jump to navigation

Wind ci prova…. febbraio 28, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in comunicati stampa.
trackback

COMUNICATO STAMPA

Circola su diversi mezzi di informazione notizia secondo cui Wind non eliminerebbe i costi di ricarica per i vecchi clienti come invece stabilisce il decreto legge 7/2007 che impone l’abolizione di questo balzello entro e non oltre lunedì 5 Marzo.
Speriamo vivamente che queste voci vengano immediatamente smentite da Wind perché altrimenti ci troveremmo in presenza di un gravissimo abuso che non tollereremo in alcun modo. Ricordiamo in prima istanza ai clienti wind che in tal caso la prima cosa da fare è cambiare operatore dopo aver prontamente denunciato quest’ultimo.
Ci pervengono inoltre numerose segnalazioni secondo cui Vodafone non starebbe adempiendo pienamente al decreto per quanto riguarda i limiti temporali all’utilizzo del credito (scadenza della sim).
Per quanto esposto sopra chiediamo all’Authority Garante per le Telecomunicazioni (Agcom) di adempiere al suo dovere istituzionali verificando subito tali informazioni e provvedendo a sanzionare gli operatori indisciplinati.
Ora gli operatori dovranno rimborsare tutti i costi di ricarica ingiustamente prelevati in dieci anni ai cittadini italiani che hanno fatto entrare nelle loro casse solo 1,7 Miliardi di Euro nell’ultimo anno. Su questo Generazione Attiva sta lavorando con uno staff legale per offrire ai propri iscritti la possibilità di ottenere il rimborso.

Generazione Attiva
Associazione Nazionale in difesa dei Consumatori
http://www.generazioneattiva.it

About these ads

Commenti»

1. Andrea - febbraio 28, 2007

Non è che ti si rivolterà tutto contro come un bumerang e alla fine in nome della trasparenza voluta da Bersani arriveremo a pagare tutti di +?

2. Andrea D'Ambra - febbraio 28, 2007

Sogna….

3. Paolo - febbraio 28, 2007

Andrea, io provvederò a cambiare subito operatore, qualora sia tutto vero. L’unico problema è che ho molto credito che non so se potrò farmelo restituire sotto forma di contante o trasferirlo ad altro operatore. Ma la denuncia arriverà immediatamente! VERGOGNA!!!

4. marcello - febbraio 28, 2007

e che vi aspettavate …. siamo in italia , se vengono confermate quelle condizioni wind in pratica si paghera il costo di ricarica sotto forma di scatti tariffe e sms a prezzo maggiorato

e peggio ancora se alla wind verra permesso di fare cio anche gli altri operatori si adegueranno in fila e sai che ridere poi ci facciamo
5 marzo piu che festeggiare meglio metterci una cassa da morto a tutti heheh cmq andrea d’ambra continua cosi ! sei un grande e non devi permetter a ste carogne di vincere questa battaglia tutti con te

5. Mario - febbraio 28, 2007

spero che il governo segua la solita linea di non intimidazione
purtroppo io nn posso piu cambiare operatore sono arrivato al 4° passaggio
cmq la denuncia se wind nn adempiera come scritto nel decreto dovra avvenire, con l’intervento dell’Agcom
Speriamo bene,
per quanto riguarda il rimborso dei costi di ricarica, se si verificherebbe realmente il rimborso di un incasso decennale, tutte le compagnie telefoniche fallirebbero , si rinuncerebbero a innumerevoli posti di lavoro, (tecnici, risorse umane ecc ecc), mentre io invece propongo un’altro modo, secondo me è migliore invece che se ci fosse un effettivo rimborso si effettuasse uno sconto effettivo sui costi al minuto sul traffico voce in modo trasparente calcolato dalle istituzioni, in un lasso di tempo di 5 anni o anche meno per esempio… ma questa battaglia sara molto difficile e spero vivamente che l’agcom intervanga per wind e vodafone su queste cose

6. Mario - febbraio 28, 2007

aggiungo in oltre cambiamo operatore si, ma a che costo caro andrea? dal 4/3 tutte le tariffe saranno maggiorate e nn sara molto conveniente poi ritornare a wind
voto si per la denuncia

7. Andrea - febbraio 28, 2007

Mario
Giusto, cambiate operatore!
Andate da Vodafone che ha appena fatto le nuove tariffe post decreto tutte con 19 centesimi di scatto alla risposta! Tutto vero!

