jump to navigation

Ci siamo!!!! marzo 1, 2007

Posted by Andrea in bambini, beppe grillo, consumatori, costi di ricarica, generazione attiva, guardia di finanza, tecnologia e comunicazione, telefonia, telefonini, vittorie.
trackback


Grazie a Maurizio Di Bona AKA “The Hand” per la vignetta

AGGIORNAMENTO 1° MARZO ORE 19.00: Domani Venerdì sera dalle ore 21 sarò ospite di Mi Manda Raitre.

Vi comunico che oltre all’appuntamento questa sera con Mi Manda Raitre ce ne sarà un ulteriore previsto per domani sabato 3 Marzo alle ore 14.40 al TG3 SCENARI con un’intervista al sottoscritto.

—–

Eccoci qui… ormai ci siamo! Chi l’avrebbe mai detto un anno fa precisamente ad Aprile quando creai la petizione che avrebbe ottenuto questo successo e cosi tante adesioni (821.968 nel momento in cui scrivo)
Gli operatori hanno tentato di tutto pur di rinviare o annullare l’abolizione di questo balzello tutto italiano. In Commissione Attività Produttive della Camera c’era qualche deputato di maggioranza che si era detto disposto al rinvio per poi far marcia indietro sommerso da migliaia di e-mails che abbiamo fatto pervenire a tutti i deputati di maggioranza membri della commissione.
Si è comunque saputo poi, grazie a Punto Informatico, che tra le proposte cassate, ve ne erano due avanzate dall’onorevole Mario Valducci di Forza Italia: con la prima si proponeva un rinvio di 60 giorni per l’entrata in vigore del divieto, mentre la seconda prevedeva l’esclusione del settore del digitale terrestre dall’abolizione dei costi fissi di ricarica. Complimentoni al dipendente Valducci! Non gli bastava rinviare l’abolizione, voleva anche escludere le ricariche MEDIASET premium (chissà come mai….) dal divieto….
Se volete scrivergli (come immagino farete) basta che clicchiate sul suo nome. Se non funziona la sua e-mail è la seguente: VALDUCCI_M@camera.it

I detrattori dell’iniziativa come sapete non sono mai mancati, così come gli attacchi diffamanti… gli interessi in gioco sono enormi e gli operatori non hanno problemi a sguinzagliare gente in giro a gettare fango sulle iniziative che possono danneggiarli. Detrattori che in un primo momento affermavano che la petizione non aveva valore, che la commissione europea non aveva risposto, poi davanti ai fatti hanno cominciato ad affermare che l’abolizione non sarebbe mai arrivata e ora sapete che dicono? Che comunque i gestori si rifaranno. Io voglio solo farvi leggere un articolo che prova il contrario. Tim che è l’unico operatore quotato in borsa (Telecom) ha negli ultimi tempi perso molto in borsa proprio in vista dell’abolizione dei costi di ricarica (che nell’ultimo hanno ha fatto ricavare agli operatori 1,7 MILIARDI DI EURO). Questo è l’articolo in questione. Questo testimonia che l’abolizione del costo di ricarica rappresenta per gli operatori un vero colpo. Ricordo poi a tutti che l’Agcom ha fatto sequestrare i piani tariffari degli operatori dalla Guardia di Finanza circa due settimane fa proprio in vista dell’abolizione per controllare eventuali aumenti ingiustificati ed intervenire di conseguenza. Inoltre oltre alle Authority ci saremo noi con Generazione Attiva a sorvegliare e denunciare gli eventuali comportamenti scorretti da parte degli operatori come abbiamo fatto finora anche per quanto riguarda il comportamento di Wind che sembra non voglia rispettare gli obblighi di legge per quanto riguarda l’abolizione e Vodafone per quanto riguarda la scadenza della sim.

Desidero ringraziare: Punto Informatico per quanto pubblicato negli ultimi giorni e la costanza oltre alla fedeltà e ad essere stata la prima testata ad aver creduto nella petizione; Altreconomia per l’editoriale pubblicato sul numero di Febbraio nel quale veniva fatto riferimento all’iniziativa, Rainews24 per la fedeltà a seguire la vicenda con Consumi & Consumi che è stata la prima trasmissione televisiva (seguita poi dopo breve da Mi Manda Raitre) ad occuparsi della battaglia contro i costi di ricairca. E Dulcins in fundo il Tg3 Scenari che prossimamente dedicherà un’altra puntata alla questione della telefonia (ricariche, tariffe, roaming etc.) con un’intervista al sottoscritto. Grazie anche a tutti gli altri ospitati nella sezione “dicono di noi

Mi giungono numerosissime segnalazioni da parte di clienti Vodafone che hanno ricevuto l’sms che conferma l’abolizione da domenica 4 Marzo. Tre li abolirà invece già da domani venerdi 2 Marzo mentre Tim e Wind aspetteranno l’ultimo giorno per adeguarsi ovvero lunedì 5 Marzo. Dalla pubblicità che stanno facendo (tramite sms, sulla stampa e in tv) sembra quasi sia una loro spontanea iniziativa libera da vincoli di legge…. Geniali questi operatori!

Stamattina è andata in onda un’intervista su radio kiss kiss realizzata da Pino Belmonte che ringrazio. Qualche giorno fa lo stesso è avvenuto con Radio Elle uno.

So che il grande Beppe Grillo nel suo tour Reset cominciato qualche settimana fa ha deciso di inserire anche me (e ne sono onorato) raccontando agli spettatori come davvero sono andate le cose, a Beppe va il mio ringraziamento piu’ speciale.

L’On. Mura (IDV) ha nei gironi scorsi risposto a tutte le e-mails ricevute (complimenti davvero) informando come si sarebbe opposta ad ogni ipotesi di rinvio dell’abolizione dei costi di ricarica e aggiornando tutti anche quando c’è stata la crisi di governo e molti hanno avuta paura che l’abolizione potesse saltare (mentre gli operatori lo speravano). Il Ministro Antonio Di Pietro, sulla stessa linea ha dedicato un post del suo blog alla cosa nella quale ha espresso la sua ferma opposizione al rinvio.

Ho letto che Giorgio Serao, della UILCOM, sarebbe contrario all’abolizione tout court dei costi di ricarica (non è l’unico lo so…), e vorrebbe un’abolizione “graduale”…. la Uilcom per chi non lo sapesse è il ramo “comunicazioni” di un sindacato: la UIL. E hanno persino un'”associazione di consumatori” riconosciuta a livello nazionale… l’Adoc (che viene dalla UIL) …. immagino la posizione di quest’ultima sull’abolizione…. Faccio notare che non è l’unica associazione che deriva da un sindacato. Federconsumatori ad esempio viene dalla CGIL… Questo vi potrà far capire con maggior chiarezza la presenza dei vari esponenti in TV ;-)

Un gentile signore di nome Tommaso Rea ieri mi ha inviato un volantino che ha realizzato e distribuito oltre che nella propria tabaccheria anche in quelle vicine. Lo inserisco sul sito in modo tale che chi interessato ed ha una tabaccheria/esercizio commerciale potrà affiggerlo se vorrà o semplicemente distribuirlo presso tabaccherie/esercizi commerciali dove regolarmente effettua ricariche. Volantino: Formato A5Formato A4

Chi invece preferisce la vignetta inserita in testa a questo post e realizzata gentilmente da “The Hand” può diffondere quest’ultima.

Appuntamento a domenica 4 marzo mattina primo giorno in cui potremo effettuare ricariche senza costi di ricarica. Ad Ischia ci ritroveremo tutti a festeggiare il successo dell’iniziativa appunto domenica 4 Marzo alle ore 10.30 presso la tabaccheria “Vito Jo” a Forio in Via G. Castellaccio (Monterone). Iniziative simili saranno organizzate dai Meetup “Amici di Beppe Grillo” interessati in ogni città d’Italia. Per vedere se anche la Vs città partecipa basta andare sul sito http://beppegrillo.meetup.com/ e cercare la Vs città o anche attraverso la mappa dei Meetup

Sono già migliaia le adesioni a Generazione Attiva. Ricordo a chi non l’avesse ancora fatto di aderire alla neonata Associazione in difesa dei consumatori che ho deciso di creare dall’esperienza nata da questa iniziativa. In conformità con la Legge 281/98 (ora codice del consumo) dobbiamo raggiungere un numero di soci pari allo 0,5 per mille della popolazione italiana. In pratica poco meno di 30.000 soci.
Allora non esitate! Aderite sin d’ora alla nostra associazione e fate passaparola
. Siamo riusciti a portare a casa una grande vittoria contro i costi di ricarica! In prospettiva ci sono tante altre battaglie che potremo vincere contro le tante altre anomalie tutte italiane! Il sito dell’Associazione: www.generazioneattiva.it

Grazie per il Vostro sostegno!

Annunci

Commenti»

1. diego - marzo 1, 2007

e vaiiii!!!! grazie x qst invenzione geniale….e sn contento di essere tra gli 800.000 e +…..

2. Mario - marzo 1, 2007

speriamo che wind si adegui , l’agcom potra intervenire solo dopo i 5 marzo mah.. speriamo bene….
per quanto riguarda TIM chi ha notizie si faccia vivo dato che non ho trovato nessuno che abba il canvass tim per marzo 07

3. rosanna - marzo 1, 2007

Caro Andrea!
Ho inviato una mail all’onorevole dipendente VALDUCCI con questo messaggio:

COMPLIMENTI! per aver proposto un rinvio di 60 giorni per l’entrata in vigore dell’ abolizione dei costi di ricarica!
COMPLIMENTI! per aver proposto l’esclusione del settore del digitale terrestre dall’abolizione dei costi fissi di ricarica!

Lei è davvero un esemplare rappresentante di noi cittadini italiani!
COMPLIMENTI DAVVERO!!!

4. Antonello - marzo 1, 2007

aiuto al TG! hanno deto che Wind vuole fare la furba coi vecchi clienti!!!! quasi quasi passo a 3, Tim e Vodafone sono chiare come la notte!!!

complimenti al solito forzisa che pur di difendere il padre-padrone di TUTTA la tv italiana inventa salvacondotti a scapito di noi poveri cittadini!!!

5. Mario - marzo 1, 2007

smettiamo di andare sulla politica e pensiamo ai cittadini senno mi metto a parlare del governo :D
ribadisco WIND va denunciata, vodafone beh gli aumenti dello scatto alla risposta sono giustificati per legge sulla libera concorrenza, 3 e molto trasparente , tim MISTERO DEL GSM
notte
a domani

6. fruitmako - marzo 2, 2007

Visto che mancano 2 giorni propongo di procurare le mail di wind e stendere il testo da spedirgli! puntoinformatico indica come decisione probabile di wind la seguente: http://newsblog.windworld.org/archives/179
non è possibile ke uno ora cambi piano a comodità loro!
il decreto dice ke non si devono più applicare costi di ricarica, non che non si devono applicare ai nuovi clienti o a chi mette le nuove tariffe!!!

andrea crediamo in te, forza con mail che gli devastiamo!!! otteniamo i nostri tanto sudati (come solo tu sai) diritti!!!

7. massimo - marzo 2, 2007

Ho letto strane notizie, anche nel blog di Beppe Grillo, secondo cui i gestori di telefonia mobile stanno per applicare un aumento indiscriminato delle tariffe per assobire i mancati ricavi dei costi di ricarica. Wind addirittura “sembra” che pensi di obbligare i vecchi i clienti a mantenere il costo di ricarica, altrimenti dovrebbero passare alle nuove tariffe che dicono essere maggiorati anche del 20 %!!
Spero che non ci faremo prendere per il culo, vero Andrea? Beh, lo spero davvero tanto, altrimenti sarebbe una vittoria di PIrro.
Temiamoci informati. A presto

8. marcello - marzo 2, 2007

a queste condizioni di aumenti tariffari di wind e scatti x vodafone ( e premesso che anche altri operatori possano adeguarsi se non fermati ) non è una vittoria , i costi di ricarica sono incassati nelle tariffe e aumenti vari

9. Mario - marzo 2, 2007

beh per i nuovi clienti certamente ma ogni italiano ha un cellular e una tariffa semidencente e cmq ribadisco la denuncia all’agcom per wind

10. doct.alfridus - marzo 2, 2007

> Si è comunque saputo poi, grazie a Punto Informatico, che tra le proposte cassate, ve ne erano due avanzate dall’onorevole Mario Valducci di Forza Italia: con la prima si proponeva un rinvio di 60 giorni per l’entrata in vigore del divieto, mentre la seconda prevedeva l’esclusione del settore del digitale terrestre dall’abolizione dei costi fissi di ricarica.
>

Ed eco il testo dell’email che ho spedita al dipendente MValducci.
Il testo è a disposizione di chi volesse usarlo, modificarlo a piacere, farne l’uso piu’ opportuno (il consiglio è di spedirne una copia all’interessato), o semplicemente farci due risate sopra…!

“”
Egregio Onorevole,
è la prima volta che mi capita di vedere un indirizzo email TUTTOINMAIUSCOLE, e mi chiedo se vuole essere di presentazione o di avvertimento.

Comunque sia, sappia che per la net-etiquette scrivere in maiuscolo equivale a gridare: quindi, per ‘parlare’ con Lei, occorrerà GRIDARE!

Allora, ecco qua:

APPREZZO MOLTO – MA NEGATIVAMENTE – IL SUO INTERESSAMENTO AL RINVIO DELL’APPLICAZIONE DELLA DISPOSIZIONE CONTENUTA NEL DECRETO GOVERNATIVO DEL MESE SCORSO, LA CUI PRIMA NORMA RIGUARDAVA L’ABOLIZIONE DEI COSTI DI RICARICA DALLE SCHEDE TELEFONICHE ED EQUIPARATE. VEDRO’ PERTANTO DI RICORDARMENE ALLE FUTURE, SPERO PROSSIME, VOTAZIONI, RINGRAZIANDOLA PER LA CHIAREZZA E LA TRASPARENZA DEL SUO ATTEGGIAMENTO PROTETTIVO DEGLI INTERESSI CHE LE STANNO PIU’ A CUORE.

Distini saluti, eccetera eccetera,

[segue firma del mittente…]
“”

Buon lavoro a tutti!
doct.alfridus

11. Sandro - marzo 3, 2007

Se la wind fa la furba mi adeguerò… smetto di usarla e telefonerò solo dal internet perchè non voglio lo scatto alla risposta ( 19centesimi?? Vodafone VERGOGNA!!!). Basta con i soprusi. Finisco il mio credito e amen, non ricarico più ( mi spiace ma non ho 50 euro da spendere in ricariche).

12. Vegekuu - marzo 3, 2007

…mi sa che l’on. Valducci, più che considerarsi un “dipendente” nel senso “grilliano” del termine, è da considerarsi come un dipendente del Berlusca…. ;-)

(“MENO TASSE PER TUTTI!” – hanno la faccia come il beeeeepppp)

Un applauso ad Andrea D’Ambra e agli oltre 800mila firmatari della petizione…

Buon fine settimana a tutti!

13. greg - marzo 3, 2007

ho letto da qualche parte che la “scadenza” del credito rimane comunque come “fine del periodo di attivazione della SIM”… cioè dopo un anno la SIM di disattiva e bisogna comprare una carta servizi ( 8 euro) per riattivarla… come dire: il credito non scade ma la SIM per utilizzarlo sì… ma è vero?

a che diavolo serve allora il decreto se poi mi scade la SIM e il credito non posso utilizzarlo comunque? (anzi devo pure pagare per riutilizzarlo)… che schifo.

14. Alberto - marzo 3, 2007

Battaglia contro i mulini a vento, a chi intende intenda e gli altri…………………………

15. Enzo - marzo 3, 2007

Bravo ANDREA!!!!!Complimenti
Ragazzi si stanno muovendo tutte le compagnia e per adesso senza aumenti di tariffe!!!!!!
Sul sito TIM ci sono già le disposizioni al 5 Marzo
Vodafone si è gaà attrezzata

La prossima battaglia dovrà essere lo scatto alla Risposta!!!!!!!! UN FUUUUUUURTTTTOOOOO non calcolabile!!!!

16. Antonello - marzo 3, 2007

Enzo, esiste anche all’estero lo scatto alla risposta…

17. Andrea - marzo 3, 2007

Antonello
scch, sta zitto che gli casca il castello di carte ad Enzo se gli dici che lo scattto alla risposta esiste anche all’estero!
Che poi non hanno imparato, hanno tolto la ricarca e hanno aumentato scatto, tariffa e sms, tolgono lo scatto alla risposta …e aumentano la tariffa e gli sms.

18. federico - marzo 3, 2007

http://www.tre.it/3foryou/Promozioni/Altrepromozioni/index_1417_ITA_HTML.htm

che dire, questa volta non c’è nulla da dire… se facessero così anche Vodafone e Wind… cmq W la concorrenza! Vuol dire che Wind perderà molti clienti e presto finirà di esistere se non si rimangia l’offerta che vorrebbe proporre lunedì…

19. Antonello - marzo 3, 2007

allora fatevi un saltino qui: http://www.movistar.es e vedetevi cosa c’è nelle tariffe…

20. Andrea - marzo 3, 2007

Il sottosegretario Mario LETTIERI, in risposta alle richieste di chiarimento avanzate nella seduta di ieri, precisa che l’articolo 1 non comporta un minor gettito per la finanza pubblica in quanto l’abolizione dei costi di ricarica non determinerà diminuzione del fatturato del settore per il concomitante effetto da un lato della ristrutturazione delle tariffe, e dall’altro, dell’aumento degli acquisti. L’abolizione del costo di ricarica, infatti, non fa variare l’importo complessivo acquistato con la scheda o con la ricarica e sottoposto ad imposizione fiscale. L’unica conseguenza della misura riguarda la destinazione del predetto importo che deve essere ora riferita solo al traffico telefonico, ferma restando l’invarianza di gettito fiscale. Peraltro il nuovo sistema è destinato a potenziare e differenziare l’offerta commerciale con un sicuro, ancorché non quantificabile incremento del gettito fiscale. In particolare, con riferimento al gettito IVA, sottolinea che il venir meno del contributo di ricarica nei servizi di telefonia mobile a credito prepagato non comporta sostanziali effetti in termini di gettito in considerazione della elevata propensione marginale al consumo verso lo stesso servizio o verso altri beni. Inoltre, anche in termini di effetti sulle imposte dirette non si stimano effetti sostanziali in quanto la redditività nei vari settori economici presenta una certa regolarità nel medio-lungo periodo.

http://www.camera.it/_dati/leg15/lavori/bollet/200702/0220/html/05/comunic.htm

Avete letto?
Se un sottosegretario di Prodi risponde così, che il gettito di tasse derivante dai gestori non cambierà perchè si rifaranno rimodulando le tariffe come fate ancora a credere che tutta questa operazione porterà benefici economici agli utenti?

21. Simo - marzo 3, 2007

GRAN GIORNO OGGI RAGAZZI…. HO PROVATO A RICARICARE ORA MA… PROBLEMI TECNICI…Credo sia del tutto normale… domattina riprovo… e grazie mille a tutti..

22. Micfck - marzo 3, 2007

Ma chi ha laricaricabile di Fastweb rientra in tutto questo?

23. 4 marzo - Costi di ricarica e tariffe al Tg3 Scenari « P@ssioneMobile - marzo 4, 2007

[…] di Generazione Attiva nonché promotore della celeberrima petizione contro i costi di ricarica Andrea D’Ambra, che alle ore 10.30, ad Ischia, festeggerà l’avvenuta l’abolizione presso il Tabaccaio […]

24. Antonello - marzo 4, 2007

SIII mic…

25. Antonello - marzo 4, 2007

Wind informa che a partire dal 4 marzo 2007 adeguerà ai sensi del D.L 7/2007 – la propria offerta commerciale come segue:

* non saranno più sottoscrivibili i piani tariffari del servizio mobile prepagato commercializzati fino alla predetta data con applicazione del contributo di ricarica;
* sono disponibili nuovi piani tariffari che non prevedono contributi di ricarica anche per tagli inferiori a 50 euro;
* i clienti Wind con piani tariffari attivati prima della suddetta data:
* che utilizzano tagli uguali o superiori a 50 euro, che già non prevedevano contributi di ricarica, potranno continuare a fruire del servizio alle condizioni preesistenti;
* che utilizzano tagli inferiori ai 50 euro e che non intendono corrispondere il contributo di ricarica possono migrare gratuitamente verso i nuovi piani tariffari richiedendo di aderire, attraverso i consueti canali, a uno dei nuovi piani senza contributo di ricarica in vigore dal 4 marzo 2007.

DENUNCIAMO WIND!!!!

26. Franco - marzo 4, 2007

Ho dato uno sguardo ai piani tariffari di tutti i gestori di telefonia mobile e ..sono rimasto sconcertato nel constatare i consistenti ritocchi apportati dai gestori, sul costo dei nuovi piani tariffari e sulle opzioni, rispetto a qualche giorno fa, da far rimpiangere l’annullamento dei costi di ricarica!!!
Spero che qualche integerrima AUTORITA’ INTERVENGA PESANTEMENTE SUI GESTORI per annullare questi tentativi di GRAVE ARROGANZA facendo presente che buona parte di questo mercato esiste grazie all’apposto di ciascuno di noi!!!
Altrimenti io propongo, per quanto sia nelle possibilità di ciascuno di noi, di attuare una drastica riduzione sia del traffico telefonico sia l’abbandono di tutte le SIM non strettamente indispensabili
( tenuto conto che le abbiamo acquistate nella convinzione di realizzare qualche economia sui costi delle chiamate verso altro gestore!)

27. Andrea - marzo 4, 2007

Franco
Ma hai letto qui?
http://www.camera.it/_dati/leg15/lavori/bollet/200702/0220/html/05/comunic.htm

Hai visto che lo stesso governo afferma che noi non risparmieremo nulla e le tariffe aumenteranno?

28. Franco - marzo 5, 2007

Andrea, allora non capisco proprio, il trionfalismo sbandierato dall’On. Bersani nelle sue ultime apparizioni in TV sull’ eliminazione dell’ingiusto balzello imposto dai gestori sulle ricariche telefoniche e sulla scadenza temporale delle SIM per mancata ricarica almeno ogni 11 mesi!!
Da questo ne discende quanto in realtà i politici tengono a cuore i bisogni della gente a fronte dell’inopportunità di scontentare i poteri economici forti del paese.
Se si verificherà ciò che si va delineando, allora la battaglia fino ad ora condotta, è stata tutta un fumo!!!

29. Vegekuu - marzo 5, 2007

Scusate se mi intrometto nel dibattito sui nostri politici e sul giudizio da dare allo stato attuale delle cose: credo che il punto di partenza deve essere quello di non dimenticarsi mai che questa è stata una grandissima vittoria, a prescindere dalle modalità con cui verrà applicato il cosiddetto “Decreto Bersani” e a prescindere da eventuali infrazioni o abusi della compagnie telefoniche.
Il punto importante è che ciascuno di noi adesso sa che può intervenire attivamente e la storia dell’ultimo anno ha dimostrato che neppure colossi come le compagnie telefoniche possono farla franca…

Il mio non vuole essere solo un discorso di “ideali”… Anche nel concreto, se le compagnie telefoniche non rispetteranno appieno il Decreto Bersani, allora è molto importante continuare ad attivarsi per “disturbare” ogni tentativo di truffa e imbroglio.

Personalmente credo sia molto importante mantenere un’atteggiamento combattivo e scartare definitivamente espressioni del tipo “tanto non serve a niente”… era prevedibile [date le truffe precedenti] che le compagnie telefoniche avrebbero deviato il Decreto Bersani, cercando nuove creative forme di truffa… vorrà dire che anche noi ci diletteremo in nuove creative forme di denuncia… ;-)

Un saluto a tutti… HASTA EL FIN!

30. Germy - marzo 5, 2007

Ciao Andrea, volevo sapere cosa si può fare contro la WIND che non toglie i costi di ricarica per i vecchi clienti? tranne se quest’ultimi non cambiano piano tariffario.
Venerdì sera ho visto MI MANDA RAI TRE ed è stato detto che le compagnie che non rispettino la Normativa sono “fuorilegge”, stando a ciò la WIND cosa è???
Ribelliamoci e cambiamo gestore.
Saluti a tutti

31. Alberto - marzo 20, 2007

Bella Andrea, ottimo lavoro :-)

Che ne diresti di predisporre il popolo di Generazione Attiva con la possibilità di firmare elettronicamente le prossime proposte?
La firma elettronica in Italia è equiparata a quella autografa (http://it.wikipedia.org/wiki/Firma_digitale) e quindi con 500.000 firme (anche elettroniche) si potranno indire anche referendum ecc ecc

Ciao
Alberto

32. didina - settembre 5, 2007

complimenti e grazie !!!!!!!!!! posso ricambiare fornendoti informazioni inedite e sconosciute ai cittadini su quella brava persona dell’on. valducci. preferirei non via computer. inviami un recapito telefonico. grazie.

33. Andrea D'Ambra - settembre 6, 2007

didina la mia mail la trovi nella sezione contatti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: