jump to navigation

COMUNICATO STAMPA febbraio 9, 2007

Posted by Andrea D'Ambra in comunicati stampa.
trackback

L’eventuale rinvio dell’abolizione dei costi di ricarica, sarebbe un abuso non tollerabile. Questo quanto affermato da Andrea D’Ambra, presidente dell’associazione in difesa dei consumatori “Generazione Attiva” nonché promotore della petizione contro i costi di ricarica che ad oggi ha raccolto oltre 820mial firme secondo cui “gli operatori di telefonia mobile stanno oltrepassando il limite della decenza”.
Speriamo restino solo voci che non trovino conferma quelle secondo cui i parlamentari di maggioranza sarebbero pronti ad emendare il decreto che prevede l’abolizione rinviandola a 120 giorni invece dei 30 già stabiliti. Se cosi’ non fosse saremo pronti ad usare ogni mezzo legale per far si che questo gioco sporco finisca! Vogliamo i nomi dei parlamentari che nella commissione attività produttive della Camera si sono detti disposti ad un rinvio!

GENERAZIONE ATTIVA
http://www.generazioneattiva.it

Ecco le e-mails dei nostri “dipendenti” di maggioranza componenti della Commissione Attività Produttive della Camera a cui inviare i nostri messaggi di protesta contro il rinvio dell’abolizione dei costi di ricarica:

capezzone_d@camera.it; tuccillo_d@camera.it; affronti_p@camera.it; brugger_s@camera.it; burchiellaro_g@camera.it; chicchi_g@camera.it; cialente_m@camera.it; cosentino_l@camera.it; ferrara_f@camera.it; lulli_a@camera.it; marino_m@camera.it; martella_a@camera.it; merloni_m@camera.it; mura_s@camera.it; pignataro_f@camera.it; provera_m@camera.it; quartiani_e@camera.it; ruggeri_r@camera.it; sanga_g@camera.it; squeglia_p@camera.it; testa_f@camera.it; tomaselli_s@camera.it; trepiccione_g@camera.it; vico_l@camera.it; zipponi_m@camera.it;

Qualche secondo del Vs tempo può evitare l’ennesimo scandalo tutto italiano! CLICCATE QUI

AGGIORNAMENTO 10/02 ORE 22.15

Il Grande Beppe Grillo nel suo post di oggi (qui sotto) scrive dei costi di ricarica e delle voci di rinvio che circolano in queste ore… Grazie Beppe!
Andrea

Pop corn
La pentola a pressione che chiamiamo Italia si sta surriscaldando. Il vapore non può uscire. Lo impediscono i giornalisti. Lo impediscono i politici. Personaggi autoreferenziali e privi di alcun contatto con la realtà. Il cittadino sa, comincia a capire, che la legge non lo tutela. Senza legge deve fare da sé, o rassegnarsi fino a quando è possibile. Sa che la legge è di classe. Non è per tutti.
In mancanza di protezione gli italiani si arrangiano. Bruciano campi nomadi. Paralizzano la città con cortei spontanei contro la base di Vicenza, contro la criminalità tutelata a norma di legge. Interi condomini scendono in strada a picchiare gli spacciatori.
Pop corn che esplodono qui e là. Prima di farlo tutti insieme. E quando, quelle rarissime volte, i diritti vengono riconosciuti è solo una beffa. Uno scherzo. Come per le ricariche telefoniche prima abolite e ora forse. Come per i contributi agli inceneritori prima aboliti ed ora col c…o. Come per le promesse di eliminazione delle leggi ad personam e del conflitto di interessi in campagna elettorale.
Lo Stato si è fatto impunità. E’ Previti in Parlamento. Sono Vito e Pomicino in commissione Antimafia. E stipendi e bonus pazzeschi ai parlamentari. E sindaci e assessori che non consultano neppure i cittadini.
I pop corn ora sono un po’ straniti, confusi, disorientati. Ancora pochi. Se la prendono con gli effetti e non con le cause. Con i più poveri. Con gli ultimi della scala sociale. Quando capiranno che non serve a nulla. Che è tempo perso. Che sbagliano bersaglio. Allora la pentola salterà e molti dovranno diventare latitanti dal mattino alla sera.

