jump to navigation

20 MLN DI € A TELECOM ITALIA 2 MLN DI € A WIND agosto 3, 2007

Posted by Andrea in antitrust, catricalà, concorrenza, mercato, multa, sanzione, telecom italia, tim, wind.
add a comment

https://i0.wp.com/www.rainews24.rai.it/ran24/immagini/catricala_antonio.jpg

Queste le sanzioni dell’Antitrust per abuso di posizione dominante contro Telecom e Wind. (Comunicato)

Un applauso a Catricalà !

Annunci

26 Maggio 2006 – Mi Manda Raitre maggio 26, 2007

Posted by Andrea in 26 maggio, aboliamoli, agcom, andrea vianello, anna bartolini, antitrust, beppe grillo, commissione europea, generazione attiva, mi manda raitre, petizione, ricariche, roma, tim, tre, vodafone, wind.
add a comment

L'immagine “https://i2.wp.com/www.mimandaraitre.rai.it/RaiTre/mmr/logo.gif” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

1 anno fa ero ospite, per la prima volta, insieme con un gruppo di sostenitori dell’iniziativa per l’abolizione dei costi di ricarica, di Mi Manda Raitre. Quella fu l’unica occasione, in cui i rappresentanti degli operatori di telefonia mobile decisero di confrontarsi. La petizione era partita da poco più di un mese e mai avrebbero pensato che sarebbe arrivata ad abolire quel balzello ingiustificato…

 

Grazie ad Andrea Vianello, Anna Bartolini, la redazione e gli autori della trasmissione (che anche successivamente poi si è occupata più volte della “battaglia”).

Da quel giorno in poi i rappresentanti degli operatori rifiutarono qualsiasi intervento su quell’argomento…..

Il Mitico gruppo “Aboliamoli” – Da sinistra: Moglie di Leonardo (non ricordo il nome sorry), Gianluca, Paolo, Maddalena, Anton, il sottoscritto, Leonardo.

PS: Auguri Gianmaria!

Intervento a Caterpillar, Panorama (Catalogo dei Viventi), Modulo on-line per segnalare la pubblicità ingannevole all’Antitrust maggio 22, 2007

Posted by Andrea in antitrust, catalogo dei viventi, caterpillar, generazione attiva, mp3, panorama, pubblicità ingannevole, radio due, report, roaming, wind.
add a comment

Qualche news:

L'immagine “https://i2.wp.com/www.oceanodentro.it/images/caterpillar.gif” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.Qui l’mp3 dell’intervento qualche giorno fa a Caterpillar (Radio due);

L'immagine “https://i0.wp.com/www.todine.net/alportodimilano/Img/panorama-logo.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori. Il catalogo dei viventi (PDF) su Panorama di Marzo scorso (Ringrazio Giorgio dell’Arti e Massimo Parrini);

L'immagine “https://i2.wp.com/www.generazioneattiva.it/themes/Sunset/images/logo.gif” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.Modulo on-line per segnalare la pubblicità ingannevole all’Antitrust. Ideato da Generazione Attiva

Dulcis in fondo: l’ineguagliabile REPORT su Wind “Il mistero del Faraone” di Paolo Mondani

ISTAT: “Inflazione giu’ grazie all’abolizione dei costi di ricarica” aprile 15, 2007

Posted by Andrea in agcom, antitrust, beppe grillo, costi di ricarica, generazione attiva, iene, inflazione, mediaset, pubblicità ingannevole, rai, semprelight, senatore tecce, tg1, video, wind, wind10, youtube.
add a comment

Dopo una breve pausa Pasquale vedo che il mio conto youtube è stato disattivato definitavemente. Non si sono accontentati di rimuovere i video della Rai ma hanno deciso di chiudere tutto cancellando così anche i video che con la Rai non avevano niente a che vedere (Beppe Grillo, TV svizzera, euronews, e tanto altro ancora). Ho creato quindi un nuovo conto su cui da ora in poi potrete vedere i video (ma attenzione: non quelli RAI).

Vi rimando alla sezione “In TV” di Generazione Attiva dove, di norma, sono stati aggiornati tutti i collegamenti (vi prego di segnalarmi eventuali problemi/errori). Chi ha collegamenti a video vi ricordo di aggiornare gli indirizzi pena la non visualizzazione dei video in oggetto.

Se qualcuno conosce sistemi di condivisione video tipo youtube/google video ma più “sicuri” nell’evenienza di problemi di questo tipo è invitato a segnalarmeli ;-) Grazie!

Intanto godetevi il video in testa al post prima che la RAI li faccia rimuovere anche da Daily Motion oppure cliccate qui per vederlo – Il Servizio concerne la notizia fornita dall’Istat secondo cui l‘abolizione dei costi di ricarica ha fatto scendere l’inflazione a Marzo all’1,7% (mai così bassa dal 1999). La notizia potete anche leggerla dall’articolo de “Il Sole 24 Ore” del 31 Marzo u.s. La nostra azione quindi, di oltre 820mila persone, non solo ha eliminato un cartello messo in atto dai 4 operatori di telefonia mobile, aprendo il mercato alla concorrenza ed eliminando un balzello ingiustificato ma ha anche fatto scendere il costo della vita. Scusate se è poco :-)

Sul fronte rimodulazioni di Wind: WIND10-WIND12 e SEMPRELIGHT-WIND SENZA SCATTO NEW attendiamo ancora una risposta dall’Agcom dopo l’esposto inviato diverse settimane fa. Rinnovo l’invito a valutare l’opzione del cambio operatore conservando il proprio numero attraverso la portabilità (A questo proposito potete consultare lo schema con tutte le tariffe in vigore attualmente per compararle tra loro e scegliere quella che per voi è la più conveniente). Generazione Attiva non molla e, se l’Agcom sostiene che basta informare il cliente entro 30 gg del cambio tariffario e si è in regola, attendiamo invece un pronunciamento da parte dell’Antitrust a cui abbiamo ricordato come WIND 10 veniva pubblicizzato come “PER SEMPRE“. Per evitare dubbi sono andato a consultare il Dizionario della lingua italiana “De Mauro Paravia” che alla voce “sempre” scrive “senza interruzione, senza fine, per tutto il tempo, senza limiti di tempo nel passato o nel futuro

Ben venga quindi una sanzione non solo per pubblicità ingannevole ma anche per la non ottemperanza di “promessa al pubblico” (Art. 1989 C.C.). Conoscendoli non mi stupisce per nulla quanto apparso ieri sui principali giornali secondo cui il 25% delle sanzioni dell’Antitrust vada agli operatori telefonici per pubblicità ingannevole

Infine un commento sul servizio delle Iene del 2 Aprile scorso: così come Striscia ha fatto qualche settimana fa, avrebbero fatto meglio a non occuparsi dei costi di ricarica, seguendo la linea “editoriale” di Mediaset (che comunque non ha evitato l’abolizione del balzello anche sulle prepagate Mediaset Premium). Capisco che gli operatori telefonici sono i principali sponsor e foraggiano lautamente le reti mediaset e nel particolare anche trasmissioni come Striscia la notizia, ma li ho trovati davvero molto “soft” nei confronti del responsabile Wind mentre quando vogliono sanno essere davvero molto incisivi e “Iene”.

PS: Vi segnalo l’interrogazione del Sen. Tecce al Ministro delle Comunicazioni circa gli aumenti tariffari di alcuni operatori in seguito all’abolizione dei costi di ricarica e l’articolo pubblicato dai ragazzi del meetup “Amici di Beppe Grillo di Firenze” che ringrazio, su Grillo News di Aprile.

Andrea

E’ FATTA! marzo 30, 2007

Posted by Andrea in authority, bersani, caterpillar, costi di ricarica, davide contro golia, garante, gsk, kuneva, mediaset premium, operatori mobili virtuali, radio2, senato, tv svizzera, wind.
39 comments

 

E’ Fatta! Una giornata triste per i tanti detrattori che hanno sperato fino all’ultimo che l’abolizione saltasse…

Sul filo del rasoio, a due giorni dal termine ultimo per convertirlo in legge il Senato ha approvato il decreto che come sapete comprendeva anche l’abolizione dei costi di ricarica per i telefonini ma anche per tutto il settore delle TLC (quindi anche Mediaset Premium, Fastweb etc). Restano fuori solo le Poste e le Banche (es. postepay) ma riusciremo ad abolire anche quelli vedrete… Ecco il testo finale del decreto così come uscito dal Senato.

 

Intanto continua la nostra battaglia con Generazione Attiva affinché l’Authority vigili al massimo sui comportamenti degli operatori, in particolare in questi giorni è nel mirino quello di Wind, su cui ci siamo mossi in tempi non sospetti e siamo stati tra i primi a denunciare all’Agcom la decisione unilaterale di cambiare il piano tariffario da Wind10 a Wind12. Piano tariffario che veniva pubblicizzato come “Wind 10 PER SEMPRE”

Sembra che i propri clienti per Wind non contino molto. Rinnovo l’invito a questi ultimi di valutare la possibilità di cambiare operatore.

Sembrano passati secoli da Wind di qualche anno fa. Ecco un vecchio spot in cui faceva testimonial Ezio Greggio ed una delle primissime se non la prima pubblicità in assoluto dell’operatore in questione. Senza costi di ricarica, senza scatto alla risposta, tariffazione al secondo…..

 

Vodafone invece sembra sia tornata sui suoi passi dopo aver attivato un servizio non richiesto a TUTTI i suoi clienti. Contravvenendo alla normativa cui fa capo sia il Garante della Privacy che quello delle Comunicazioni. Da entrambi attendiamo risposte da quasi due settimane…peccato siano solerti solo quando in gioco c’è qualche politico… (foto sircana & test anti-droga sui parlamentari delle Iene docet). In particolare poi l’Agcom ha ricevuto critiche anche dalla Commissione Europea ultimamente.

 

In seguito alla pubblicazione del servizio andato in onda sul Telegiornale Svizzero sono stato contattato dall’assistente di un parlamentare che mi ha fatto notare come l’On. Luca Bellotti non solo era a conoscenza della mia iniziativa ma ne aveva anche fatto riferimento all’interno del suo discorso alla Camera dei Deputati. Ringrazio Bellotti e l’On Germontani (entrambi AN) che, da quanto pubblicato nel resoconto stenografico sul sito della Camera sembra siano stati gli unici a farlo.

 

Mentre ci arriva una buona notizia dalla Commissaria alla tutela dei Consumatori Meglena Kuneva che, a Roma per festeggiare i 50 anni dalla nascita dell’Unione Europea ha annunciato di essere al lavoro su un’ipotesi di class action Poste Italiane ci informa di essere interessata a divenire operatore mobile virtuale (invece di lavorare per fornire un servizio postale come si deve…) come ci segnala l’ottimo Punto Informatico ed Il Sole 24 Ore che ci fornisce anche la situazione relativa a tutti gli altri interessati al mercato della telefonia mobile/operatori mobili virtuali (che speriamo arrivino presto anche in Italia in modo da far scendere le tariffe ed aprire il mercato ad una vera concorrenza). Segnalo inoltre dempre dal Sole 24 ore uno schema con tutte le attuali tariffe degli operatori di telefonia mobile. Ce n’è per tutti i gusti: divertitevi!

 

Per la serie: “Davide vince contro Golia” vi segnalo la storia di due giovani ragazze neo-zelandesi che sono riuscite a far condannare la multinazionale GlaxoSmithKline (Gsk).

Nella sezione “dicono di noi” gli ultimi aggiornamenti “rassegna stampa/video/audio”. Ringrazio Caterpillar – Radio2 per l’intervista di ieri, il Corriere dell’Università per l’onore di avermi dedicato la prima pagina e tutti gli altri non sono certo da meno ma che non scrivo qui solo per esigenze di spazio.

Mi scuso per gli eventuali errori di battitura ma scrivo di corsa… Auguri di Buona Pasqua a voi tutti!

Andrea

El Economista, La Grande Notte, TCG, Asse Sindacati-Confindustria, Tabaccai in sciopero contro gli operatori, pubblicità ingannevoli & Generazione Attiva marzo 18, 2007

Posted by Andrea in agcom, antitrust, battaglie, consumatori, costi di ricarica, generazione attiva, tecnologia e comunicazione, telefonia, televisione, wind.
29 comments

21/03/’07: Comunicato stampa: Dopo l’esposto all’Agcom Vodafone sospende il servizio “sms vocale”

 20/03/’07: Comunicato Stampa di Generazione Attiva “Vodafone sms vocale”

Martedì sera 13 Marzo ho avuto il piacere di partecipare alla trasmissione di Raidue condotta da Gene Gnocchi con la partecipazione di Afef, “La Grande Notte” durante la quale mi è stato conferito il “Wolfango Award” Memorial Tronchetti Provera alla carriera (foto sopra). Il video non è ancora on-line ma spero lo sarà presto in modo da linkarvelo in un prossimo post. La trasmissione era registrata ed è durata molto di piu’ del previsto per cui per motivi di tempo ci sono stati diversi tagli tra cui quello dove il consorte di Afef (Tronchetti Provera) veniva chiamato dal sottoscritto come ama definirlo anche il grande Beppe Grillo: “Tronchetto dell’infelicità” (vi lascio immaginare la reazione della moglie) e le risate di Gene Gnocchi ;-) Ho avuto modo di conoscere anche Attilio Romita, conduttore del TG1, che si è complimentato personalmente per l’iniziativa e gli altri ospiti della serata: Giorgia Palmas, Evaristo Beccalossi e Belen Rodriguez e gli invitati Claudio Lotito, Luciano Rispoli, il dipendente Sen. De Gregorio (al quale ho avuto modo di chiedere tra le altre cose per quanto tempo ancora resterà in questa coalizione visti i suoi continui spostamenti) e le “pupe” Nora Amile e Loredana Damato.

Non cala l’interesse dei media e le discussioni (con polemiche annesse) sulla questione dell’abolizione dei costi di ricarica. “D’AMBRA, EL PEOR ENEMIGO DE LAS OPERADORES DE MOVILES” così titolava lunedì 12 marzo l’autorevole quotidiano economico spagnolo “EL ECONOMISTA“. Qui l’articolo (di Irene Savio) in formato pdf.

Sulla Stampa italiana degno di nota, l’articolo di Gianni Valentino su Repubblica Napoli: Prima paginaArticolo.

La tassa di concessione governativa è entrata ora nel mirino degli operatori, sembra strano ma poi se ci si pensa non lo è così tanto. Dopo l’abolizione dei costi di ricarica ora gli operatori chiedono che venga eliminata anche la tassa che ancora permane sugli abbonamenti (usati circa dal 10% dei possessori di telefonini). Qualche giorno fa su “Repubblica” c’era il nome dellinventore di questa tassa: il prescritto, Giulio Andreotti. C’è un parlamentare che si sta battendo con le unghie e con i denti affinché questa tassa venga abolita: il “dipendente” On. Benedetto della Vedova (FI) che però non si è dato così tanto contro i costi di ricarica…

Continuano le esternazioni dei rappresentanti sindacali contro l’abolizione dei costi di ricarica. Ultima in ordine di tempo la UIL con Giorgio Serao che ha definito l’intervento “populista“. Sulla stessa linea d’onda Luca Cordero di Montezemolo, Presidente di Confindustria, Fiat e Ferrari, che, ha definito l’intervento sulle ricariche “anti-industriale”

Da segnalare lo sciopero delle ricariche annunciato dalla Federazione Italiana Tabaccai per il 20 Marzo. La FIT lamenta i tagli ai margini di guadagno dei tabaccai operati dai gestori di telefonia mobile e sottolineano la fondamentale importanza della loro rete di distribuzione. Sembra che il Sig. Risso, Presidente della Federazione, abbia smesso di far da legale d’ufficio delle compagnie telefoniche…

Ricordo infatti un editoriale pubblicato su “La Voce del Tabaccaio” dove il Sig Risso elogiava i costi di ricarica italiani con un titolo che ben esprimeva il sul suo pensiero in merito: “le ricariche che tutto il mondo ci invidia“. Editoriale a cui replicai (replica che in molte parti fu tagliata) e che potete leggere qui: pagina 1pagina 2

Auguro al Sig. Risso, di riuscire a trovare lo stesso fervore che mise in quell’editorale anche ora che si trova a manifestare contro le compagnie telefoniche, per riuscire ad ottenere per i tabaccai un margine piu’ adeguato di guadagno (dopo tutto se non fosse per i distributori gli operatori potrebbero anche chiudere).

Come sapete dall’ultimo comunicato stampa di Generazione Attiva, abbiamo presentato due esposti alle Authority: uno all’Agcom per i comportamenti scorretti di diversi operatori su cui primeggia Wind che ha deciso unilateralmente di cambiare la tariffa da Wind10 a Wind12 dal 1° Maggio per tutti i clienti che usufruiscono di tale piano tariffario. Aspettiamo di vedere come decide di muoversi l’Agcom.

Nel frattempo ricordo agli interessati di vagliare tutte le offerte che il mercato propone (non esiste solo wind) e di scegliere quella che considerate la migliore per il vostro utilizzo (questo è il bello della concorrenza).

L’Altro esposto, presentato all’Antitrust ha come oggetto la pubblicità ingannevole che le compagnie telefoniche si stanno “divertendo” a fare senza alcun limite (“tanto l’Antitrust lavora solo su segnalazioni”) L’immagine di “leggeramente” è emblematica!

Ricordo a chi non l’avesse ancora fatto l’invito ad aderire alla neonata Associazione in difesa dei consumatori Generazione Attiva che ho deciso di creare dall’esperienza nata da questa iniziativa. In conformità con il d.lgs. 6 settembre 2005, n.206 (codice del consumo) dobbiamo raggiungere un numero di soci pari allo 0,5 per mille della popolazione italiana. In pratica poco meno di 30.000 soci.
Allora non esitate! Aderite sin d’ora a Generazione Attiva e fate passaparola. Siamo riusciti a portare a casa una grande vittoria contro i costi di ricarica! In prospettiva ci sono tante altre battaglie che potremo vincere contro le tante altre anomalie tutte italiane! Il sito dell’Associazione

Grazie!

Andrea

GENERAZIONE ATTIVA DENUNCIA E WIND RITORNA SU SUOI PASSI…. marzo 5, 2007

Posted by Andrea in comunicati stampa, costi di ricarica, wind.
5 comments

La denuncia di Generazione Attiva, che per prima stamane ha denunciato all’Agcom e ai Ministeri competenti il comportamento scorretto di Wind ha sortito l’effetto sperato. Wind ritorna su suoi passi e si adegua al decreto Bersani eliminando i costi di ricarica anche per i vecchi clienti.

Ora i gestori dovranno rimborsare ai consumatori tutti i costi di ricarica sostenuti finora in 10 anni di presenza di questo balzello tutto italiano. Stiamo lavorando con un pool di legali per offrire ai nostri iscritti la possibilità di richiedere il rimborso e prossimamente forniremo maggiori informazioni dal nostro sito www.generazioneattiva.it

Nuove battaglie all’orizzonte: nel campo delle telecomunicazioni dallo scatto alla risposta all’eccessivo costo degli sms al canone telecom ai tanti altri balzelli ingiustificati che tartassano il cittadino italiano.

GENERAZIONE ATTIVA

Associazione Nazionale in difesa dei cittadini consumatori

www.generazioneattiva.it