8. alessandro - febbraio 28, 2007

ragazzi io non voglio dire niente e sicuramente l’abolizione dei costi di ricarica è un cosa positiva, ma leggete le nuove tariffe vodafone (ed il nuovo scatto alla risposta di 19 cent) e fate una botta di conti…

9. Adriano - febbraio 28, 2007

Salve di schede Wind nella mia famiglia ne abbiamo 6,e tutte agli sgoccioli in attesa di ricaricare dopo il 5 marzo 2007.Prima di ricaricare ci informeremo,nel caso wind abbia deciso di rovinarsi con le proprie mani tenendo un comportamento a questo punto FUORI LEGGE provvederemo a passare all’operatore più conveniente.
Cosa c’è di più semplice?

10. Andrea D'Ambra - febbraio 28, 2007

Fortunatamente non esiste solo Vodafone…

11. Luca - febbraio 28, 2007

Vorrà dire che farò una sola ricarica all’anno con Wind da 50€ :-/ o passerò a 3 che da quel poco (e di fretta) che ho letto sembra aver l’offerta più conveniente.

12. Antonello - marzo 1, 2007

Allora passo subito a 3, Tim è poco trasparente e Vodafone fa lo scatto…

13. Pierpaolo Pedicini - marzo 1, 2007

Informo voi tutti che ho appena ricevuto un SMS da Vodafone; questo il testo:

“Dal 4/3 Vodafone elimina i costi di ricarica: su tutte le ricariche ciò che spendi diventa traffico disponibile. Informazioni al numero gratuito 42999″

Per il momento, mi sembra tutto a posto!

14. Luciano - marzo 1, 2007

Andrea xkè non ricordiamo al ministro anche i costi di ricarica x le carte di credito prepagate ?? Ricordiamoci ke anche con le carte di credito prepagate noi versiamo in anticipo i soldi e non ci garantiscono nessuna remunerazione x i soldi caricati!!! Tipici esempi sono le carte postpay o quelle emesse dagli altri istituti bancari….

15. Federico - marzo 1, 2007

Caro Andrea,
quando sara’ finalmente terminata questa vicenda delle ricariche (spero positivamente, ma non credo che le compagnie si rassegnino a perdere quel miliardo di euro netti annui generati dai nostri contributi di ricarica), ti suggerisco un nuovo fronte di “battaglia” in materia di diritti dei consumatori: gli MVNO, gli operatori virtuali di rete mobile. Mentre all’estero sono ormai una realta’ consolidata (e hanno fatto abbassare parecchio i prezzi delle chiamate su cellulare), in Italia non possono nascere per colpa delle telecom che non vogliono aprire le loro reti. La faccenda e’ in mano all’Autorita’ garante della concorrenza e del mercato, che continua a rimandare ogni decisione.
Se ti va, dai un’occhiata a un post che ho pubblicato oggi:

http://blognuovimedia.splinder.com/post/11173342/

ciao

16. Mario - marzo 1, 2007

Le compagnie possono perfettamente decidere sulle tariffe e nuovi scatti alla risposta nn c’è un obbligo per legge senno nn ci sarebbe concorrenza, per uanto riguarda la tim nn ho ancora visto nulla vodafone e stata l’unica a pubblicarle in anteprima, e per 3 che dire di 3 ah si sno rimasto un’anno mi ha fatto pagare tutto anche il respiro oltre che si deve avere un terminale 3 per poter usare la loro SIM, la scelta e ardua si ma SI DEVE OBBLIGARE WIND A RISPETTARE LA LEGGE, questo e l’unico modo, io che nn sono il solo , nn posso piu passare da un operatore all’altro perche ho raggiunto il numero max di portabilita con wind e anche per questi che si sono sempre trovati bene con wind e con la propria tariffa perche li si deve obbligare a cambiare operatore ma per favore…

17. Yuri - marzo 1, 2007

La Wind ha proprio sgarrato…la Vodafone idem…la Tim ha tariffe già di per sè una sola…la Tre si paga sempre lo scatto alla risposta…
Dico io: buttiamo i telefononi e non se ne parla più!

18. Andrea - marzo 1, 2007

Per luciano
Che ne dici se eliminiamo qualsiasi servizio prepagato?

19. Andrea - marzo 1, 2007

sogna…
non c’è solo vodafone…
Si riesce a finire una frase con qualcosa di concreto invece che telefonini?
Qua questa operazione toglie dal mercato wind e vodafone, e sono già 2 su quatto, elimina la concorrenza che è sempre un male e come abbiamo visto fa alzare i prezzi.
Proprio tutto rosa e fiori?

20. Mario - marzo 1, 2007

per andrea che ne dici di dire meno stupidaggini
i prepagati servono a molte persone di reddito medio basso, che nn potendosi permettersi un abbonamento scelgono di darsi un budget e nn avendo un costo fisso
le carte di credito prepagasto ( postpay), sono l’unico metodo veramente sicuro per gli acquisti su internet invece di dare i propri dati dell carta di credito si pproteggono comprndo con una carta prepagata

21. Alessandro - marzo 1, 2007

Ma che accidenti vuol dire che non c’è solo vodafone???? E chi ha vodafone deve subire???? D’Ambra tu hai fatto un buonissimo lavoro e ti riconosco il risultato, ma non mi è sembrata decisamente una risposta intelligente!
Poi, se è una risposta “a spot” perchè non hai tempo ok, ma dato che vodafone è il primo o il secondo operatore italiano ignorare i suoi aumenti tariffari in questo bel clima di festeggiamenti non mi pare una gran pensata.
Perchè se ci tolgono i costi di ricarica e poi ci aumentano tutte le tariffe…..beh è il caso di fare due conti.

22. Andrea D'Ambra - marzo 1, 2007

Caro Alessandro,
noi vigileremo come abbiamo sempre fatto e denunciato all’Agcom eventuali abusi. Ma i clienti vodafone hanno in mano il potere di far cambiare le cose anche cambiando operatore. Questa è libera concorrenza e il contrario di quello c’era finora con il costo di ricarica: un accordo tacito tra gli operatore: il cartello!
Puoi cambiare operatore e passare a quello che ritieni piu’ conveniente: ce ne sono ben 4!

23. Alessandro - marzo 1, 2007

Caro Andrea,
lo so perfettamente, ma ho il vago sospetto che gli aumenti ed i balzelli nascotti sotto altre forme non saranno appannaggio esclusivo di vodafone…sono curioso di vedere le nuove tariffe di tim e di 3, il temporaneo non-adeguamento di wind eccetera eccetera…
Poi per quanto riguarda vodafone è semplice, io mi tengo la vecchia tariffa, che nel frattempo è stata eliminata e ricarico senza costi, quindi grazie anche a te :-)
Il mio discorso tuttavia era improntato ad una visione più ampia. E fate bene a vigilare infatti. Presto infatti, a mio modesto parere, vedremo nuove curiose tariffe e nuovi simpatici scatti alla risposta…!!!
Buon lavoro quindi!!!

24. Andrea - marzo 1, 2007

Andrea D’Ambra ,
perchè prima scegliere gestori convenienti come wind o tre che non facevano pagare le ricariche non lo consideravi e invece adesso consigli di cambiare gestore.
Anche prima avevamo il potere di cambiare gestore! Perchè non lo abbiamo usato?

Forse perchè a ischia prende solo tim e hai fatto tutta questa storia solo per guadagnarci tu? Hai tim no?

25. Maurizio Scola - marzo 1, 2007

Ho appena controllato sul sito wind, le tariffe sono invariate!!! E anche vero che fino a 5 minuti fà, la Wind non ha comunicato nulla riguardo all’adeguamento!!! Saluti! Maurizio Scola

26. Alessandro - marzo 1, 2007

Mah a me risulta che sia 3 che wind le ricariche le facessero pagare eccome…

27. Lurkos - marzo 1, 2007

Wind all’inizio non faceva pagare né costi di ricarica, né scatti alla risposta.
Poi piano piano li ha introdotti, visto che nessuno cambiava operatore.
Comunque anche adesso sulle ricariche da 50€ non si pagava nulla di più.
Peccato che ora con le tariffe maggiorate di Wind (ci sono già i volantini nei negozi, quindi è ufficiale), i costi finali saranno maggiori che con i costi di ricarica (20%, che però si potevano evitare con le ricariche da 50€).
Non possiamo mettere la benda davanti agli occhi: grazie a tutto questo movimento le cose sono di fatto peggiorate (almeno per i nuovi clienti).
Spero solo che non obblighino a Wind di togliere i costi di ricarica per i vecchi clienti, così poi questo gestore obbligherà tutti a passare ai nuovi piani e a pagare PIU` di prima.
E non dite che si può cambiare operatore: prima le tariffe Wind erano convenientissime e non ce ne sono altre pari attualmente sul mercato.
Il risultato finale è disastroso.

http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/

28. Andrea - marzo 1, 2007

Lurkos,
tutta questa cosa mi da da Pensare.
Tutti sanno che il governo di centrosinistra è storicamente colluso con telecom / tim.
E’ possibile che tutta questa operazione sia stata fatta proprio per eliminale la concorrenza di wind?
Tanti analisti avevano già previsto che eliminando solo le tariffe e senza toccare nessuna altro costo a rimetterci sarebbero stati i gestori piccoli con meno liquidità.
E guarda caso un mese fa la tim, prima volta in tanti anni di piani tariffari carissimi, ha copiato pari pari la economicissima tariffa di wind senzascatto.
Pensateci.

29. Andrea - marzo 1, 2007

“eliminando solo le ricariche” volevo dire.

30. Luca - marzo 2, 2007

Parlando di Wind sfortunatamente da gestore più conveniente credo rischi di passare ad uno dei più cari.

Ieri mi son messo a fare due conti e bene o male se uno diventa cliente wind con i nuovi piani non pagherà si i costi di ricarica neanche sui tagli piccoli ma farà il medesimo numero di chiamate.

Se poi ci si mettono anche gli sms rischia di spendere in proporzione di più.

Ho fatto tre o quattro ipotesi e il risultato è sempre lo stesso.

Quindi credo che nel medio periodo almeno per chi ha i nuovi piani Wind non cambierà nulla. Se poi in futuro inizieranno a scendere i prezzi allora sarà un’ottima cosa.

31. Anna - marzo 2, 2007

Da parte di wind, ancora nessun comunicato! Anna

32. Antonello - marzo 2, 2007

l’ho detto e lo ripeto, se wind mantiene quel balzello PASSO A 3 e mi faccio un bel Sony Ericsson…. scusate se faccio pub, ma sono veramente inca**ato…

33. Maurizio - marzo 2, 2007

Ancora nessun comunicato ufficiale da parte di wind! Nessuna variazione delle tariffe, sul sito wind! Saluti! Maurizio

34. Antonello - marzo 2, 2007

veramente wind era la più trasparente, nn esiste un più conveniente dell’altra…ragazzi ho trovato un documento pipicchio pipicchio:
– I Clienti con i nuovi piani tariffari possono ricaricare il loro prepagato utilizzando le Ricariche Wind da 10, 25 e 50 euro.
– I tagli di ricarica di 4 euro non sono più disponibili fino a nuova comunicazione.
– I Clienti con nuovo piano tariffario possono utilizzare le Ricariche Wind da 10 (8+2) e 25 (20+5) euro senza che gli vengano applicati i costi di ricarica indicati sulla scratch card.
– Sono state realizzate due nuove Ricariche Wind da 10 € e da 25 € senza costi di ricarica. Sul retro viene specificato che per i piani tariffari in vigore prima del 04 Marzo 2007 la ricarica comprende 8 o 20 euro di traffico e 2 o 5 euro di costi di ricarica.
– I tagli da 50 € in su non prevedono costi di ricarica, né per i nuovi piani tariffari né per quelli attivati prima del 04 Marzo 2007.
– I Clienti con piani tariffari attivi prima del 04 Marzo 2007 possono ricaricare il loro prepagato utilizzando le Ricariche Wind da 10, 25 e 50 euro.
– I tagli di ricarica di 4 euro non sono più disponibili fino a nuova comunicazion
– Sia che utilizzino le vecchie Ricariche indicanti i costi, che le nuove senza costi di ricarica, i Clienti con una vecchia offerta prepagata pagheranno comunque il costo di ricarica.
– I tagli da 50 € in su non prevedono costi di ricarica, né per i nuovi piani tariffari né per quelli attivati prima del 04 Marzo 2007.

Basta?

35. Luca - marzo 2, 2007

Mi sembra che lo si possa tradurre molto più semplicemente con:

– Hai un piano tariffario Wind antecedente al 4 marzo 2007: paghi i costi di ricarica solo sulle ricariche di taglio inferiore a 50€

– Hai un piano tariffario Wind successivo al 4 marzo 2007: non paghi i costi su alcun taglio di ricarica.

36. Antonello - marzo 2, 2007

quello che ho scritto è il messaggio parola x parola che wind sta inviando ai suoi dealer…

37. Mario - marzo 2, 2007

beh vel’avevo detto quello che scrive antonello e semplicemente la conferma di cio, basta semplicemente denunciare wind dopo che avra applicao le nuove “convenienti” tariffe, dato che la bersani non prevede un cambio piano o cmq un aumento delle tariffe per non pagare il costo di ricarica, in piu tim non ha dato ancora nuove disposizioni, 3 ha una buona trasparenza ma bisogna avere un telefono che monti USIM 3 se si resta nella legalità,
e ultimo punto
PERCHE IO DEVO CAMBIARE OPERATORE SE MI TROVO BENE CON QUESTO E HO UNA BUONA TARIFFA??
– NON VOGLIO PAGARE COSTI DI RICARICA
– VOGLIO RIMANERE CON QUESTA TARIFFA

si deve semplicemente far applicare alla lettera la legge!!!!

per quanto riguarda vodafone i vecchi clienti che hanno vecchi piani, non pagheranno neache loro il costo di ricarica infatti chiamando al 42999 si informa che la cosa è valida per tutti i piani tariffari, quindi non recupereranno granche perche vodafone e il secondo operatore nazionale e le sim che vengono vendute ai nuovi clienti sono molto poche, per TIM chissa cosa fara nel sito nn c’è nessun comunicato

38. Andrea - marzo 2, 2007

http:/newsblog.windworld.org/archives/180

I virtuosi ci rimettono, gli sfigati ci guadagno.
Benvenuti nel comunismo!

39. Maurizio Scola - marzo 2, 2007

Ciao Lurkos, io sono un cliente wind! Per non pagare i CDR con wind, l’unico modo era…acquistare una ricarica da 50 euro, oppure avere una linea telefonica infostrada, dalla quale ti potevi fare accreditare in bolletta il taglio di ricarica! Però non hai considerato 2 cose: La prima, che non tutti si possono permettere un taglio da 50 euro!!! La seconda, che non tutti hanno un’abbonamento infostrada!!! Maurizio

40. Antonello - marzo 2, 2007

mario, veramente ho scritto un documento ufficiale, nn mi ricordo il sito però… ti dò ragione sul fatto di 3 che effettivamente è trasparente (ma qualche asterisco scappa sempre), tim e vodafone x niente…

41. Andrea - marzo 2, 2007

Maurizio Scola,
non ti preoccupare, la ricariche online con addebito su infostrada è stata appena eliminata.
Grazie Andrea!

42. Sandro - marzo 3, 2007

Che dire, io sono cliente wind dal 1999, e l’avevo scelta perchè era la compagnia telefonica più trasparente, ma le cose sono andate poi sempre peggiornado…. infatti dal 1999 ho la stessa tariffa, con la quale la sera ed giorni festivi parli a 15c/min senza scatto alla risposta e mando sms a 12c. Per me resterà tutto come prima, anche se sono molto arrabbiato con la Wind, visto che già ha trovato ilcavillo per continuare a tenere i costi di ricarica. Non ricaricherò mia più al di sotto dei 50€. Il problema è che un taglio da 50e non me lo posso permettere. Ergo, userò Voipstunt per telefonare sui fissi e OCCASIONALMENTE telefonerò sui celllari. Pazienza se qualcuno si arrabbierà con me che non telefono sui cellulari gli dirò di predersela con la wind non con me Mi spiace ma di essere fregato non ne ho più voglia. E comunque Domenica festeggerò pechè andrea HA RESTITUITO UN PO’ DI DIRITTI AL CITTADINO MEDIO, ED HA FATTO UN’AZIONE DA PAESE DEMOCRATICO!

43. Fabio - marzo 3, 2007

WIND SI E’ ADEGUATA…MA VODAFONE NO!!!!! CI DA LA SCADENZA DELLE SIM A 12 MESI E IN + DICONO “NO” AI RIMBORSI DI RICARICA!!!

MA NOI NN CI FERMIAMO QUI….DOBBIAMO ABOLIRLI!!!!!!!

44. Maurizio Scola - marzo 3, 2007

Andrea, evitiamo di fare politica !!! (post 37). Se poi tu sei contento di certi personaggi come L’on. Mario Valducci, chiaramente co…si?!?!? Libero di tenertelo stretto!!! Per quanto riguarda le tariffe nell’area Euro, hai RAGIONE per la maggior parte dei paesi. Però, dimentichi ancora l’altra anomalia Italiana, gli operatori mobili virtuali! Scusa se insisto su questo, ma da quello che ho visto nei paesi dove esistono, questi creano una vera concorrenza, con conseguente abbassamento significativo delle tariffe! Non credi anche tu, che l’Agcom si dovrebbe dare una MOSSA e permettere a quest’ultimi di entrare nel mercato Italiano. Ormai siamo gli ultimi in Europa a non averli, la Spagna lì farà entrare tra poco. Questa dovrebbe essere un’altra battaglia per cui vale la pena spendere un pò di tempo. Perchè il nostro mercato non è in regime di libera concorrenza. La situazione della Telecom, l’ Enel, Trenitalia ecc. ecc.,te lo dimostrano!!! Quindi il sistema nel quale tu pensi e vorresti vivere, in realtà non e tale! Un cordiale saluto! Maurizio Scola

45. Maurizio Scola - marzo 3, 2007

Per Andrea! Da quello che ho visto sul sito Wind e ancora possibile ricaricare senza costi di ricarica, facendosi addebitare il costo in bolletta! http://155.libero.it/pls/portal30/w155.page_offerta.item?id=12402 Ciao! Maurizio Scola

46. Maurizio Scola - marzo 3, 2007

Per Andrea! Si chiama “casa rewind”,ecco quà!!! Caratteristiche Principali:
Casa ReWind è il servizio che ti offre la possibilità di ricaricare fino a 4 cellulari prepagati Wind, a chiunque intestati, non solo dal tuo telefono di casa, ma da oggi anche direttamente dai telefonini addebitando l’importo ricaricato direttamente sulla fattura del contratto di abbonamento per il servizio di telefonia fissa.

Con Casa ReWind puoi:

ricaricare, fino ad un massimo complessivo di 60 euro al mese, scegliendo tra i diversi tagli disponibili (10€,25€, 50€), senza alcun costo di ricarica, i numeri mobili verso i quali è attivo il servizio; l’importo scelto verrà accreditato sul numero mobile da te indicato e successivamente addebitato sul tuo Conto Telefonico Wind;

richiedere, come ulteriore modalità di ricarica, la Ricarica Automatica su alcuni o su tutti i mobili indicati nel contratto: Casa ReWind provvederà a ricaricare il credito dei telefonini ogni primo giorno del mese solare dell’importo di ricarica da te scelto;

personalizzare il servizio, inserendo un numero di codice (PIN) a sua scelta.
da utilizzare per effettuare le operazioni di ricarica e di interrogazione del credito residuo. Nel caso effettui tali operazioni esclusivamente dal telefono fisso l’uso del PIN è facoltativo; se invece desideri ricaricare anche dai telefonini l’utilizzo del PIN è obbligatorio sia da telefono fisso che da telefono mobile;

avere informazioni sull’importo residuo a tua disposizione per effettuare le operazioni di ricarica.

Come utilizzare Casa ReWind
Chiama il 155 dal telefono fisso sul quale hai chiesto di attivare il servizio o da uno dei telefonini che hai abilitato alla ricarica e accedi all’area “fai da te”: una voce guida ti fornirà tutte le istruzioni necessarie per effettuare le ricariche, conoscere l’importo residuo e personalizzare le operazioni di ricarica In qualsiasi momento potrai modificare, aggiungere ed eliminare i numeri dei cellulari che desideri ricaricare e il codice PIN da te indicato*. Ciao! Maurizio

47. Maurizio Scola - marzo 3, 2007

Ricevo dall’on. Silvana Mura: Cari Amici,

la crisi politica si è fortunatamente conclusa, almeno dal mio punto di vista, con il governo Prodi che ha ottenuto la fiducia del Parlamento.

Certo la situazione al senato rimane complicata ma spero davvero che tutti i partiti dell’Unione abbiano finalmente tratto una lezione da quanto accaduto e consentano finalmente a Prodi assolvere il mandato a governare che ha ottenuto da milioni di elettori.