Beppe Grillo

Composizione della X Commissione Attività Produttive

X COMMISSIONE
(numero dei componenti 46)
Presidente
* CAPEZZONE Daniele ( LA ROSA NEL PUGNO )
Vice Presidenti
* SAGLIA Stefano ( ALLEANZA NAZIONALE )
* TUCCILLO Domenico ( L’ ULIVO )
Segretari
* AFFRONTI Paolo ( POPOLARI-UDEUR )
* DI CENTA Manuela ( FORZA ITALIA )
Altri Membri
* ALLASIA Stefano ( LEGA NORD PADANIA )
* BERNARDO Maurizio ( FORZA ITALIA )
* BRUGGER Siegfried ( MISTO-MINORANZE LINGUISTICHE )
* BURCHIELLARO Gianfranco ( L’ ULIVO )
* CASTELLANI Carla ( ALLEANZA NAZIONALE )
* CHICCHI Giuseppe ( L’ ULIVO )
* CIALENTE Massimo ( L’ ULIVO )
* COSENTINO Lionello ( L’ ULIVO )
* D’AGRO’ Luigi ( UDC (UNIONE DEI DEMOCRATICI CRISTIANI E DEI DEMOCRATICI DI CENTRO) )
* DE LUCA Francesco ( DEMOCRAZIA CRISTIANA-PARTITO SOCIALISTA )
* FAVA Giovanni ( LEGA NORD PADANIA )
* FEDELE Luigi ( FORZA ITALIA )
* FERRARA Francesco Detto Ciccio ( RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA )
* FORMISANO Anna Teresa ( UDC (UNIONE DEI DEMOCRATICI CRISTIANI E DEI DEMOCRATICI DI CENTRO) )
* FRANZOSO Pietro ( FORZA ITALIA )
* FRATTA PASINI Pieralfonso ( FORZA ITALIA )
* GRECO Salvatore ( UDC (UNIONE DEI DEMOCRATICI CRISTIANI E DEI DEMOCRATICI DI CENTRO) )
* LAZZARI Luigi ( FORZA ITALIA )
* LULLI Andrea ( L’ ULIVO )
* MARINO Mauro Maria ( L’ ULIVO )
* MARTELLA Andrea ( L’ ULIVO )
* MAZZOCCHI Antonio ( ALLEANZA NAZIONALE )
* MERLONI Maria Paola ( L’ ULIVO )
* MILANATO Lorena ( FORZA ITALIA )
* MURA Silvana ( ITALIA DEI VALORI )
* PIGNATARO Ferdinando Benito ( COMUNISTI ITALIANI )
* PROVERA Marilde ( RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA )
* QUARTIANI Erminio Angelo ( L’ ULIVO )
* RAISI Enzo ( ALLEANZA NAZIONALE )
* ROSSI Luciano ( FORZA ITALIA )
* RUGGERI Ruggero ( L’ ULIVO )
* SANGA Giovanni ( L’ ULIVO )
* SQUEGLIA Pietro ( L’ ULIVO )
* TESTA Federico ( L’ ULIVO )
* TOMASELLI Salvatore ( L’ ULIVO )
* TREPICCIONE Giuseppe ( VERDI )
* URSO Adolfo ( ALLEANZA NAZIONALE )
* VALDUCCI Mario ( FORZA ITALIA )
* VICO Ludovico ( L’ ULIVO )
* VITO Alfredo ( FORZA ITALIA )
* ZIPPONI Maurizio ( RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA )

About these ads

Commenti»

1. marko - febbraio 10, 2007

una cosa davvero indecente!! questo proprio vuole essere IDIOTI al massimo!! ma perchè poi mi domando?? credo secchi a tutti pagare in + per non avere nulla mentre loro hanno sicuramente tutto pagato dallo stato cioè da noi quindi non sanno nemmeno cosa sono i costi di ricarica!” PEZZENTI!!!

2. Alberto - febbraio 10, 2007

E’ triste sta cosa!! Meglio non illudersi che poi fa male e ti viene un groppo allo stomaco!!! Comunque speriamo in bene…

3. Maurizio Scola (Mandello del Lario) (Lecco) - febbraio 10, 2007

A questo punto se dovesse verificarsi questo rinvio, non rimarebbe che l’azione legale!!! Cosa del resto che io consigliavo da tempo. Ora cerchiamo anche di organizzare una manifestazione a Roma, sotto i palazzi del governo. Coordiniamoci, prepariamola per bene, facendogli il massimo della pubblicità! Forza Ragazzi!!! Maurizio Scola

4. Francesco - febbraio 10, 2007

Ho inviato l’e-mail. Non ho parole!!! Che vergogna!!! non contiamo nulla. E meno male che è un governo di sinistra!!! che delusione!!!!! in nove mesi è sparito tutto, i sindacati, i pacifisti, la satira, i fantomatici aumenti in busta paga, la guerra in Afghanistan, la guerra in Libano e cosa non fanno sparire….. I COSTI DI RICARICA.

5. Andrea D'Ambra - febbraio 10, 2007

Bene Elio, ma il nostro operato è indirizzato a tutti i “dipendenti” di maggioranza della Commissione…
Non sappiamo chi è quello/a intenzionato/a ad emendare il decreto… non ha ancora avuto il coraggio di uscire allo scoperto..
può anche darsi che la Merloni sia del tutto contraria ad un rinvio (cosi com’è possibile che sia favorevole).

6. Paolo - febbraio 10, 2007

Immaginavo che ci fossero degli ostacoli imprevisti. In questi giorni dovrebbe esserci la risposta alla consultazione pubblica indetta dall’AGCOM. Alla luce di tutto questo, anche se per assurdo ci fosse un rinvio del decreto (!!!!!), ma i gestori preso atto della volontà di tutti (visto la petizione, l’intervento dell’autorità e del decreto farsa a questo punto), non potrebbero comunque pensare ad abolirlo senza l’obbligo di una legge dello stato?? Certo la mia richiesta è assurda, visto che le società telefoniche non sono onlus e sono sempre pronte a fregarci, ma non a prenderci nel c..o, fino a questo punto. Progongo oltre che l’azione legale, anche uno sciopero, visto che in questi giorni è di moda, contro questa vergogna nazionale, e oltre che inondare di mail i componenti della commissione, attività produttive, propongo spero presto, di andare a votare e esprimere sulla scheda elettorale quello che si pensa e non sarà certo un voto!!! anche se personalmente io non andrei più a votare. VERGOGNA per tutti e per l’ennesimo caso di questa repubblica di banane nella quale non mi riconosco.

7. Fabrizio - febbraio 10, 2007

Quando ho saputo dell’emanazione del DL che, tra le altre cose, aboliva i costi di ricarica quasi non ci credevo…. Una decisione politica chiara, semplice e immediata finalmente a vantaggio dei cittadini contro i soprusi delle compagnie telefoniche. Sembrava quasi di non essere in Italia!
Quando ho poi letto della sconcertante iniziativa di questo gruppo di politici per rinviare l’abolizione dei costi di ricarica mi sono detto: ah…. ok! Siamo in Italia!
Ma è mai possibile che una volta presa una saggia decisione (una volta tanto!) i nostri superpagati politici non abbiano la coerenza e il coraggio per non doverci tornare su?

8. Maurizio Scola (Mandello del Lario) (Lecco) - febbraio 10, 2007

Certo Paolo, l’azione legale e l’unica strada percorribile a questo punto! E tanto tempo che amaramente lo sostengo, forse perchè inconsciamente sapevo già come andava a finire!!! Cominciavo a ricredermi sulla nostra classe politica, invece eccoli lì a difendere i poteri forti e a mettercelo nel C..O a noi consumatori e cittadini!!! Ogni giorno che passa, comincio a vergognarmi sempre più di essere Italiano!!! Ho girato il mondo in lungo e in largo e ho sempre difeso il buon nome dell’ITALIA nel mondo, ma ora dopo questo schifo di vicenda, comincio ha pensare che all’estero non hanno poi tutti i torti a criticarci e affibiarci vari nomignoli, che vi lascio immaginare!!! Sono indignato!!!!!!!!!!!!!!!!! Un saluto a tutti! Maurizio Scola

9. Francesco - febbraio 10, 2007

Siamo tornati ad essere l’italietta.

10. basta ricariche - febbraio 10, 2007

dove è che ci troviamo epr festeggiare la petizione d’ambra?

11. federico - febbraio 10, 2007

Wind appartiene all’Enel per buona parte…
..e l’enel a sua volta è per circa il 22% del ministero del Tesoro…
Mi fa pensare che c’è sotto un “piccolo” conflitto d’interesse… stiamo un pò a vedere come si evolveranno le cose… speriamo bene!

Schema della composizione di Wind Spa:

http://www.wind.it/it/investitori/corporate_governance/struttura_azionaria/struttura_azionaria.php

Dal sito dell’Enel:
Il Ministero dell’Economia detiene direttamente il 21,4% del capitale ed indirettamente un ulteriore 10,2% attraverso la Cassa depositi e Prestiti. Il capitale flottante è pari a circa 70%. Tra gli azionisti dell’Enel figurano i maggiori fondi di investimento internazionali, compagnie di assicurazione, fondi pensione e fondi etici, oltre che milioni di piccoli risparmiatori.

12. Andrea D'Ambra - febbraio 10, 2007

“basta ricariche” se non sei di Ischia puoi cercare la tua città su beppegrillo.meetup.com e chiedere se e dove loro organizzano qualcosa per il 4 Marzo (incrociando le dita)

Federico c’è roba ancora piu grossa sotto….

13. federico - febbraio 10, 2007

Immagino, Andrea…. cmq penso sei al corrente sicuramente ma forse sono un pò distratto e non ho trovato alcun riferimento a questo: http://www.agcom.it/provv/d_714_06_CONS/d_714_06_CONS.htm

14. Andrea D'Ambra - febbraio 10, 2007

Purtroppo l’intervento del Governo ha fatto decadere quello dell’Agcom ma io sono sempre ottimista… e spero che ora che è terminata l’audizione ci sia almeno un pronunciamento da parte dell’Agcom…

15. Danilo D.G. - febbraio 10, 2007

Ragazzi! Siamo nella comunita europea o no? allora bombardiamo di e-mail la commissione per fargli sapere come stanno andando le cose… dato che vogliono costringerci a usare le maniere forti… oppure Andrea pensaci tu, siccome ti hanno già dato retta una volta, gli rendi noto com’è la situazione.

16. Luca - febbraio 11, 2007

Anche io ho mandato l’ email ma devo raccontarmi quello che mi è successo.
Ho dovuto ricaricare la mia Sim-card Tim. Ho speso 30 euro (25+5). Dopo un giorno mi arriva una chiamata dal 119 (Ass. Clienti TIM) a cui non riesco a rispondere. Successivamente mi arriva un sms che mi dice che mi hanno accreditato un bonus per chiamare tutti. Effettivamente il mio credito è aumentato di 5 euro. Spero che tutte queste voci sul fatto di spostare in avanti l’attuazione del decreto si rivelino infondate.

17. luigi - febbraio 11, 2007

Dobbiamo capire se questi nominati dalle segreterie hanno intenzione di continuare a fregarci.

PS noto che hai pubblicato il tuo numero di telefono, non avevo mai visto un altro blogger fare la stessa cosa

18. Antonello - febbraio 11, 2007

wind non è più di proprietà enel…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: