jump to navigation

Alilauro e i sussidi regionali agosto 15, 2008

Posted by Andrea D'Ambra in alilauro, antitrust, Campania, compagnia di navigazione, ferragosto, il golfo, ischia, napoli, piano regionale trasporti, soldi pubblici, sussidi regionali.
Tags:
add a comment

http://www.alilauro.it/img/top.jpg

Mi sembrava di avere letto qualche tempo fa dalle pagine del quotidiano dell’Isola d’Ischia “Il Golfo” uno scritto dell’Alilauro dove la società smentiva di ricevere o aver mai ricevuto in passato finanziamenti/sovvenzioni/sussidi pubblici e diffidava chiunque dall’affermare il contrario.

Penso allora che dovranno denunciare l’Antitrust che nel 1994 scriveva, tra le altre cose molto interessanti quanto segue:

La società ALILAURO Spa riceve anch’essa sussidi ma solo regionali. Tali sussidi vengono definiti nell’ambito del Piano Regionale Trasporti della regione Campania per il servizio di trasporto marittimo tramite aliscafi. La società ALILAURO Spa afferma che la Regione ha deliberato i contributi che riguardano il servizio di aliscafi Napoli-Ischia per un ammontare di lire 1.100.000.000 e le linee stagionali Napoli-Ischia, per un ammontare di lire 1.050.000.000. Peraltro, i citati contributi risulterebbero in gran parte non ancora erogati. Per il 1993, non vi sarebbero ancora state delibere regionali (audizione del 5 ottobre 1994, società ALILAURO Spa).

Fonte

Buon Ferragosto!

ITALIA.IT: Generazione Attiva a Neapolis gennaio 22, 2008

Posted by Andrea D'Ambra in generazione attiva, innovazione, italia.it, neapolis, nicolais, raitre, rutelli, soldi pubblici, sprechi, stanca, turismo.
Tags:
add a comment
L'immagine “http://www.rai.tv/MediaPortale/pub/static/2007/10/t_neapolis.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.L'immagine “http://neapolis.blog.rai.it/files/2008/01/italia1.thumbnail.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

ITALIA.IT: il servizio (Videotrascrizione) andato in onda nella trasmissione di ieri di Neapolis che cita anche Generazione Attiva

Grazie a Massimo per la segnalazione

ITALIA.IT – Il Governo a Generazione Attiva: “non avete diritto d’accesso agli atti pubblici del portale costato 45 milioni di Euro” novembre 23, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in diritto di accesso agli atti, generazione attiva, governo, italia.it, scandalo italiano, soldi pubblici, sprechi, svezia, trasparenza.
Tags:
38 comments

Chi segue la vicenda che va avanti ormai da molto tempo ricorderà che Generazione Attiva, lo scorso Giugno, fu l’unica associazione in difesa dei consumatori a far proprio l’appello lanciato di scandalo italiano che chiedeva l’accesso agli atti pubblici relativi al portale ITALIA.IT costato 45 milioni di euro o più. (Qui la richiesta)

Dopo appena 5 mesi e tantidi rinvii arriva rapida la risposta del Governo, Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie, a firma del capo dipartimento Ing Ciro Esposito, che in pratica ci scrive che Generazione Attiva, associazione nazionale indipendente in difesa dei consumatori, nata dalla vittoriosa battaglia per l’abolizione dei costi di ricarica dei telefonini, non è legittimata all’accesso degli atti pubblici del portale ITALIA.IT. (Qui la risposta)

Generazione Attiva ringrazia il Governo per la trasparenza con cui opera e per la pronta e rapida risposta fornita.

Mi viene da dire… Proprio come in Svezia!

L'immagine “http://i105.photobucket.com/albums/m227/philotto/Spigolature/logoscandaloita.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie
Ufficio per l’ordinamento giuridico della società dell’informazione

Oggetto: Richiesta di parere sul diritto di accesso ai documenti amministrativi

Il dipartimento per il coordinamento amministrativo ha trasmesso a questo Ufficio la lettera del 25 Luglio 2007 diretta anche a codesta Associazione, con la quale è stata trasmessa la richiesta volta ad ottenere il rilascio della documentazione attinente la realizzazione del progetto portale turismo italia.it
Questo dipartimento ha ritenuto di richiedere il parere della Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi sul procedimento amministrativo, come previsto dalle leggi n 241/90 e n. 15=05, al fine di verificare la sussistenza o meno della legittimità, per codesta Associazione, di esercitare l’accesso alla documentazione suddetta.
A seguito dell’esame della domanda, la commissione ha concluso, con un motivato parere, che la domanda di accesso, come formulata da codesta Associazione, “…non rientra tra i diritti specifici dei consumatori…in quanto finalizzata genericamente a conoscere i costi della pubblica amministrazione, in funzione di un generico ed indistinto interesse al contenimento della spesa pubblica”.
Pertanto, conformemente alla pronuncia della Commissioni, si porta a conoscenza che la prodotta richiesta di accesso non può essere accolta.

Il Capo Dipartimento
Ing Ciro Esposito

Giorgio Tino… agosto 27, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in corte dei conti, evasione, fisco, giorgio tino, informazione, miliardi di euro, monopoli di stato, silenzio, soldi pubblici.
1 comment so far

dead_silence.jpg

98 miliardi di euro di evasione da parte delle concessionarie dei Monopoli di Stato non sono una notizia.

OPERAZIONE TRASPARENZA – CONTRIBUTI ALL’EDITORIA (Associazioni dei consumatori) 2004 agosto 7, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in associazioni, cncu, consumatori, contributi, euro, finanziamenti, ministero dello sviluppo economico, presidenza del consiglio dei ministri, progetti, regioni, soldi pubblici.
add a comment

“Non si può far nulla contro i costi di ricarica, sono un’imposta governativa…” Ricordate chi lo diceva?

Le associazioni di consumatori interpellate quando lanciai la petizione contro i costi di ricarica.

Vedete un po’ quanti soldi ricevono dallo Stato per essere così attivi….

http://www.mediazone.info/site/_images/attualita/foto-trefiletti.jpg http://www.striscialanotizia.mediaset.it/bin/51.$plit/C_3_video_2729_framevideo.jpghttp://adiconsum.inforing.it/shared/foto_articoli/s_166.jpghttp://www.rai.it/Contents/news/57800/rienzi_elezioni.jpg

Trefiletti, Lannutti, Landi, Rienzi (Federconsumatori, Adusbef, Adiconsum, Codacons) 

CONTRIBUTO DESTINATO ALLE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI

Legge del 30 luglio 1998, n. 281; DPCM del 15 marzo 1999, n.218;

E’ previsto un contributo annuale destinato alle associazioni dei consumatori ed utenti iscritte nell’apposito elenco delle associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello nazionale ( previsto dal decreto legislativo del 6 settembre 2005, n. 206 ) e che pubblichino periodici attinenti l’attività statuaria. L’erogazione del contributo, su base annua, è ripartito tra gli aventi diritto nel modo seguente:
1) il 25% dell’importo complessivo in parti uguali ;
2) il 25% in proporzione al numero delle effettive uscite nel corso dell’anno;
3) il restante 50 % in proporzione al numero delle copie diffuse nel corso dell’anno.

A S S O C I A Z I O NE Importo contributo

Movimento difesa del cittadino 60.049,62
Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori 22.551,58
Codacons 39.139,44
A.D.U.S.B.E.F. 21.860,88
Centro tutela consumatori utenti 63.906,03
Movimento consumatori 24.771,60
Federconsumatori 34.085,11
Cittadinanzattiva 29.554,14
Adiconsum 75.109,83
Unione nazionale consumatori 125.431,54
Movimento difesa del cittadino 60.049,62
Totale Euro 496.459,77

Fonte: Presidenza del Consiglio dei Ministri

ATTENZIONE! Non perdetevi i Progetti cofinanziati delle Regioni e quelli delle Associazioni nel CNCU

Milioni di Euro spesi in progetti sconosciuti…

Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico

I MEZZI DELLO STATO giugno 13, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in abusi, bertinotti, golfo di napoli, ischia, la casta, merkel, parlamentari, politica, privilegi, soldi pubblici.
4 comments

L'immagine “http://www.unilibro.it/find_buy/copertine/g%5C8817017140g.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Quoto in pieno l’editoriale d “Il Golfo” di oggi che a firma del Direttore Domenico Di Meglio scrive:

Il Presidente della Camera, Fausto Bertinotti, ha scritto al Corriere della Sera – come il suo addetto stampa scrisse al Golfo – per spiegare le ragioni per cui lui, come i suoi predecessori, sono costretti a viaggiare con l’aereo dello Stato. Meravigliandosi per un trattamento mediatico non riservato anche ad altre autorità, l’ex capataz di Rifondazione Comunista spiega che vola con gli aerei di Stato, anche per andare in vacanza, per ragioni di sicurezza, perché l’uso dei voli di linea comporterebbe disagi per i cittadini. Il tutto statuito da direttive e circolari.

La stessa risposta potrebbe esserci data da tutti quelli che scorazzano nel Golfo di Napoli con le motovedette della Capitaneria, dei Carabinieri, della Finanza, ma a l’uno e gli altri ricordo che la cancelliera tedesca Angela Merkel, che è il capo del più forte stato europeo, ha viaggiato normalmente sull’aliscafo di linea, confusa tra gli altri tedeschi in vacanza. E sull’isola non ha trovato ad attenderla le auto blu con il lampeggiatore, ma un anonimo taxi bianco.

Si sopravvalutano i rischi per la sicurezza dei nostri o si sottovalutano quelli della Merkel?

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.