jump to navigation

El Economista, La Grande Notte, TCG, Asse Sindacati-Confindustria, Tabaccai in sciopero contro gli operatori, pubblicità ingannevoli & Generazione Attiva marzo 18, 2007

Posted by Andrea in agcom, antitrust, battaglie, consumatori, costi di ricarica, generazione attiva, tecnologia e comunicazione, telefonia, televisione, wind.
trackback

21/03/’07: Comunicato stampa: Dopo l’esposto all’Agcom Vodafone sospende il servizio “sms vocale”

 20/03/’07: Comunicato Stampa di Generazione Attiva “Vodafone sms vocale”

Martedì sera 13 Marzo ho avuto il piacere di partecipare alla trasmissione di Raidue condotta da Gene Gnocchi con la partecipazione di Afef, “La Grande Notte” durante la quale mi è stato conferito il “Wolfango Award” Memorial Tronchetti Provera alla carriera (foto sopra). Il video non è ancora on-line ma spero lo sarà presto in modo da linkarvelo in un prossimo post. La trasmissione era registrata ed è durata molto di piu’ del previsto per cui per motivi di tempo ci sono stati diversi tagli tra cui quello dove il consorte di Afef (Tronchetti Provera) veniva chiamato dal sottoscritto come ama definirlo anche il grande Beppe Grillo: “Tronchetto dell’infelicità” (vi lascio immaginare la reazione della moglie) e le risate di Gene Gnocchi ;-) Ho avuto modo di conoscere anche Attilio Romita, conduttore del TG1, che si è complimentato personalmente per l’iniziativa e gli altri ospiti della serata: Giorgia Palmas, Evaristo Beccalossi e Belen Rodriguez e gli invitati Claudio Lotito, Luciano Rispoli, il dipendente Sen. De Gregorio (al quale ho avuto modo di chiedere tra le altre cose per quanto tempo ancora resterà in questa coalizione visti i suoi continui spostamenti) e le “pupe” Nora Amile e Loredana Damato.

Non cala l’interesse dei media e le discussioni (con polemiche annesse) sulla questione dell’abolizione dei costi di ricarica. “D’AMBRA, EL PEOR ENEMIGO DE LAS OPERADORES DE MOVILES” così titolava lunedì 12 marzo l’autorevole quotidiano economico spagnolo “EL ECONOMISTA“. Qui l’articolo (di Irene Savio) in formato pdf.

Sulla Stampa italiana degno di nota, l’articolo di Gianni Valentino su Repubblica Napoli: Prima paginaArticolo.

La tassa di concessione governativa è entrata ora nel mirino degli operatori, sembra strano ma poi se ci si pensa non lo è così tanto. Dopo l’abolizione dei costi di ricarica ora gli operatori chiedono che venga eliminata anche la tassa che ancora permane sugli abbonamenti (usati circa dal 10% dei possessori di telefonini). Qualche giorno fa su “Repubblica” c’era il nome dellinventore di questa tassa: il prescritto, Giulio Andreotti. C’è un parlamentare che si sta battendo con le unghie e con i denti affinché questa tassa venga abolita: il “dipendente” On. Benedetto della Vedova (FI) che però non si è dato così tanto contro i costi di ricarica…

Continuano le esternazioni dei rappresentanti sindacali contro l’abolizione dei costi di ricarica. Ultima in ordine di tempo la UIL con Giorgio Serao che ha definito l’intervento “populista“. Sulla stessa linea d’onda Luca Cordero di Montezemolo, Presidente di Confindustria, Fiat e Ferrari, che, ha definito l’intervento sulle ricariche “anti-industriale”

Da segnalare lo sciopero delle ricariche annunciato dalla Federazione Italiana Tabaccai per il 20 Marzo. La FIT lamenta i tagli ai margini di guadagno dei tabaccai operati dai gestori di telefonia mobile e sottolineano la fondamentale importanza della loro rete di distribuzione. Sembra che il Sig. Risso, Presidente della Federazione, abbia smesso di far da legale d’ufficio delle compagnie telefoniche…

Ricordo infatti un editoriale pubblicato su “La Voce del Tabaccaio” dove il Sig Risso elogiava i costi di ricarica italiani con un titolo che ben esprimeva il sul suo pensiero in merito: “le ricariche che tutto il mondo ci invidia“. Editoriale a cui replicai (replica che in molte parti fu tagliata) e che potete leggere qui: pagina 1pagina 2

Auguro al Sig. Risso, di riuscire a trovare lo stesso fervore che mise in quell’editorale anche ora che si trova a manifestare contro le compagnie telefoniche, per riuscire ad ottenere per i tabaccai un margine piu’ adeguato di guadagno (dopo tutto se non fosse per i distributori gli operatori potrebbero anche chiudere).

Come sapete dall’ultimo comunicato stampa di Generazione Attiva, abbiamo presentato due esposti alle Authority: uno all’Agcom per i comportamenti scorretti di diversi operatori su cui primeggia Wind che ha deciso unilateralmente di cambiare la tariffa da Wind10 a Wind12 dal 1° Maggio per tutti i clienti che usufruiscono di tale piano tariffario. Aspettiamo di vedere come decide di muoversi l’Agcom.

Nel frattempo ricordo agli interessati di vagliare tutte le offerte che il mercato propone (non esiste solo wind) e di scegliere quella che considerate la migliore per il vostro utilizzo (questo è il bello della concorrenza).

L’Altro esposto, presentato all’Antitrust ha come oggetto la pubblicità ingannevole che le compagnie telefoniche si stanno “divertendo” a fare senza alcun limite (“tanto l’Antitrust lavora solo su segnalazioni”) L’immagine di “leggeramente” è emblematica!

Ricordo a chi non l’avesse ancora fatto l’invito ad aderire alla neonata Associazione in difesa dei consumatori Generazione Attiva che ho deciso di creare dall’esperienza nata da questa iniziativa. In conformità con il d.lgs. 6 settembre 2005, n.206 (codice del consumo) dobbiamo raggiungere un numero di soci pari allo 0,5 per mille della popolazione italiana. In pratica poco meno di 30.000 soci.
Allora non esitate! Aderite sin d’ora a Generazione Attiva e fate passaparola. Siamo riusciti a portare a casa una grande vittoria contro i costi di ricarica! In prospettiva ci sono tante altre battaglie che potremo vincere contro le tante altre anomalie tutte italiane! Il sito dell’Associazione

Grazie!

Andrea

Annunci

Commenti»

1. Fabio - marzo 18, 2007

Ciao Andrea! Innanzitutto, complimenti per il fervore con il quale porti avanti le tue iniziative, ricorda sempre che siam tutti con te!

Ho un paio di domande, però, in merito all’iscrizione all’associazione “Generazione Attiva”. Ho visto che è richiesto il pagamento di un obolo: 5 euro per diventar socio e 25 per diventar socio “sostenitore”. Ecco, le domande son queste:

1) che differenza c’è tra “socio” e “socio sostenitore”?
2) visto che le associazioni di consumatori, per quanto mi risulta, godono di finanziamenti statali, che bisogno c’è di chiedere un obolo? O meglio, perché non è facoltativo, lasciando la libertà a chi vuole finanziare direttamente l’associazione di poterlo comunque fare?

Grazie in anticipo per la sicura risposta,
Fabio

2. Andrea D'Ambra - marzo 18, 2007

Ciao Fabio,
grazie per i complimenti.
1) La differenza sarà inserita al piu’ presto sul sito dell’associazione;
2) Generazione Attiva non riceve alcun finanziamento pubblico, altrimenti ce lo faremmo bastare! Al contrario delle altre associazioni di consumatori che ricevono invece finanziamenti e oltre a ciò chiedono quote d’adesione che arrivano anche a superare i 50 Euro!
5 Euro è davvero una cifra simbolica che non ripaga neanche le spese ma che offre in cambio ai soci assistenza, partecipazione alla vita associativa, diritto di voto in assemblea dei soci, la tessera di socio e la newsletter dell’associazione….
Grazie per la tua partecipazione
Andrea

3. Fabio - marzo 18, 2007

Ciao Andrea, grazie per la risposta!

Aspetterò quindi di sapere qual’è la differenza tra le due opzioni, prima di aderire economicamente all’associazione.

Dici che 5 euro non ripagano delle spese: questo può essere vero oggi, ma se, come tu dici, bisogna raggiungere il minimo di 30,000 iscritti per costituire un’associazione di consumatori riconosciuta legalmente, facendo un rapido calcolo vien fuori che in un anno, con 30,000 iscritti, si ricava un minimo di 150,000 EUR. Questo senza contare chi opterà per l’adesione “sostenitrice”. Son davvero così tante le spese? Di che spese stiamo parlando? E’ possibile rendere totalmente pubblica e trasparente la lista e l’ammontare di tali spese, anche ai non già iscritti?

Per quanto riguarda i finanziamenti pubblici, chiedo venia, avevo un’informazione sbagliata, evidentemente.

Ancora grazie,
Fabio

4. Andrea D'Ambra - marzo 18, 2007

Ciao Fabio,
prendo la tua valutazione come un augurio ;-)

Se hai seguito l’iniziativa da me portata avanti attraverso il sito Aboliamoli.eu sapra che la trasparenza è una delle mie principali prerogative. Ho sempre pubblicato tutto il pubblicabile compresi gli scontrini delle spese per la stampa e l’invio delle firme a Bruxelles…
Grazie a te!
Andrea

5. GDL - marzo 19, 2007

Grazie per la menzione nel tup blog, è arrivato il momento di muoverci, e di attivarci per far valere i nostri diritti, altrimenti non la smetteranno mai di prenderci per i fondelli. Da parte mia tutto il supporto e tutta la visibilità che un blog amatoriale può portarti.
http://www.leggeramente.it

6. Leggeramente & Andrea D’Ambra contro la pubblicità ingannevole » LeggeraMente - marzo 19, 2007

[…] comunico che il mio precedente post relativo agli spot ingannevoli, è stato segnalato dal blog di Andrea D’Ambra, il quale con l’associazione Generazione Attiva, ha presentato un esposto all’Antitrust […]

7. andrea - marzo 19, 2007

Io non riesco a capire,
MEDIASET PREMIUM rientra nell’abolizione dei costi di ricarica?
a me risulta di si, pero ho fatto una ricarica il 17/3 di 20 € e comprendeva 2€ di ricarica…

INOLTRE le partite sono passate da 3€ a 5€!!!!!!!!

8. Andrea D'Ambra - marzo 19, 2007

Si Andrea, dal prossimo mese nessun “operatore” nelle TLC potrà più imporre costi di ricarica, quindi anche Mediaset Premium, Fastweb etc..

9. fede - marzo 19, 2007

Andrea, volevo segnalarti http://forum.telefonino.net/showthread.php?t=261851
..spero sia una bufala ma quello che mi fa riflettere è che vodafone ha lasciato il suo piano senza scatto attivabile anche dopo il 4 aprile, data che appariva fino a pochi giorni fa come ultima per attivare tale piano tarifario… http://www.areaprivati.190.it/190/trilogy/jsp/channelView.do?contentKey=2323&pageTypeId=9607&channelId=-8668&tk=9607%2Cc&ty_key=pri_piani_easyday_ric

il mio timore è quindi: non è che ci troveremo come si vocifera il piano Tim Club a 26 cent?

10. Angie - marzo 19, 2007

Ciao andrea!
volevo segnalarti che su petitiononline c’è una petizione che chiede una legge che obblighi le compagnie petrolifere a mettere almeno un distributore di idrogeno in ogni stazione di servizio..l’ho appena scoperto, magari ne eri gia al corrente, questa si che è una battaglia impossibile però intanto ho firmato.. ciao

11. Giaguara - marzo 19, 2007

Farabutta, hai lasciato le tue mutande leopardate a casa mia con sopra le tua foto, che sconcezza.
comunque ora so come ti chiami, non vegognarti di nulla e sii te stesso.
Ciao Andrea D’ambra!!!
Baci

12. Andrea D'Ambra - marzo 19, 2007

Mi sa che hai sbagliato persona ahahah

13. GDL - marzo 19, 2007

Mentre in TV De Sica ci parla di trasparenza il Sole24Ore denuncia con uno speciale di 8 pagine “tariffe la trasparenza è un rompicapo”!
http://www.leggeramente.it/2007/03/19/tariffe-trasparenti-darompersi-la-testa/

14. GDL - marzo 20, 2007

In tema di tabaccai e ricariche, segnalo l’articolo odierno di punto informatico “Ricariche, i rivenditori annunciano il boicottaggio”.

15. federico - marzo 21, 2007

News: La posizione di vodafone sul servizio sms vocale:
Vodafone ha attivato a partire dal mese di marzo il servizio di SMS vocale. Grazie a questo nuovo servizio i clienti Vodafone possono ricevere gratuitamente un messaggio vocale da parte di chi li ha cercati quando non sono raggiungibili.
Chi effettua la telefonata, se il numero chiamato non è disponibile, ascolterà il messaggio gratuito di avviso : «SMS Vocale Vodafone, messaggio gratuito. La persona chiamata non e’ al momento disponibile. Per inviare un SMS vocale parli dopo il segnale acustico e poi riagganci. Info e costi al numero gratuito 42055», a questo punto potrà scegliere se riagganciare o registrare un messaggio con la propria voce, dopo il segnale acustico.

L’sms vocale ha un costo di 29 centesimi per chi lo invia. È gratuito per chi ha attivo il servizio sul proprio numero telefonico.

Il servizio e’ disattivabile chiamando gratuitamente il numero 42070 oppure all’interno dell’area «fai da te» del sito http://www.vodafone.it.

Vodafone Italia ringrazia tutti i clienti che hanno voluto comunicare le loro valutazioni sul nuovo servizio e le utilizzerà, come sempre, per migliorarlo”.

Che ne pensate? Sarà vero? Speriamo… ma cmq è diritto del cliente disattivare questo servizio, non ci si può nascondere dietro un problema tecnico come sta avvenendo ora…

16. federico - marzo 21, 2007

http://www.cellularitalia.com/comu/vodafone210307.php

Quindi Andrea, chi ha ragione? Vodafone dice la verità? O hai avuto modo di verificare che non è come si giustifica Vodafone?
Facci sapere! CIAO

17. we - marzo 21, 2007

ha ragione vodafone…caro federico

18. fede - marzo 21, 2007

una segnalazione sui costi di ricarica non ancora aboliti di Fastweb!
http://www.fastweb.it/web/famiglia/fastweb_light/offerta/#

Le FASTCard FASTWEB

Scopri la comodità di telefonare, navigare e guardare la TV con FASTCard, le carte prepagate di FASTWEB: il modo più facile per tenere sotto controllo la tua spesa.

Tagli di ricarica e costi: 25, 50 e 100 Euro.
L’importo di ciascuna FASTCard comprende 5,00 Euro di costo di ricarica.

Modalità di acquisto: puoi acquistare le ricariche nei Punti Vendita FASTWEB oppure on-line tramite Internet (su http://www.FASTWEB.it e da MyFastPage) o dalla TV di FASTWEB.
Inoltre potrai acquistare le FASTCard presso i principali sportelli bancomat di Unicredit Banca e dal sito http://www.unicreditbanca.it.

Il credito residuo verrà azzerrato dopo 3 mesi dall’ultima ricarica.
Trascorsi 5 mesi dall’ultima ricarica, FASTWEBLight verrà disattivato automaticamente e per riattivarlo sarà neccesario sottoscrivere un nuovo abbonamento.

19. Andrea D'Ambra - marzo 21, 2007

Non ha ragione affatto invece! Ha disabilitato il servizio non a caso, non possono attivare servizi non richiesti perlopiù a pagamento!

Per quanto riguarda Fastweb invece l’abolizione scatta dal prossimo mese così come per Mediaset Premium e tutti gli altri nelle TLC

20. fede - marzo 21, 2007

Perfetto! La penso come te.

Ps. quindi dal 5 aprile niente piu costi per ricaricare le tessere come la mediasetpremium etc… ok ma.. la scadenza di tali tessere? Se ho ancora credito che succede?

Grazie ancora per la precisione e la tempestività!

21. giorgio - marzo 21, 2007

ciao andrea
sono un distributore di ricariche telefoniche che opera da dieci anni in milano e provincia. la mia azienda compra da dieci anni ricariche da fit e le distribuisce a edicole ,tabacchi e altre categorie.capirai benissimo il motivo di questo messaggio :DIMINUZIONE AGGI RICARICHE.
come sai meglio di me il mercato italiano e’ costituito ancora al 47% dal sistema cartaceo e i rivenditori piu’ abituali sono tabaccai e edicole.
mi ha fatto molto piacere la tua frase qui sopra elencata verso i gestori ” senza i distributori chiudono”.
pero’ sai che tutto questo ha causato molti problemi a noi e al servizio on-line( 40% del mercato italiano)
essendo a stretto contatto con gli esercenti stiamo rischiando di non poter piu’ acquistare da qui a qulche mese le ricariche nelle tabaccherie e nelle edicole (che sono in italia il 90% dei punti vendita), e noi rischiamo la chiusura dell attivita (500 aziende 8000 posti di lavoro).
e le ricariche chi le vendera’?
i bancomat per arricchire le banche?
i negozi ditelefonia che hanno avuto un aumento piu sostanziale del nostro e non sono piu propensi a venderle?
i call center che chiuderanno a breve?
gli anziani, i ragazzini,gli extracomunitari ?
cosa ne pensi?
a me sembra che ci si orienti verso una liberalizzazione contro la stessa

22. Andrea D'Ambra - marzo 21, 2007

Penso che dovrete far sentire forte la Vs voce. Non è possibile che gli operatori guadagnino miliardi grazie a voi e vi lascino le briciole…
In bocca al lupo!

23. giorgio - marzo 21, 2007

dimenticavo e’ previsto un altro sciopero dei tabaccai a breve.
ma se dovessimo scioperare tutti noi 500 distributori e il servizio totobit e lottomatica per 5 giorni hai idea di cosa potremmo causare ?
che il 90% della gente in italia impazzirebbe
la mia non e’ una polemica ma voglio che la gente sappi come funziona il ssistema il servizio che trova grazie a noi e che i soldi della ex tassa sulle ricariche non ce la mettavamo in tasca noi e il tabaccaio
distinti saluti

24. giorgio - marzo 21, 2007

mi aspettavo una risposta piu concreta visto che per accontentare i consumatori bisogna tener presente chi veramente fa da interlocutore, tra i gestori in questo caso e il cliente finale!siamo tutti daccordo ma a mio parere il caro ministro bersani doveva perlomeno non accelerare i tempi di applicazione e avere piu’ dialogo con i gestori sapendo benissimo a cosa si poteva andare incontro.
comunqe grazie lo stesso

25. danilo - marzo 21, 2007

Grande Andrea! Sei un mito… ho visto il video sulla TSI, ed è un bene che i politici non ti conoscano, perchè il nemico + pericoloso è quello che non si vede!

26. Andrea D'Ambra - marzo 21, 2007

Giorgio la risposta non devi chiederla a me. E’ un confronto/scontro tra voi ed i gestori. Capisco le Vs motivazioni e penso che il coltello lo avete voi dalle parte del manico e potete riuscire a convincere gli operatori ad aumentare l’agio nei vostri confronti dopo i miliardi che guadagnano grazie alla rete distributiva!

Non si può chiedere dialogo con i gestori quando si è in presenza di un cartello con il quale hanno ricavato ogni hanno circa 2 miliardi di euro a danno dei consumatori, mi dispiace.

I gestori sono stati ascoltati a piu’ riprese dall’Agcom che ha svolto un’indagine sul costo di ricarica durata ben 6 mesi

27. Andrea D'Ambra - marzo 21, 2007

Grazie Danilo!
Il video sarà inserito anche sul blog nei prox giorni.
Nel frattempo chi vuole vederlo può cliccare qui: http://www.youtube.com/watch?v=zCxpmQBHMyY

28. fede - marzo 22, 2007

guardtae un pò cosa ho socperto? forse già lo sapete ma io fino a pochi minuti fa non lo sapevo… http://www.tim.it/consumer/c366/i4163/o13432_20160/servizio.do
legato a… http://www.tim.it/consumer/caring119/i3956/o1139_13425/servizio.do –> servizio che è attivo automaticamente e senza esplicita richiesta da perte dell’utente.
Questo servizio ChiamaOra è “il padre” per cosi dire del nuovo servizio Breve Messaggio Vocale da quello che ho capito. Quindi il Breve Messaggio Vocale è un servizio diciamo nascosto dal ChiamaOra. Quindi se ho attivo il ChiamaOra già in automatico, in automatico ho attivo anche il Breve Messaggio Vocale… o mi sbaglio?
C’è scritto: “Puoi utilizzare da subito il servizio in quanto è disponibile automaticamente per tutti i Clienti TIM Prepagati ed Abbonati, sempre che il destinatario del tuo messaggio abbia attivo il ChiamaOra e non abbia disattivato il servizio Breve Messaggio Vocale.” Dico io: è normale che l’altro c’è l’ha attivato il servizio visto che è attivato in automatico… non so se mi sn ben spiegato cmq leggete sul sito ufficiale e vedete se non è alla fine lo stesso discorso identico che si sta facendo per Vodafone.

Ma qua si credono tutti furbi? Finiscono a prender (per non dire un altra parola) soldi da una parte che subito si ingegnano a prendene da un altra? Veificate quindi… ciaoooo

29. PREXURE - marzo 29, 2007

Davvero complimenti per l’impegno e la passione, abbiamo tutti bisogno di gente come te. Bisogna unire tutti i giovani in quest’ottica; Non dobbiamo lasciarci persuadere da quello che ci circonda e da quello che ci vogliono far credere, persone come te dovrebbero già avere un posto in PARLAMENTO, ai piani alti, ma invece ai piani alti c’è sempre qualcuno che non ascolta… che s’è dimenticato il suo esser’giovane.

Un mondo migliore, utopia? non credo!

PREXURE


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: