jump to navigation

Che Onore! ottobre 21, 2008

Posted by Andrea in giornalismo, informazione, riotta, tg1, travaglio.
Tags:
add a comment

Questa settimana ho avuto l’onore di vedermi citato da Marco Travaglio in persona nel suo “passaparola” appuntamento settimanale in video sul blog di Grillo dove ha raccontato dello scambio di e-mails avvenuto tra il sottoscritto ed il direttore del tg1 gianni riotta. Il video è disponibile in testa a questo post nonché nella versione testuale qui di seguito.

Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro i quali mi hanno scritto e che condividono il contenuto delle mails inviate a riotta.

Andrea

Testo dell’intervento:

“Buongiorno a tutti.
Molti sul blog di Beppe e sul mio, voglioscendere.it, mi hanno chiesto di parlare della mia condanna per diffamazione nei confronti di Cesare Previti, in primo grado.
Non intendo farlo perché non intendo usare questo spazio per ragioni mie.
Penso che per difendersi dai processi bisogna andare nei processi e se una sentenza non la si condivide la si deve appellare.
La sentenza non c’è nemmeno ancora, non è stata depositata, lo sarà fra sessanta giorni.
Ci sarà modo di leggerla e di capire che cosa abbia trovato di diffamatorio questa giudice in un mio articolo disponibile sul mio blog perché chi vuole si faccia un’idea.
Volevo invece partire da questo caso, o non caso a seconda, perché una persona che frequenta il blog voglioscendere.it mi ha mandato una mail riportandomi il messaggio che ha spedito al direttore del TG1, Gianni Riotta, in cui esprimeva stupore per il fatto che il TG1, che non da manco le notizie delle condanne a ministri, agli imprenditori, ai parlamentari, avesse trovato il tempo per dare la notizia della condanna a me che sono un privato giornalista. (altro…)

Annunci

Ai mezzi di informazione aprile 16, 2008

Posted by Andrea in forio, ischia.
Tags:
add a comment

Rettifica ai sensi dell’art. 8 legge sulla stampa 8 febbraio 1948, n. 47

Con la presente si prega di rettificare, con la stessa evidenza e lo stesso rilievo, la notizia diffusa dal Vs organo di informazione secondo cui la Lista Civica Amici di Grillo per Forio si sarebbe attestata quinta su cinque con 298 voti dopo quella del PCIML con 414 voti. Tale informazione è falsa.

Come è possibile infatti leggere dal sito del Ministero degli Interni all’indirizzo http://amministrative.interno.it/amministrative/amm080413/G0510310.htm i risultati corretti sono i seguenti:
1) LISTA CIVICA – INSIEME PER CRESCERE 5.344 VOTI 51,959 %
2) LISTA CIVICA – FORZA FORIO 4.013 VOTI 39,017 %
3) LISTA CIVICA – FURIJAMME VITO IACONO SINDACO – 516 VOTI 5,017 %
4) LISTA CIVICA – AMICI DI GRILLO PER FORIO 311 VOTI 3,023 %
5) P.C.I.M-L – 101 VOTI 0,982 %
Da quanto sopra riportato si evince che la Lista Civica Amici di Grillo per Forio è in quarta posizione con 311 voti (3,023%) subito dopo Furijamme e prima del PCIML, ultimo con appena 101 voti (0,98%) e non 414 come erroneamente indicato.
Si ringrazia
Distintamente
Andrea D’Ambra
Amici di Grillo per Forio

Ancora Ballarò… dicembre 5, 2007

Posted by Andrea in ballarò, beppe grillo, bersani, costi di ricarica, floris, informazione, liberalizzazioni, pecoraro scanio, ricariche, tv, ue, verità.
Tags:
21 comments

https://i1.wp.com/www.rassegna.it/2006/attualita/articoli/governo/immagini/d34060.jpg

Sono molte le e-mails che sto ricevendo dopo ballarò di ieri sera. Sono tutte dello stesso tono, ne riporto una qui sotto.

Caro Andrea d’Ambra, come va? Ti scrivo per segnalarti che ieri a Ballarò si è parlato delle liberalizzazioni volute da Bersani ed in un intervento l’on.Alfonso Pecoraro Scanio ha dichiarato: “Riguardo i costi di ricarica dei cellulari abbiamo fatto risparmiare 1,7 miliardi di euro ai consumatori”, senza accennare minimamente al fatto che l’unico motivo per cui quest’anomalia tutta italiana è stata eliminata è la petizione che hai lanciato, che Beppe Grillo ha attivamente sostenuto(da quello che mi risulta), che ha raccolto ben oltre le 800mila firme(bastano 500mila firme per presentare un disegno di legge d’iniziativa popolare)indirizzata all’Unione Europea che ha preso provvedimenti e si è attivata per verificare quest’anomalia tutta italiana(in nessun altro paese dell’UE sono mai esistiti i costi di ricarica).
Siccome Ballarò è un programma in prima serata molto seguito penso sia necessaria un’altra mobilitazione per ristabilire la verità, almeno per un fatto di correttezza nei tuoi confronti,nei confronti di Beppe Grillo e degli altri 800mila firmatari.
Non è giusto che esponenti del centrosinistra si prendano a vario titolo il merito per aver abolito i costi di ricarica quando sappiamo benissimo com’è andata in realtà(nessuno riconosceva il problema, se ne fregavano altamente, hanno deriso la tua petizione, poi quando hanno visto che raccoglieva firme si sono detti: “Cosa dobbiamo fare per prenderci i meriti”?)
E’ una vergogna, penso sia importante scrivere a Ballarò e ad Alfonso Pecoraro Scanio affinchè venga ristabilita la verità sull’abolizione dei costi di ricarica.
Per contattare Alfonso Pecoraro Scanio: a.pecoraroscanio@verdi.it
Per contattare la redazione di Ballarò: ballaro@rai.it
Fammi sapere le iniziative che intendi adottare, le diffonderò a tappeto.
Cordiali saluti e complimenti, come hai già dimostrato insieme si può fare la differenza
Davide -Roma

Anche io facendo zapping ieri sera ho visto in tempo reale, impotente, per l’ennesima volta, da notare, sempre su ballarò…. quanto stesse accadendo… (dopo Bersani, D’Alema, Rutelli ora Pecoraro Scanio)
Davide ha riassunto bene la situazione. Non c’è molto da fare e quello che si doveva è stato fatto. Quelli di ballarò conoscono bene la storia anche perché lo scorso Gennaio, in seguito all’intervento in trasmissione di Bersani sui costi di ricarica furono tempestati da migliaia di e-mails di spettatori arrabbiati e la settimana dopo “ripararono” con un’intervista. Peccato che Floris l’abbia “dimenticata”.