Ho partecipato anch’io al dibattito sulla fiducia, intervenendo nella seduta di giovedì – permettetemi di allegarvi il mio discorso – perché ci tenevo ad esprimere in aula un concetto che ritengo fondamentale: il governo Prodi segna una netta discontinuità con i 58 governi che l’hanno preceduto. La candidatura a Premier di Prodi per la prima volta non è stata decisa dai leader di partito, ma da 4 milioni di cittadini che sono andati a votare alle primarie! Sono profondamente convinta che le primarie debbono ricordare a tutti i partiti dell’Unione che i nostri elettori si sono espressi chiaramente su chi debba guidare il governo. Una volontà che nessuno di noi può trascurare, pena la perdita di qualsiasi credibilità.

Prima di salutarvi ci tengo a farvi sapere che tra martedì e mercoledì della prossima settimana il decreto Bersani, salvo imprevisti, arriverà in aula e sarà convertito in legge. Comunque da lunedì parte l’abolizione dei costi di ricarica!

Un saluto

Silvana Mura

48. Antonello - marzo 3, 2007

Maurizio, in spagna SONO GIA ENTRATI, Telefónica ha concesso la rete a Telecor di El Corte Ingles, e ho letto che tra poco dovrebbero entrare 2 compagnie MVNO in italia…

49. Maurizio Scola - marzo 3, 2007

Ciao Antonello! Grazie per la precisazione, ora ho la sicurezza che siamo proprio gli ultimi in Europa!!! Per quanto riguarda da noi, l’entrata dei MVNO, sarà rimandata nel tempo. Pensa che l’Agcom e dall’inizio del 2004 che stà valutando l’ipotesi di un’eventuale apertura del mercato. Ci sono stati decine di rinvii da parte dell’Agcom, esattamente per quanto e successo con i costi di ricarica. L’Agcom, non vuole e non può intervenire, questo ormai è un fatto consolidato e appurato! Pensa che “Tele 2″, ha denunciato l’Agcom per il suo non intervento in favore di una apertura di mercato e tutte le compagnie mobili per abuso di posizione dominante. Nonostante questo, l’Agcom non ha mosso una foglia e dubito che lo faranno, a meno che non intervenga come al solito l’Unione Europea, ad obbligare quei signori!!! Ciao! Maurizio Scola

50. Andrea - marzo 3, 2007

Maurizio Scola.
Se clich vedi che è disabilitato il link e non compare più l’icona del telefonino “ricarica” accanto al contratto.
Se clicho mi rimanda a quella pagina che hai elencato ma non alla funzione di ricarica, quella con i 2 consensi e il taglio di ricarica scelto per farti capire.

51. Andrea - marzo 3, 2007

Maurizio Scola
Da lunedì per wind spariscono i tagli di ricarica da 10 e 25 euro dalle tabaccherie.

52. Maurizio Scola - marzo 3, 2007

Ciao Andrea! Grazie per la precisazione, sapevo in anticipo della scomparsa dei tagli da 10 e 25, il tabaccaio dove vado di solito a caricare, mi aveva fatto vedere la comunicazione della lottomatica. Non capisco perchè Wind publicizzi ancora tale opzione, se non è più usufruibile! Comunque visto il comportamento di wind, chi vuole pagare ancora i costi di ricarica può farlo tranquillamente e mantenendo ancora il suo vecchio piano tariffario, quindi per i clienti wind sostanzialmente non è cambiato nulla! La ricarica da 50 senza i CDR, esisterà anche dopo il 5 Marzo! Maurizio

53. Antonello - marzo 3, 2007

Caro Andrea D’Ambra (scusami il cognome ma è x nn confondere con l’altro), vorrei ricordare che anche in altri paesi esiste lo scatto alla risposta, nn solo in Italia (anche se hai ragione sul fatto che in alcuni paesi non esiste).
Ho appena trovato un bell’esempio su Internet: Movistar di Telefónica prevede per il Contrato Tu Tiempo l'”establicimiento de llamada” (lo scatto alla risposta in spagnolo) di 0,15 €, e anche per altri contratti, mentre Telecom Italia in Francia fa una cosa simile, cioè chiamate a prezzi da Skype con “frais de connexion” a 0,12 €
Basta? Se fosse un’anomalia SOLO italiana, sarei il primo a dire basta…

54. Andrea - marzo 3, 2007

Maurizio Scola.
Bisogna vedere se glielo permettono a Wind di fare come dici e mantenere la ricarica.
A me andrebbe bene.

55. Maurizio Scola - marzo 4, 2007

Ciao Andrea! Beh, in ogni caso i costi di ricarica non esistono più e come hai potuto appurare, i piani telefonici vecchi non possono toccarceli! Giusti erano i suggerimenti di tenersi stretti i vecchi piani telefonici, nonostante qualcuno nel blog affermava il contrario! (non stò accusando tè!). Infatti come possiamo vedere, le compagnie hanno potuto solamente cambiare i loro piani dal 4 marzo in avanti per i nuovi clienti. E poi neanche tutti, Tim e H3G, hanno lasciato i loro piani invariati, per clienti vecchi e nuovi! Non capisco sinceramente il comportamento di Vodafone, che non dovrebbe avere problemi di bilancio, per giustificare un tale comportamento! Saluti! Maurizio Scola

56. Sandro - marzo 4, 2007

Per Antonello: perchè però vai a cercare quei pochi casi europei che emulano infelicemente l’anomalia italiana dello scatto alla risposta? Dobbiamo dire basta comunque, non arrenderci e non paragonarci alle (poche, pochisime ) compagnie telefoniche europee che praticano questo balzello.

57. Andrea - marzo 5, 2007

Sandro,
intanto anche te potresti controllare che i gestori che non praticano lo scatto alla risposta all’estero hanno un costo medio superiore alle tariffe italiane …o a quel poco che ne resta viste le nuove offerte.

58. PIero - marzo 5, 2007

Allora svegliamoci eh???
Lasciamo perdere wind,tim,3,orange,…..chinese telecom ecc.la legge nei suoi contenuti è chiara………….NON esistono piu costi di ricarica…..niet trop basta!Nessuna maggiorazione,nessun cambio (leggetevi bene il decreto ministeriale!)….tradotto significa che chi ha avuto ha avuto avuto e chi ha dato ha dato dato.
Tutto per come è stata impostata la legge doveva scorre fluidamente.
Tu hai wind 5?tu hai vodafone all inclusive?Tu ha Mario Merola connection?Bene..adesso semplicemente non paghi le ricariche!
Invece………….che è successo?Una semplice manovra politca “cercaconsensi” da parte del ministrello di sinistra di turno (e D Ambra palra parla parla!!)
Signori…..dove abbiamo e dove sono gli organi competenti a controllare che la legge venga applicata?
Esempio….Signor tal de tali ha un attività commerciale e da giorno X dell anno X esce una legge che dice che dopo ogni scontrino il titolare del suo bar deve fare una piroetta,una scoreggia e un fischio.Passa la Guardia di Finanza e se cio non avviene scattano le sanzioni amministrative.Ora dico io….ripeto..la legge è chiara……gli organi di controllo dove stanno?
Semplice trovata pubblicitaria per il “governetto di sinistra”??Mi sa di di si ragassssssuoli!!
Ma siamo pazzi che questi perdevano moneis,cash,argent,lira,rubli…..D’Ambra ( io sono cliente wind con tariffa da 10 cent per un telefono e da 6 cent per l altro!).
D ambra…….o adesso ti muovi il backside davvero (ma viste le tue apparizione filogrillosimilcomuniste o…………quel giorno non potevi portare la tia ragazza al cinema??
Aboliamo l accisa sulla benzina..bene io sono il promotore e il ministro di turno per fare “marketing” politico approva e delibera e poi pago la benzina 20 centesimi di piu al litro….concordiamo tutti sul fatto che il lavoro di D ambra sia appena iniziato?
Su su ch ecome dice Grillo tu hai ricevuto mandato da milioni d italiani.la bicicletta l hai voluta??mo…………pedalaaaaaaaaaaaaa!!!!
( e dimostra!)

59. Piero - marzo 5, 2007

Ah dimenticavo..nemmeno la Codacons sa cosa dice e mentre nella sua home page sbandiera un numero a pagamento per il loro call center (ma non era cosi odiato e combattuto da loro?Mettetelo ma almeno spiegate che date le tante richietste l associazione deve pur vivere ecc ecc!!!)………..guardate cosa dice sul problema delle ricariche…. http://www.codacons.it………..non sanno nemmeno il giorno entro cui le compagnie dovevano adeguarsi…….Parlano del 5 febbraio mentre poi invitano gli utenti a richiedere il rimborso perche……….Semu Persiiiiiiiiiii!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: