jump to navigation

PCB nel mare dell’Isola d’Ischia – Tris rosa di interrogazioni ed interpellanze al Ministro dell’Ambiente Prestigiacomo giugno 5, 2008

Posted by Andrea in 92/43/cee, alessandra mussolini, arpa campania, camera, cuma, enel, franca rame, inquinamento, interpellanza, interrogazione, luciana sbarbati, mare, maurizio acerbo, ministro dell'ambiente, pcb, posidonia, prestigiacomo, regno di nettuno, senato, silvana mura.
Tags:
trackback

//www.camera.it/_dati/leg16/SchedeDeputatiPrototipo/foto/scheda_big/d301555.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.//www.camera.it/_dati/leg16/SchedeDeputatiPrototipo/foto/scheda_big/d33830.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.//www.senato.it/leg/16/Immagini/Senatori/00002194.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Nell’ordine On. Silvana Mura, On. Alessandra Mussolini, Sen Luciana Sbarbati

Chi ha avuto modo di seguire l’argomento su questo blog sa che nella scorsa legislatura già l’On Acerbo (RC) in data 21 Gennaio e la Sen. Rame (IDV) in data 26 Febbraio avevano presentato ciascuno una interrogazione al Ministro dell’Ambiente di allora Pecoraro Scanio per avere risposte da quest’ultimo su quanto accaduto nel mare dell’Isola d’Ischia con l’inquinamento da PCB rilevato dall’ARPA Campania.

Con lo scioglimento anticipato delle Camere purtroppo queste interrogazioni sono cadute prima che avessero ricevuto risposta.

Con la nuova legislatura insediata c’era la necessità di ripresentarle, per far luce sulla vicenda e tenere alta l’attenzione e così è stato grazie alle Onorevoli deputate Mussolini (PDL) e Mura (IDV) che hanno entrambe ripresentato l’interrogazione dell’On Acerbo (RC) (non presente in questa legislatura ) al Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo.

E per finire è degna di nota l’interpellanza della Senatrice Sbarbati (PD) riportata anche qui sotto cliccando su “more…” (in attesa di chiare risposte dal Ministro dell’Ambiente Prestigiacomo.)

Atto n. 2-00008 – Pubblicato il 4 giugno 2008 Seduta n. 12

SBARBATI – Al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. –

Premesso che:

risulta da organi di stampa che in data 14 giugno 2007 è avvenuta, per la seconda volta, a seguito di un banale incidente (arpionamento) la rottura di uno dei quattro cavi elettrici sottomarini ad alta tensione dell’Enel, di un collegamento elettrico tra Cuma, sulla terraferma, e Lacco Ameno, nell’isola di Ischia. All’interno di ogni cavo c’è un canale riempito di olio in pressione, con una sezione di 18 millimetri. I predetti cavi costituiscono una linea elettrica mai autorizzata alla posa e all’esercizio ma mantenuta, per un “presunto” fabbisogno energetico dell’isola d’Ischia, con il tacito consenso di diverse autorità;

la società privata Enel Spa mantiene, da oltre 15 anni, quattro cavi ad alta tensione con olio fluido senza concessione di demanio pubblico in un’area marina protetta. Il fabbisogno energetico dell’isola d’Ischia è soddisfatto da cinque cavi a media tensione, alimentati ad “anello”, provenienti dalla stazione di Torregaveta. Cavi che non danno problemi all’ambiente marino poiché, a differenza della linea ad alta tensione mai autorizzata all’esercizio, sono privi di olio fluido;

a quantità di olio fluido introdotto nei serbatoi della Stazione primaria di Lacco Ameno, per compensare la fuoriuscita in mare a seguito della rottura del cavo Enel nel periodo giugno-dicembre 2007, è stata di circa cinque tonnellate che hanno interessato il dominio bentonico e pelagico dell’Area marina protetta “Regno di Nettuno” (Gazzetta Ufficiale n. 85 del 14 aprile 2008);

la rottura del cavo Enel ha causato la dispersione di olio fluido in mare e su altre matrici biologiche quali: il sedimento marino, l’arenile, il biota, il pesce con relativo inquinamento da Policlorobifenili (PCB), Idrocarburi policiclici aromatici (IPA), Alchil benzene lineare (Idrocarburi aromatici), dell’Area marina protetta “Regno di Nettuno” e dell’ecosistema più importante del mar Mediterraneo indicato come “habitat prioritario” nell’allegato I della direttiva Habitat (dir. n. 92/43/CEE) costituito dalle Praterie di Posidonia oceanica;

l’inquinamento ha interessato la costa nord dell’isola di Ischia nei comuni di Casamicciola e Lacco Ameno;

vi è stato quindi un inquinamento marino da PCB, IPA e Alchil benzeni lineari, solo in parte accertato dall’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Campania (Arpac) dell’Area marina protetta “Regno di Nettuno” e nell’ecosistema delle Praterie di Posidonia Oceanica;

non sono state eseguite, seppur richieste, analisi sulle acque e sul sedimento marino finalizzate al rilevamento di sostanze tossiche quali gli Alchil benzeni linerai XN R10-20/21-38, (Tab 1-4, ai sensi del decreto legislativo n. 152 del 2006, Tab. 1/B, parte terza, punto 4, con obbligo di segnalazione al Ministero dell’ambiente) degli IPA e dei PCB;

permane, a distanza di circa un anno dall’incidente, il rischio di contaminazione da PCB e Alchil benzeni lineari e IPA delle acque e dei sedimenti lungo i litorali da Casamicciola e Lacco Ameno dell’Area marina protetta;

la Capitaneria di porto di Napoli ha consentito (per la seconda volta in pochi anni dell’anno 2000) che nell’Area marina protetta “Regno di Nettuno” e nell’ecosistema delle Praterie di Posidonia oceanica cavi elettrici, privi di obbligatori titoli per la posa e il loro mantenimento e in assenza di regolari autorizzazione per il loro esercizio, fossero la causa di un inquinamento industriale da sostanze tossico-nocive;

a fronte di tale disastro ambientale certificato dall’Arpac, pare non vi sia stato alcun iter di programmazione per la bonifica e la messa in sicurezza della zona a tutela della salute pubblica e dell’ecosistema più importante del mar Mediterraneo. Si consentono al contrario, ancora oggi, la balneazione e le regolari attività di pesca e soprattutto il mantenimento dei quattro cavi ad elevatissimo rischio ambientale privi delle necessarie autorizzazioni all’esercizio e da oltre 15 anni privi di concessione demaniale;

ad oggi risulta che nessuna amministrazione competente relativamente al demanio marittimo occupato dall’Enel ha rilasciato concessione per l’occupazione e/o il mantenimento dei quattro cavi ad olio fluido con PCB,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo ritenga opportuno intraprendere iniziative di competenza per la messa in sicurezza di emergenza dell’ambiente marino ai sensi dell’art. 240 del decreto legislativo n. 152 del 2006, quali interventi di bonifica intenda attivare e quali iniziative per la valutazione di interventi inibitori per la pesca e la balneazione e il rispetto delle normative inerenti le concessioni demaniali, i titoli abilitativi all’esercizio e le attività non consentite in Area marina protetta;

se non intenda intimare agli organi competenti la rimozione di opere di provata pericolosità e già causa di inquinamento marino in un’Area marina protetta e nell’ecosistema più importante del mar Mediterraneo indicato come “habitat prioritario”.

Annunci

Commenti»

1. Andrea D’Ambra: PCB, interrogazioni ed interpellanze al Ministro dell’Ambiente - giugno 6, 2008

[…] Tris rosa di interrogazioni ed interpellanze al Ministro dell’Ambiente Prestigiacomo Tags: andrea d’ambra, interrogazioni, ischia, ministro dell’ambiente, pcb. Diffondi questo articolo sui Network mondiali: […]

2. INQUINAMENTO DA POLICLOROBIFENILI NEL MARE DELL’ISOLA ISCHIA: LA PAROLA AL GOVERNO « Andrea D’Ambra - www.andreadambra.eu - dicembre 4, 2008

[…] qualcuno ricorderà lo scorso 5 Giugno avevo scritto sul blog delle interrogazioni parlamentari presentate al Governo (nello specifico al Ministro […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: