaduti con relazione all’inquinamento da policlorobifenili (PCB) in seguito alla rottura di cavi Enel a Lacco Ameno (NA) nel mare antistante le coste dell’Isola d’Ischia, e con la quale ha richiesto l’intervento di Bruxelles per porre fine al rischio ambientale tuttora esistente.

L’azione mutagena e cancerogena del policlorobifenile e’ fin troppo nota. I PCB sono tossici per il pesce e per la fauna acquatica in generale, persistono a lungo nell’ambiente e si accumulano nella catena dell’alimentazione (bio-accumulo). Hanno effetti tossici sull’uomo e su tutti gli esseri viventi afferma Andrea D’Ambra, Presidente di Generazione Attiva.

Il silenzio delle Autorità preposte al controllo e alla tutela del nostro territorio è assordante“. Le rilevazioni dell’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania (ARPAC) che confermano un inquinamento da Policlorobifenile 186 volte superiore alla norma avrebbero dovuto far scattare immediatamente l’intervento delle suddette autorità che invece latitano!! Tutto a danno della salute dell’ecosistema e della popolazione in quella che dovrebbe essere l’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno” conclude D’Ambra.

GENERAZIONE ATTIVA

Associazione Nazionale Indipendente in difesa dei Consumatori

www.generazioneattiva.it

 https://i1.wp.com/www.aboliamoli.eu/29.10.Giul%20Ver12.JPG  https://i1.wp.com/www.aboliamoli.eu/fusti%20a%20bordo%20alfa%20napoli%2015.11-9.JPG   https://i2.wp.com/www.aboliamoli.eu/uscita%20fusti%2029.10.5.JPG